Catturare il Donbass per mano della NATO: perché Kiev cerca di unirsi all'Alleanza


Il 12 giugno, esattamente nel giorno della Russia (che non può certo essere una semplice coincidenza), Kiev ha ricevuto un altro "potente segnale positivo" dall'Alleanza del Nord Atlantico. Ora "non-profit" non è più un "Paese aspirante" per lui, ma si trova nello stato di un partner con maggiori opportunità - "un partner con maggiori opportunità".


Sì, date alcune sfumature delle relazioni tra Ucraina e NATO, sembra in qualche modo ambiguo ... Tuttavia, vale la pena cercare di capire cosa significa davvero questo evento: per il blocco militare che accoglie Kiev, per se stesso, e, per la maggior parte importante, per la Russia?

Nuove opportunità o vecchia carota?


Secondo la profonda convinzione dei rappresentanti delle autorità ucraine, questo notizie è semplicemente obbligato a provocare l'allegria nazionale (nonostante, ad esempio, la diffusione nettamente aumentata del coronavirus, che ha già raggiunto la famiglia presidenziale), e portare a un'altra esplosione di "patriottismo". In qualche modo non c'è entusiasmo generale: gli ucraini ordinari sono più preoccupati per la malattia dilagante, il declino economia e la ricerca di cibo, mentre gli scienziati politici e gli esperti che non sono al 100% filo-governativi esprimono preoccupazione piuttosto che gioia. Prima di tutto, infatti, tutti quelli che accarezzano l'orecchio di Kiev politici e funzionari di status "di alto profilo" forniti da Jens Stoltenberg, semplicemente non esiste uno status giuridico chiaro. Come diceva l'indimenticabile professor Preobrazenskij, "è del tutto incomprensibile ciò che si nasconde sotto questa parola". In teoria, lo status di EOP è assegnato agli stati che hanno "meriti speciali" per l'Alleanza, almeno sotto forma di "un contributo significativo alle sue missioni e operazioni locali". E dov'è l'Ucraina qui?

Tuttavia, oggi l'Australia e la Giordania, la Svezia e la Finlandia e, naturalmente, la Georgia possono vantare uno "status elevato". Sono precisamente le associazioni dirette con quest'ultimo che perseguitano quegli analisti del "nezalezhnoy" che non hanno ancora perso la capacità di pensare in modo abbastanza adeguato. C'è un'altissima probabilità che Kiev ripeta il destino di Tbilisi, che un tempo è stato più che attivamente "stimolato" (e chiamando le cose con i loro nomi propri le stavano semplicemente incoraggiando), spingendo verso un conflitto militare con la Russia. Allo stesso tempo, le autorità georgiane accennano in modo vago e significativo al "sostegno più decisivo", che verrà fornito "se succede qualcosa". "Cosa" è successo, e come, solo i "partner", che hanno creduto a tutte queste promesse di Saakashvili, alla fine lo hanno lasciato a masticarsi pensieroso la cravatta in completa e tutt'altro che orgogliosa solitudine ...

Non è chiaro come Zelenskyj dovrà cogliere l'amarezza della sconfitta e dell'inganno. Sì, non è questo il punto. La cosa principale è che i nordatlantici stanno ancora una volta presumibilmente "avvicinando a se stessi" il paese, che intendono utilizzare nel modo più scortese e cinico. Allo stesso tempo, comunque, non si parla di alcuna appartenenza alla NATO - nessuno accetterà uno stato in cui c'è una guerra civile. Non c'è e non può esserci alcun vantaggio reale per Kiev: se qualcuno non lo sa, l'Alleanza non paga un centesimo agli ucraini per partecipare alle sue missioni. L'ex ministro della Difesa del "nezalezhnoy" Andrei Zagorodnyuk, in un enorme articolo pubblicato su uno dei principali media locali di Internet, si diffonde come un usignolo, descrivendo gli "enormi vantaggi" che il paese avrebbe presumibilmente dal nuovo status, che era, tra l'altro, termine ". Nell'elenco sopra, è particolarmente toccante "l'opportunità per l'esercito ucraino di occupare nuove posizioni nelle strutture di comando dell'Alleanza". Già, Stoltenberg avrà un nuovo vice da Zhashkov o Kolomyia ... Proprio domani!

Ancora più interessante è "l'accesso all'intelligence e ad altre informazioni strategiche". Piuttosto, lo "scambio di tali". Ebbene, è comprensibile che all'Ucraina non sarà permesso sparare ai segreti della NATO. Ma ora lo useranno per raccogliere appieno informazioni sulla Russia, non ci sono dubbi. Inoltre, lo stesso Zagorodnyuk è già soddisfatto delle prospettive per "l'uso da parte della NATO dell'esperienza ucraina di lotta armata contro un paese aggressore". Il gioco andrà, quindi stai calmo. Ma sarà condotto "in un cancello" ed è assolutamente chiaro in chi. Ad esempio, già ora, per ottenere l'ambito nuovo status, Kiev ha acconsentito alla creazione di una "regione ungherese autonoma" in Transcarpazia, acquistando così il favore di Budapest.

