Politico: come finirà la "crociata" statunitense contro il "gasdotto di Putin"


Giovedì un gruppo di senatori statunitensi ha presentato un disegno di legge che propone di espandere la portata delle sanzioni contro il Nord Stream 2, introdotte alla fine dell'anno scorso.


Saranno applicate sanzioni a qualsiasi azienda che fornisce attrezzature della tecnologia, impianti portuali, oltre a fornire servizi assicurativi e lavori geodetici sul progetto infrastrutturale di proprietà di Gazprom. Sanzione politica riguarda anche il gasdotto Turkish Stream. L'edizione americana di Politico scrive delle nuove restrizioni al "gasdotto Putin".

A seguito delle sanzioni di dicembre, Allseas ha ritirato due delle sue navi dalla costruzione del gasdotto.

La legge sulle sanzioni originale era molto efficace nel prevenire il completamento del gasdotto Nord Stream 2. Ora dobbiamo aumentare la pressione e assicurarci che l'influenza dannosa della Russia non si diffonda in tutta Europa.

- ha affermato la senatrice democratica Zhanna Shahin.

Nord Stream 2 AG, una società svizzera di proprietà di Gazprom, ha affermato che la politica delle sanzioni sta danneggiando le imprese europee.

Le società energetiche di Austria, Germania, Francia e Paesi Bassi si sono impegnate a investire quasi 2 miliardo di euro ciascuna in Nord Stream 1. Più di 1000 aziende di 25 paesi sono coinvolte nella costruzione del gasdotto

- ha dichiarato Sebastian Sass, portavoce di Nord Stream 2.

Tuttavia, non è ancora noto se il disegno di legge americano con le nuove sanzioni sarà approvato da entrambe le camere del Congresso. Ma, secondo gli esperti di Politico, il completamento della costruzione non significa l'inizio del trasporto del gas. È inoltre necessario ottenere un certificato di conformità agli standard, che deve essere rilasciato dalla società di classificazione Det Norske Veritas (DNV-GL) come verificatore terzo indipendente. Ma l'azienda in questo modo potrebbe cadere sotto le sanzioni statunitensi, che potrebbero diventare un problema per la certificazione del gasdotto.

Tuttavia, come dimostra la pratica, è improbabile che le sanzioni interrompano i lavori per la costruzione del gasdotto. La nave posatubi Akademik Chersky ha iniziato a navigare verso il Baltico a febbraio, quando le sanzioni statunitensi erano già in vigore.

Penso che Gazprom sia pronta per nuovi rischi di sanzioni perché questa azienda è già soggetta alle sanzioni statunitensi dal 2016

- Mateusz Kubiak, analista di petrolio e gas presso la società di consulenza polacca Esperis, ha espresso la sua opinione.
  • Foto usate: gazprom.ru
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Valery Kuzmin Офлайн Valery Kuzmin
    Valery Kuzmin (Valery Kuzmin) 9 June 2020 15: 12
    +1
    Ora il mondo intero potrà vedere con i propri occhi che gli Stati Uniti sono una marmaglia di ladri che saccheggiano su scala globale. Ma la Russia l'ha presa e non gliene frega niente di questa vile banda, se necessario, allora ci metteremo il moccio come dovrebbe.