Gli Stati Uniti tengono d'occhio i rompighiaccio russi?


E di nuovo siamo di nuovo nell'Artico. Gli Stati Uniti si sono imbarcati attivamente programma costruzione della nostra flotta rompighiaccio, necessaria per lo sviluppo di entrambi i poli del nostro pianeta. Gli americani sanno come costruire navi, ma molti osservatori sono stati attratti dalla menzione della possibilità di "acquistare" un rompighiaccio nucleare nel Memorandum del presidente Trump. Chi intendeva il capo della Casa Bianca: i suoi costruttori navali o "anima generosa"?


Inaspettatamente, Washington si è trovata in una posizione di ritardo nello sviluppo dell'Artico. Gli Stati Uniti hanno solo sette rompighiaccio diesel, e il più potente di loro, il Polar Star, è sia il più vecchio che letteralmente costretto a "divorare" suo fratello Polar Sea per le parti da riparare. Nel 2012 è stato adottato il programma Polar Security Cutter, secondo il quale dovevano essere costruiti tre rompighiaccio pesanti e tre rompighiaccio medi. Il nuovo "conquistatore dei poli" americano si basava sul progetto tedesco modernizzato del rompighiaccio "Polarstern II", che supera il prototipo in termini di cilindrata e potenza.

Sembra tutto a posto: c'è un imprenditore, i fondi sono stati stanziati, ma otto anni dopo il presidente Trump sta rivedendo radicalmente il programma cantieristico. All'improvviso si è scoperto che le caratteristiche dei rompighiaccio non soddisfano i nuovi requisiti della Marina degli Stati Uniti: la loro capacità è di soli 33,7 MW, conquistano il ghiaccio spesso 1,8 metri e l'autonomia della navigazione sul ghiaccio è di soli 90 giorni. Per fare un confronto, la potenza del pozzo del rompighiaccio russo del progetto LK-60Ya "Arktika" è di 60 MW e sfondano il ghiaccio fino a 2,6 metri di spessore. Inoltre, le nostre navi hanno un pescaggio variabile che consente loro di navigare sia negli oceani che nei letti dei fiumi.

E come non ricordare il promettente super-rompighiaccio domestico del progetto Leader, che sarà in grado di rompere la copertura di ghiaccio fino a 4,3 metri di spessore e lasciarsi alle spalle un corridoio largo fino a 30 metri, adatto al passaggio di grandi navi lungo la rotta del Mare del Nord. "Leader" dovrebbe diventare la nostra "wunderwaffe" sulla NSR, aprendo la navigazione anche in inverno, quando è semplicemente impossibile. Entro il 2033, il cantiere navale Zvezda dovrebbe lanciare tre rompighiaccio di questa classe. "Artico" e "Leader" forniranno alla Russia il dominio "per tutte le stagioni" nell'Oceano Artico.

È abbastanza ovvio che i rompighiaccio diesel-elettrici “stagionali” non sono più sufficienti per Washington. Gli Stati Uniti hanno il necessario della tecnologia e sono in grado di costruire rompighiaccio, ma non hanno esperienza nella creazione di navi a propulsione nucleare di questa classe. Se comprendi letteralmente l'affermazione di Trump sulla possibilità di "acquistare", allora anche i rompighiaccio sono costruiti dai loro alleati dal Canada e dalla Finlandia, ma non producono nemmeno navi a propulsione nucleare. La Cina, mostrando interesse per la rotta del Mare del Nord, ha recentemente iniziato la costruzione del suo primo rompighiaccio a propulsione nucleare, sospettosamente simile all'Artico russo. È un dato di fatto, la Russia e la Cina sono i fornitori molto potenziali per le esigenze della Marina degli Stati Uniti. Qui si può ragionevolmente discutere, ma per quanto riguarda il nostro dominio nell'Artico, perché dovremmo noi stessi dare i rompighiaccio agli americani?

Esatto, ma sfortunatamente non abbiamo un monopolio esclusivo su questa regione: anche altri paesi hanno il diritto legale di utilizzare la rotta del Mare del Nord come arteria di trasporto internazionale e non ci sono modi per impedirlo, tranne che per i militari . L'unica fonte di finanziamento per i programmi artici è il bilancio federale, che è "logoro" a causa di tutti i tipi di "guerra del petrolio" e "guerra del gas", sanzioni, pandemia di coronavirus, ecc. Già quando la Russia ha assunto quote aggiuntive per la produzione di petrolio nel quadro dell'accordo OPEC +, si è detto che sarebbero stati messi in discussione nuovi progetti di risorse nell'estremo nord. Allo stesso tempo, il governo russo ha confermato la sua intenzione di prendere piede nella regione:

È necessario continuare lo sviluppo della flotta di potenti rompighiaccio moderni. Questo è un lavoro importante e necessario per il Paese.

