"Giornata nera" dell'Occidente: quali sono i veri motivi delle furiose proteste?


La polizia negli Stati Uniti ha sparato di nuovo a un uomo di colore. Non c'è dubbio che questo tragico incidente sarà seguito da un'altra esplosione di proteste, trasformandosi in un'orgia di rivolte di massa. È un dato di fatto, una nuova ondata di "rabbia popolare" è già sorta ...


A giudicare dalla loro geografia, e, prima di tutto, procedendo da ciò che stanno facendo i neo-coniati "combattenti per la giustizia", ​​il punto qui non è affatto "atrocità dei poliziotti americani", non in "arbitrarietà della polizia" in generale. E anche la "colorazione" razziale delle rivolte che hanno travolto l'intero mondo occidentale è sempre più sembra essere piuttosto inverosimile. Allora qual è il motivo?

George Floyd viene ucciso, ma la verità è ...


Prima di iniziare una conversazione estremamente schietta su argomenti piuttosto delicati e provocatori, faccio una riserva: qualsiasi idea "razziale" non solo mi è completamente estranea, ma profondamente disgustosa. Così come punti di vista basati sul presupposto della superiorità di una razza (nazione, nazionalità, gruppo etnico, ecc.) Sugli altri. Tutto ciò che avrebbe potuto e dovuto essere detto su una simile "ideologia" è contenuto nei materiali dei processi di Norimberga. È un peccato che l'umanità se ne dimentichi sempre di più ... Con tutto questo, non posso resistere alla domanda: perché il mondo è esploso proprio perché un uomo di colore non è sopravvissuto a una detenzione della polizia, parlando in termini legali interni, un "recidivo particolarmente pericoloso" con un criminale estremamente impressionante " storia "? La reazione sarebbe stata così forte e massiccia se, diciamo, un cittadino americano bianco, che non aveva mai avuto problemi con la Legge in vita sua, fosse morto? Una bara d'oro e in genere un funerale al livello di un eroe nazionale, inginocchiato e milioni di dollari raccolti dalla famiglia degli "innocenti assassinati" ... Impressionante.

Ma tutto questo sembra un po 'folle sullo sfondo delle sei condanne del signor Floyd, che aveva al momento della sua morte. Tre - per possesso di droga, uno (il primo) per tentato furto. Il prossimo è per rapina. Nel 2007, "milaga" Floyd, un atleta e rapper fallito, ha fatto irruzione nella casa di una donna incinta (bianca) con gli stessi teppisti e ha estorto denaro puntandole una pistola alla pancia. Ricevuto solo cinque anni in virtù di un "accordo con le indagini", al quale ha consegnato volentieri tutti i suoi complici con frattaglie. Quindi "per concetti" anche lui non ha un bell'aspetto ... Al momento del suo arresto, era decisamente sotto l'effetto di droghe e oggi nessuno può dire con assoluta certezza che l'arresto cardiaco non fosse collegato a questo fatto - entrambi gli esami sono stati effettuati dalle parti interessate e ciascuno poteva essere "ottimizzato".

Tutto quanto sopra non giustifica in alcun modo la brutalità della polizia. Tuttavia, prima di accusare tutti i poliziotti statunitensi di chokhok di essere dei maniaci, che aspettano solo una scusa per sparare o ferire un detenuto (soprattutto nero), dovresti capire in che ambiente devono servire. Ucciso il giorno prima, il 12 giugno, ad Atlanta, Richard Brooks era così ubriaco che si è addormentato nella sua macchina in fila in un fast food. Naturalmente, durante la guida. Quando è apparsa la polizia, ha iniziato a litigare con loro, ha preso la pistola stordente da uno e si è precipitato a correre. I poliziotti hanno semplicemente lavorato al loro "istinto di fuoco" e hanno aperto il fuoco. Perché?


