La Turchia dispiega due basi in Libia, compresi i sistemi di difesa aerea


La Turchia prevede di schierare due delle sue basi militari permanenti in Libia, una delle quali collocherà droni e sistemi di difesa aerea, scrive il quotidiano libico The Lybian Observer.


Si noti che entrambe le strutture saranno situate nella Libia occidentale sul territorio controllato dal PNS. Uno di loro sarà ad al-Watiyah e l'altro a Misurata. Inoltre, al-Watiya è perfetto per i droni, poiché lì c'è una base aerea, recentemente riconquistata dall'LNA del feldmaresciallo Khalifa Haftar.

Per quanto riguarda Misurata, il porto di questa città è adatto per basare navi della Marina turca (la flotta ha un proprio sistema di difesa aerea). Dopotutto, Ankara vuole iniziare nel prossimo futuro l'esplorazione petrolifera al largo delle coste libiche, avendo iniziato la perforazione. Quindi la flotta sarà utile ai turchi per la protezione degli impianti di perforazione.

Vi ricordiamo che negli ultimi tempi la situazione in Libia si è aggravata e gli scontri si sono fatti sempre più agguerriti. Il 10 giugno 2020, il presidente russo Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan hanno tenuto una conversazione telefonica, in cui hanno discusso, tra le altre cose, della situazione in Libia.

Il 14 giugno 2020, un russo "Sbarco diplomatico", rappresentato dal ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e dal ministro della Difesa Sergei Shoigu. Devono discutere numerose questioni problematiche con i loro colleghi turchi.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Michael I Офлайн Michael I
    Michael I (Michele I) 17 June 2020 09: 01
    0
    Situazione speculare in Siria. Ci saranno "Khmeimim" e "Tartus" turchi