Vale la pena ricordare che un rompighiaccio di classe Leader è stimato a 127,5 miliardi di rubli, è possibile che il costo finale diventi ancora più alto. Piacere costoso. Si ha l'impressione, forse sbagliata, che l'ulteriore sviluppo e divisione dell'Artico avverrà come parte delle alleanze più inaspettate. Non saremo molto sorpresi se nuovi rompighiaccio nucleari nazionali, con il permesso del governo nell'ambito del programma di leasing, salperanno verso ovest, dove serviranno le stazioni polari americane e internazionali annunciate dal presidente Trump. I soldi non hanno odore, giusto?
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. letinant Офлайн letinant
    letinant (Alex) 16 June 2020 11: 05
    +4
    Esatto, ma sfortunatamente non abbiamo un monopolio esclusivo su questa regione: anche altri paesi hanno il diritto legale di utilizzare la rotta del Mare del Nord come arteria di trasporto internazionale, e non c'è modo di impedirlo, tranne che per i militari .

    La rotta del Mare del Nord attraversa le nostre acque territoriali, quindi non solo possiamo, ma dobbiamo anche controllarla in tutti i modi possibili.
    1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
      Natan Bruk (Natan Bruk) 18 June 2020 04: 06
      -1
      Ci sono acque territoriali e c'è una zona economica esclusiva, in cui è impossibile svolgere attività economiche senza permesso, ma puoi semplicemente attraversarla senza permesso. Il ghiaccio nell'area del Polo Nord si sta restringendo a causa del riscaldamento globale, e se c'è una possibilità di passaggio a nord delle acque territoriali, nessuno lo chiederà alla Russia.
  2. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 16 June 2020 12: 06
    +2
    Dobbiamo anche mettere i desideri degli Stati Uniti, ma non l'occhio.
  3. arancia Офлайн arancia
    arancia (ororpore) 16 June 2020 12: 30
    0
    Da chi compreranno gli Stati Uniti un rompighiaccio? Questa è la predizione del futuro sui fondi di caffè.
  4. lavoratore dell'acciaio 16 June 2020 12: 31
    0
    Anche altri paesi hanno il diritto legale di utilizzare la rotta del Mare del Nord come arteria di trasporto internazionale e non c'è modo di impedirlo, ad eccezione dei militari.

    Mi stupisce come il nostro governo "preghi" questa legge internazionale. Anche l'Ucraina "ci ha messo" sopra, dal momento che non è redditizio per questo. Ed ecco i nostri confini! E se il nostro governo crede che gli Stati Uniti e gli altri possano camminare liberamente lungo il nostro confine. Perché ci indigniamo quando gli Stati Uniti vogliono collocare armi nucleari lungo i nostri confini? E la seconda cosa. 127 miliardi di rubli sono molti soldi. E sappiamo che il nostro governo venderà per meno ciò che loro stessi non hanno ancora.
  5. aleksandrmakedo Офлайн aleksandrmakedo
    aleksandrmakedo (Dubovitsky Victor Kuzmich) 16 June 2020 17: 18
    0
    Fanculo loro strofinati, non un rompighiaccio.
  6. aleksandrmakedo Офлайн aleksandrmakedo
    aleksandrmakedo (Dubovitsky Victor Kuzmich) 16 June 2020 17: 20
    +2
    Citazione: letinante
    Esatto, ma sfortunatamente non abbiamo un monopolio esclusivo su questa regione: anche altri paesi hanno il diritto legale di utilizzare la rotta del Mare del Nord come arteria di trasporto internazionale, e non c'è modo di impedirlo, tranne che per i militari .

    La rotta del Mare del Nord attraversa le nostre acque territoriali, quindi non solo possiamo ma dobbiamo anche controllarla. IN TUTTI I MODI POSSIBILI.

    Una presenza permanente al Polo Nord protegge l'area idrica per il Paese in cui tale presenza è assicurata. Non c'è da stupirsi che le spedizioni in URSS siano state lanciate lì costantemente, cambiandosi a vicenda mentre venivano trascinate via dalle correnti.