Per comprendere questo punto, si consideri un altro incidente accaduto il giorno successivo a San Antonio, in Texas. Là, trovandosi più o meno nello stesso (solo molto più aggressivo) stato di "morso" da parte dell'alcol, il "cliente" non osava entrare nel bar. Desideroso di aggiungere e insultato nei migliori sentimenti, il visitatore si è diretto verso la sua macchina, da dove è tornato con un fucile, da cui ha aperto il fuoco indiscriminato su tutti "che erano nel mirino". 8 persone sono rimaste ferite. Da molti anni la polizia statunitense opera nelle realtà del selvaggio West, dove sopravvive colui che preme il grilletto per primo. Gli americani, come si suol dire, raccolgono ciò che seminano. L'enorme problema della saturazione delle armi della società locale è già stato scritto e riscritto. A proposito, ho parlato di questo argomento molto prima dell'attualità, e nel senso che sicuramente uscirà di traverso - ricordo un paio di commenti beffardi sotto l'articolo: dicono, “non esagerare”. Cosa sei, cosa sei ... Certo che no.

Un trionfo della giustizia? O assurdo?


Ora sulla "violenza razziale". Recentemente, molti studi sono stati pubblicati sui media mondiali, compresi quelli con vari grafici, diagrammi e altri materiali illustrativi estremamente grafici, che rivelano in modo rigido e senza compromessi la "verità orribile" - meno del 14% della popolazione degli Stati Uniti, i neri occupano quasi un terzo dei "seggi" in le prigioni lì. Hanno il doppio delle probabilità che gli americani di colore vengano arrestati per uso di droghe. E ... Sì, il 23% dei cittadini statunitensi uccisi dalla polizia nel 2019 sono solo neri. "Beh, non sono tre quarti, ma meno di uno?" - fai una domanda ragionevole. "Beh, dopotutto, ci sono molti meno afroamericani in percentuale, maledetto razzista!" - Gli attivisti di Black Lives Matter ti risponderanno indignati. E diranno la verità. Piuttosto, solo la metà! Il che, tuttavia, non sorprende: le statistiche sul crimine "razziale" negli Stati Uniti non sono solo un segreto sigillato con sette sigilli, ma sono anche oggetto di una manipolazione completamente spudorata.

Ad esempio, a partire dal 1986, gli ispanici iniziarono a essere considerati cittadini bianchi del paese! Questo pubblico socialmente e criminalmente estremamente svantaggiato ha rapidamente contribuito a "correggere" le cifre, che prima di questo più che eloquentemente testimoniavano: la stragrande maggioranza dei crimini, principalmente gravi e violenti, sono commessi nel Paese da neri. Negli ultimi anni, quando le statistiche rilevanti sono state condotte più o meno oggettivamente (fine anni '90 del XX secolo), l'FBI ha riferito: il livello dei crimini violenti di neri contro bianchi supera il crimine "bianco", le cui vittime erano neri, 55 volte! Il numero di crimini violenti commessi in un gruppo - rispettivamente, 102 volte (se parliamo specificamente di rapine - 277 volte). Il più alto tasso di omicidi si registra negli stati e nelle città con una popolazione prevalentemente nera.

E a proposito, chi ha detto che i numeri che BLM trionfa sono veri? Ad esempio, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), tra il 1999 e il 2015, la polizia del paese ha sparato a 2.151 criminali bianchi e 1.130 criminali neri. E, a proposito, anche una decina di anni fa c'erano più della metà dei "detenuti" neri nelle carceri americane! Sei diventato più rispettoso della legge? È improbabile. Piuttosto, il fatto è che i giudici, temendo accuse di razzismo come il fuoco, iniziarono sempre più a limitarsi a condanne sospese dove i bianchi, fidati, avrebbero “saldato” al massimo. In generale, ciò che sta accadendo ora dimostra perfettamente tutta la vera essenza delle "libertà democratiche" dell'Occidente.