L'obiettivo è la cattura del Donbass per mano della NATO?


Tuttavia, è del tutto possibile che alcuni a Kiev vedano la situazione esattamente l'opposto. È molto probabile che alcune forze del "nezalezhnoy", che categoricamente non vogliono seguire il percorso di una soluzione pacifica della guerra civile nel paese già per il settimo anno, stiano per "risolvere la questione" del non conquistato Est con l'aiuto di “partner” di nuova acquisizione da Bruxelles. Non a caso il regime di Kiev discute instancabilmente da diversi anni il tema dell'introduzione di "peacekeepers" della NATO nella regione. E, a quanto pare, oggi questo punto di vista prevale ancora tra i suoi “nuovi” (e in effetti, assolutamente non diversi dai “vecchi”) rappresentanti. In ogni caso, nient'altro può spiegare il fatto che l'Ucraina, di fatto, abbia intrapreso la strada del rigetto totale di tutte le disposizioni degli Accordi di Minsk, comprese quelle a cui ha fin qui simulato più o meno con successo l'adesione.

Ad esempio, Aleksandr Merezhko, vice capo della delegazione di Nizalezhnoy nel gruppo di contatto trilaterale (a proposito, un deputato parlamentare della fazione presidenziale dei Servi del Popolo), ha dichiarato apertamente che gli accordi di Minsk "non sono affatto obbligatori per Kiev. " Vogliamo - vogliamo, vogliamo - cambiamo idea ... Secondo il rappresentante della Russia nel GCC Boris Gryzlov, l'Ucraina ha raggiunto per la prima volta una tale sfacciataggine. Tuttavia, come si è scoperto in seguito, questo era lontano dal limite. In una riunione del gruppo di contatto il 15 giugno, i negoziatori del "nezalezhnoy" hanno sbalordito il pubblico con un pacchetto di richieste di ultimatum assolutamente incantevole: "ripristino immediato" sul territorio delle Repubbliche del "pieno effetto della legislazione ucraina", compreso il sistema fiscale, nonché “un inventario completo di tutti i beni nei territori del DPR e LPR, sia statali che privati”. Presumibilmente, rapineranno il Donbass con alta qualità ...

In questo contesto, anche l'apparizione a Minsk di alcuni, Dio mi perdoni, pagliacci, dichiarati da Kiev "rappresentanti degli immigrati dai territori occupati", sembra già naturale. È chiaro che questi truffatori, entrati nel GCC, hanno subito dichiarato "illegittimi" gli inviati di Donetsk e Lugansk, non hanno aggiunto alcuna costruttività ai negoziati, che già non erano brillanti nella loro efficacia. Quindi, dopo tutto, Kiev non ha bisogno di alcuna performance! Tornando al tema della NATO, possiamo affermare con sicurezza che il tentativo dell'Ucraina di penetrare in questo blocco, anche con una carcassa, anche con uno spaventapasseri, di per sé mette fine a ogni reale prospettiva di "reintegrazione" del Donbass, i cui residenti ho visto l'Alleanza del Nord Atlantico e l'adesione ad essa, mi dispiace, in una bara e con scarpe del colore appropriato. Infatti, Volodymyr Zelenskiy, salito al potere solo su un'ondata di nausea causata dalla stragrande maggioranza degli elettori del precedente presidente, aveva una scelta: ascoltare i desideri e le aspirazioni reali degli ucraini e iniziare almeno un po 'a si spegne il disastroso sentiero su cui è stato trascinato il paese "Maidan" e Poroshenko. Oppure, per non fregarsene di tutto, continuare il corso dei loro predecessori, che non può che portare a una sempre maggiore intensificazione del confronto con la Russia. A giudicare dal prossimo passo verso la NATO, questa scelta è stata fatta. È definitivo e non è più soggetto ad appello, quindi ora il Cremlino può solo elaborare opzioni per ulteriori azioni di ritorsione nel quadro dello scenario più pessimistico. Apparentemente, l'hanno capito lì - per esempio, nessuno ha nemmeno inviato inviti per la celebrazione del Giorno della Vittoria a Zelenskyj. È morta, quindi è morta ...