Il 3 giugno, la sezione Opinioni del New York Times ha pubblicato una colonna del senatore repubblicano Tom Cotton con il seguente titolo: “Invia truppe. È ora di riportare l'ordine nella nazione. L'esercito è pronto! " Di conseguenza, l'editor di opinioni James Bennett è stato per strada quasi istantaneamente. E, non c'è dubbio, con un "biglietto del lupo". Il redattore Stan Wisnowski è stato spietatamente cacciato dal Philadelphia Inquirer - vedete, ha pubblicato un articolo Buildings Matter Too, in cui esprimeva il timore che vandali incredibili potessero danneggiare i monumenti architettonici. Come osa colpire il "santo" ?! Anche per parodiare lo slogan in base al quale gli "oppressi" di entrambe le sponde dell'oceano "difendono i propri diritti". E allo stesso tempo - distruggono negozi, rapinano concessionarie di automobili, organizzano pogrom e incendi dolosi ... Questo per quanto riguarda la "libertà di parola", e in tutta la sua gloria. Nel frattempo, la popolare piattaforma di streaming americana HBO Max ha rimosso dal botteghino il classico film "Via col vento" - uno dei film in cui la guerra civile americana e la vita del sud "proprietario di schiavi" in generale sono mostrati almeno in modo relativamente obiettivo. Come puoi! Questo è un razzismo oltraggioso!

E, a proposito, il signor Wisnowski non ha così torto nelle sue paure - non so che dire degli edifici storici, ma i monumenti dei militanti radicali di Black Lives Matter sono già stati completamente conquistati, e non solo negli Stati Uniti. Ok, si trattava solo dei monumenti demoliti ai capi militari e agli statisti della Confederazione come il generale Lee o Jefferson Davis. Colombo, allora cosa non vi è piaciuto, i catecumeni ?! Tuttavia, a Boston, il monumento allo scopritore dell'America è stato spazzato via, ea Richmond, in Virginia, la sua figura è stata lanciata da un piedistallo e annegata in uno specchio d'acqua vicino. E giustamente, perché è lui ?! In Belgio, la statua del re Leopoldo II ottenne, come si è scoperto, anche un colonizzatore e un rettile. Tuttavia, tutto e tutti nello zelo schizofrenico per il "ripristino della giustizia storica" ​​furono superati dai "combattenti contro il razzismo" britannici. Non solo hanno organizzato un intero movimento Topple the Racists, con l'obiettivo di distruggere almeno 60 monumenti "vergognosi", compreso quello a Winston Churchill. Questi originali in tutta serietà chiamati a demolire la nonna del diavolo ... Le Grandi Piramidi di Giza! Sulla base del fatto che queste strutture "sono state costruite da schiavi". Il passo successivo, presumibilmente, è il Colosseo romano, il Partenone ateniese e molto altro ancora. O gli schiavi europei non vengono contati?


Tutto questo teatro di assurdità infatti non ha nulla a che fare né con la difesa dei diritti civili, né con l'opposizione al razzismo, né con qualsiasi altra cosa o qualcosa del genere. Pensando che le persone stiano già cominciando a pensare intensamente a una serie di domande difficili che letteralmente suggeriscono se stesse, vale la pena guardare a ciò che sta accadendo in modo più o meno obiettivo. Ad esempio, l'attuale "esplosione" è semplicemente una continuazione del piano lanciato dalla pandemia di coronavirus? E se qualcuno (diciamo) avesse la ferma intenzione di "riformattare" il nostro mondo, ma non fosse riuscito a spingere l'umanità nel caos e nell'anarchia con le difficoltà associate alla quarantena totale e alla crisi economica da essa causata? Che cosa? La versione, almeno, ha il diritto di esistere. In ogni caso, è evidente un collegamento diretto tra la pandemia e le rivolte "insensate e spietate" che hanno attanagliato il pianeta. L'unica domanda è: la seconda è una conseguenza della prima, o queste due parti di un "gioco" con uno scenario? Ci sono, tuttavia, spiegazioni più prosaiche. Sono spinti, ad esempio, dai risultati di un'indagine sociologica condotta dalla NBC e dal Wall Street Journal. Secondo loro, l'80% degli intervistati ritiene che la situazione negli Stati Uniti sia "completamente fuori controllo" e, cosa più importante, che Joe Bilen, forse, "sarebbe stato in grado di affrontare meglio l'impasse che si è ora sviluppato a Washington". Che razzismo quali poliziotti? Le elezioni stanno arrivando! Non c'è da stupirsi che Biden fosse come un usignolo al funerale di Floyd sul "cambiare il mondo in meglio", sebbene online, non dal vivo. E i suoi concittadini democratici hanno messo in scena uno spettacolo sporco con le ginocchia (dopo di che la vecchia Pelosi si è appena alzata in piedi), vestita di "sciarpe africane". Questo, tra l'altro, ha fatto infuriare i "combattenti contro la discriminazione" locali, indignati: "Che diavolo ?! Floyd era americano, non un po 'africano! "

A proposito, dopo la morte di Floyd, il ministro del turismo, delle arti e della cultura del Ghana africano Barbara Oteng-Gyasi, nel modo più serio, si è rivolto a tutti gli afroamericani con un appello a tornare nella loro patria ancestrale, dove “saranno liberi dall'oppressione razziale a cui 400 anni". Qualcuno che vuole qualcosa non viene osservato ... No. La tua volontà, ma il "giorno di pioggia" che ha ora coperto gli Stati Uniti e l'Europa non riguarda il razzismo. Si tratta di qualcosa di completamente diverso.
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexander Bobkov Офлайн Alexander Bobkov
    Alexander Bobkov (Nato nell'URSS) 15 June 2020 10: 40
    -4
    Non c'è bisogno di giustificare la polizia. Il fatto che abbia cercato di scappare e abbia portato via lo shock non è un motivo per uccidere una persona. Non aveva un'arma da fuoco e non ha usato uno shock contro la polizia. Per molto tempo la polizia americana ha sparato in tutto e ci sono centinaia di casi del genere in cui era possibile fare a meno degli omicidi. La polizia dovrebbe servire le persone, non le autorità, questo è l'intero problema, paghiamo le tasse per questo.
    1. Caro esperto di divani. 15 June 2020 13: 24
      +1
      La polizia dovrebbe servire le persone, non le autorità, questo è l'intero problema, paghiamo le tasse per questo.

      La polizia è uno dei tre attributi obbligatori dello stato: l'esecutivo. I suoi compiti includono non "servire il popolo", ma garantire lo stato di diritto stabilito dagli altri due attributi dello stato: legislativo (governo) e giudiziario (legge, tribunale).
      Scegliendo il potere, le persone delegano i propri poteri a questi tre organi.
      1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
        Sapsan136 (Sapsan136) 17 June 2020 07: 40
        +3
        Ebbene, sul fatto che non fosse necessario uccidere la persona in fuga, qui sono completamente d'accordo. Volevano trattenere, in modo da poter recuperare o, in casi estremi, sparare alle gambe. E in generale, cosa hanno lì negli Stati Uniti per la polizia, se un nero ubriaco picchia due poliziotti su una lavagna e gli porta via la pistola stordente ?! Abbiamo pensionati nella Federazione Russa che sono più fighi dei poliziotti americani che sono in grado di spazzare un ubriacone con una scopa per tutta la tristezza senza usare le pistole!
        1. Caro esperto di divani. 17 June 2020 08: 22
          +2
          Ebbene, sul fatto che non fosse necessario uccidere la persona in fuga, qui sono completamente d'accordo. Volevano trattenere, in modo da poter recuperare o, in casi estremi, sparare alle gambe.