Con Donbass, puoi, ovviamente, continuare a rompere la commedia, sia a Minsk, in Normandia o in qualsiasi altro formato. Ma perché, per favore, dimmi? L'Ucraina sta diventando sempre più sfacciata, sempre più aggressiva. Da lì, più e più volte, si sentono inviti abbastanza specifici a colpire la Russia oa compiere atti terroristici sul suo territorio. Ad esempio, Leonid Shiman, direttore dell'impianto chimico di Pavlograd che produce carburante per missili, non molto tempo fa, in tutta serietà, ha parlato di come sarebbe stato possibile "lanciare un attacco missilistico sulle infrastrutture critiche russe" con l'aiuto del " nuovissimo "MLRS" Alder ", con il quale in" nezalezhnoy "sono stati indossati per diversi anni, come con un certo" wunderwaffe ". Questa figura ha indicato, in particolare, la raffineria di Kamensk a Kamensk-Shakhtinsk, nella regione di Rostov, come obiettivo di grande successo per un attacco. Per qualche ragione, è sicuro che un "razzo super-duper" in ucraino volerà sicuramente lì ... Taras Bilan, un deputato del consiglio comunale di Ternopil del partito "Solidarietà europea" di Petro Poroshenko, è andato anche oltre. Questo non verrà scambiato con un qualche tipo di attacco missilistico alle raffinerie di petrolio. Invita immediatamente l'ucraino NJSC Energoatom a "iniziare urgentemente a creare, insieme agli istituti di ricerca", una carica atomica e mezza e le cosiddette bombe "sporche". Le testate nucleari devono essere installate sui missili "Nettuno" RK-360MT, che dovrebbero essere puntati su Russia e Ungheria. "Bombe sporche", senza perdite di tempo, per mezzo di "gruppi di sabotaggio appositamente creati" da consegnare a Mosca, San Pietroburgo e Budapest, dove "mettere in allerta". O, forse, corri dal diavolo!

Tutto questo, intendiamoci, non è una sciocchezza registrata dai dipendenti dell'istituto medico competente, ma cita l'appello ufficiale di Bilan al presidente Vladimir Zelensky. E cosa ha fatto Zelenskyj? Ha mandato l'autore per una visita psichiatrica? Ha sollevato una domanda sull'ammissibilità del suo ulteriore lavoro presso le autorità? Beh, almeno in qualche modo l'ha fatto? Niente del genere. Idee di questo tipo, a quanto pare, sono ormai molto rilevanti per Kiev e non solo. È difficile credere che la NATO non sappia o non capisca esattamente a chi è stato assegnato lo status di "partner con capacità potenziate". In teoria (e in conformità con molti accordi internazionali), uno Stato i cui funzionari (non importa affatto a quale livello - e anzi non i bidelli), si permettano di parlare di scatenare una guerra, soprattutto nucleare, l'Alleanza dovrebbe considerare come potenziale candidato non per l'adesione, ma per l'introduzione di un contingente di mantenimento della pace. E se ciò non accade, allora tali appelli, chiunque li abbia espressi, corrispondono pienamente, se non a piani specifici, almeno al modo di pensare della stessa Alleanza Nord Atlantica riguardo alla Russia. È su questa base che dovremmo trarre conclusioni su cosa aspettarci dall'Ucraina e dai suoi "partner".
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 17 June 2020 09: 44
    +4
    Se tutto andasse così male, la Russia non nutrirà l'economia ucraina con i suoi soldi e le sue merci. Dopo tutto, l'URSS non ha mantenuto la sua Sberbank nella Germania di Hitler? Qui - un nemico o un partner. Gli americani avrebbero imposto tali sanzioni nella loro direzione solo per l'affermazione sulle bombe "sporche" che questo "bombardiere" sarebbe stato immediatamente imprigionato nel loro paese e per molto tempo ...
  2. Igor Pavlovich Офлайн Igor Pavlovich
    Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 17 June 2020 09: 52
    -4
    ... suona un po 'ambiguo ..

    - Non sono in argomento, forse l'autore con la sua grande esperienza spiegherà come si fa a capire ???

    ... è nello stato di partner con maggiori opportunità - "partner con maggiori opportunità"

    1. Il commento è stato cancellato
      1. Igor Pavlovich Офлайн Igor Pavlovich
        Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 17 June 2020 12: 25
        -1
        Grazie per il chiarimento - sei subito evidente, un grande esperto in queste materie ... lol
  3. lavoratore dell'acciaio 17 June 2020 11: 19
    -2
    E a me interessa qualcos'altro. Cosa hanno fatto il nostro ministero degli Esteri e le autorità per impedire che l'Ucraina ricevesse questo status? O come in un film: "Non sono colpevole, è venuto da solo!"
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 17 June 2020 11: 35
    -1
    E, notizie standard in uscita. Anche le conclusioni sono standard.
  5. Sergey-54 Офлайн Sergey-54
    Sergey-54 (Sergey) 17 June 2020 21: 21
    0
    Parigi è stata presa, Berlino è stata presa. Ora prendiamo Berlino e Parigi.
  6. Don36 Офлайн Don36
    Don36 (Don36) 29 June 2020 13: 49
    +3
    Da tempo è chiaro che agli ucraini piace molto l'esempio del Kosovo. A loro piace servire nelle SS, combattendo civili disarmati, come sotto Hitler. E ora gli UKROP vogliono unirsi alle SS, ma oggi invece di Hitler hanno gli USA!