          Sì, certo che non ne vale la pena. Anch'io non riesco a immaginare un poliziotto addestrato a sangue freddo che spara a un uomo alla schiena.
          Ma chissà cosa è realmente accaduto lì. Tali situazioni sono sempre molto caotiche, cariche di emozioni. Le decisioni vengono prese in modo rapido e intuitivo. Non è così facile colpire un bersaglio in movimento, e anche dove ne hai bisogno. Apparentemente c'erano altre persone in giro. Inoltre, scrivono lì che il negro ha portato via la pistola stordente. Se stiamo parlando di uno shock da sparo, allora per altri agenti di polizia potrebbe sembrare una pistola nelle sue mani in quel momento. Qualcuno ha valutato male la situazione, qualunque cosa.
          Insomma, la situazione è complessa e ne parliamo solo con le informazioni fornite dalla stampa. E com'era in realtà, lo sa la FIG.
  2. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 15 June 2020 12: 20
    0
    Selvaggi. L'intero Paese.
  3. Jack club Офлайн Jack club
    Jack club (Eugene) 15 June 2020 14: 29
    0
    In qualche modo tutto è filisteo. Ragazzi, siete decisamente uomini, non cuochi, scrivendo articoli e distaccando tra il lavaggio dei piatti e il taglio delle patate?
    Il razzismo e la lotta di classe non sono altro che fili nelle mani di un manipolatore. All'inizio, la società si nutre del dolce pensiero della sua superiorità: i poveri sui ricchi, i bianchi sui neri, i tedeschi su tutti, gli uomini sulle donne (solo ora è esattamente l'opposto, come con i neri), e ogni nazione sui suoi vicini.
    E poi viene minata nelle guerre che vengono chiamate imperialiste. Perché, a differenza di Alessandro Magno, che era guidato da sciocchezze personali (che non si chiama abilità da una grande mente), anche se questo è ancora in discussione. L'aspetto finanziario delle guerre del mondo antico non è affatto semplice come sembra.
    Oggi, i beneficiari di tutte le proteste di massa e delle rivoluzioni colorate sono diventati trasparenti. Ma invece di una discussione intelligente su cosa aspettarsi dalla fase successiva e quale finestra di armonici stiamo vedendo oggi, dobbiamo leggere testi vaghi sul razzismo ed esaminare al microscopio qualche recidivo che è semplicemente finito nel posto sbagliato al momento sbagliato.
    Ci aspetta una nuova finestra di Overton: un mondo di caos, dove l'egemonia americana evocherà gli stessi ricordi di questo paese tra gli abitanti dell'URSS. Solo senza un'alternativa a coloro che in questo momento stanno meglio, una classe insignificante di oligarchi e dei loro servi. Tutti piangeranno per gli Stati Uniti, compresi quelli che pregano per il crollo del dollaro e della Fed, vedendo in questo una garanzia della grandezza della Russia (sembra che sogni così stupidi non si osservino in Cina o in Germania).
    Dopo tutto, non c'è altro modo per costruire uno stato mondiale. Volontariamente, in modo amichevole, nello stile di Obama, non ha funzionato. Bene, sarà brutto. Chiediti sotto una mano di ferro.
    1. Caro esperto di divani. 17 June 2020 13: 37
      0
      Dopo tutto, non c'è altro modo per costruire uno stato mondiale.

      - "costruire uno stato mondiale" in bocca suonava come una frase non alternativa).
  4. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
    Natan Bruk (Natan Bruk) 18 June 2020 02: 40
    -1
    Come sempre, non è stato senza cospirazione. Si scopre che la pandemia è apparsa come risultato del "piano" e anche gli eventi attuali ne fanno parte. E lo mettono in pratica solo come massoni, "governo mondiale", ecc. Tutto è più semplice. COVID-19 è un virus presente in natura. C'è un'intera famiglia di coronavirus scoperti negli anni '60. Ce ne sono molti: una cinquantina, mutano facilmente. E quello attuale è poco noto all'umanità, non esiste ancora un'immunità di gruppo contro di esso. È altamente contagioso, per le peculiarità della sua penetrazione nell'organismo, e può dare complicazioni molto gravi, principalmente dovute alla super reazione del sistema immunitario. Che in questi casi, infatti, uccide il corpo. Quanto agli eventi negli Stati Uniti, questa è una diretta conseguenza della tolleranza e del liberalismo, cioè della tolleranza e del liberalismo, portati al punto dell'assurdità. Tutti gli estremi non portano al bene - né la tolleranza con il liberalismo, né l'autoritarismo con la dittatura. L'America, ovviamente, sopravviverà a questo, non così preoccupata, ma forse, tuttavia, la tendenza inizierà a cambiare.
  5. Lasciali combattere, non ci interessa.