Nello stile dell'Ucraina: la Turchia potrebbe privare la Russia di 2 miliardi di dollari


Come riportato da The Wall Street Journal, Ankara dovuto Mosca per il gas circa $ 2 miliardi. Secondo il quotidiano americano, sette società turche hanno violato i loro obblighi contrattuali nei confronti di Gazprom. Che cos'è questo, "solo affari" o una sofisticata "vendetta orientale"?


Vi ricordiamo che la Turchia oggi è una delle aree più problematiche per il monopolista interno. Qualche anno fa questo paese era il secondo mercato più importante per Gazprom, ma ora è ricaduto tra i primi dieci fornitori in termini di volumi. L'anno scorso, la società statale ha venduto gas ai turchi del 35% in meno rispetto al 2018. Nel primo trimestre del 2020, le consegne sono crollate di sette volte.

In effetti, la scommessa sul Turkish Stream, costruita aggirando l'Ucraina, si è rivelata non la più vincente. Ankara ha molte fonti alternative di approvvigionamento di gas: Azerbaigian e Iran, oltre a vari fornitori di GNL. A causa delle condizioni di mercato prevalenti, il gas naturale liquefatto viene ora venduto a un prezzo inferiore rispetto all'oleodotto russo, ancorato al prezzo del petrolio. I consumatori turchi possono portare il "carburante blu" dove costa meno, e il gasdotto costruito con i nostri fondi si è essenzialmente trasformato in un gasdotto di riserva, di cui noi in dettaglio detto in precedenza.

In generale, l'unica cosa che in qualche modo protegge gli interessi di Gazprom è il principio "prendere o pagare". In base a tale accordo, il consumatore si impegna ad acquistare determinati volumi di gas a un prezzo adeguato, nonché a pagarli, anche se non sono effettivamente selezionati. Questo è considerato un meccanismo di difesa abbastanza efficace per gli investimenti a lungo termine. Ma ci sono sfumature importanti.

In primo luogo$ 2 miliardi di debiti sono un importo enorme per le società private. Sì, avrebbero potuto considerare che i risparmi derivanti dal passaggio a un GNL più economico sarebbero stati più redditizi per loro rispetto all'acquisto di gas da Gazprom, e la questione delle multe con la compagnia russa potrebbe in qualche modo essere risolta in un secondo momento. Ma difficilmente avrebbero osato accumulare e "saldare" autonomamente tali debiti con un fornitore straniero senza il supporto diretto e inequivocabile dell'Ankara ufficiale.

In secondo luogo, si dovrebbe tener conto della prassi giudiziaria consolidata. Se il caso è deferito all'arbitrato europeo, possono ritenere che i consumatori turchi non potrebbero adempiere ai loro obblighi contrattuali a causa di l'economiae decidere a favore di Ankara. Ricordiamo che in precedenza l'ucraino "Naftogaz" ha già vinto contro "Gazprom" su questa base.

In terzo luogoTenendo conto di quanto sopra, è del tutto possibile considerare la situazione con un debito di 2 miliardi di dollari come un tentativo della Turchia di "dare una lezione" al Cremlino per la sua attività in direzione siriana e libica. Tutto è fatto in modo orientale, ma Ankara chiarisce che non solo può fare a meno dei servizi di Gazprom, ma anche "buttarlo" se lo desidera, e nel quadro della legge.

In generale, i nostri geopolitici hanno molto da imparare dal presidente Erdogan.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 17 June 2020 11: 56
    +3
    L'Europa è davvero incline a difendere i poveri e gli infelici (quando si tratta di danneggiare la Federazione Russa). Ma, a differenza delle relazioni con l'Ucraina, la Federazione Russa può anche influenzare la Turchia con metodi extragiudiziali. Puoi lasciare la Turchia senza i nostri turisti fino alla fine della stagione. Semplicemente, è stupido non aprire il confine nel processo di allentamento delle misure di quarantena. La Turchia non produce nulla che la Russia non potrebbe acquistare altrove. Non prendere il nostro gas - mangia i tuoi stessi pomodori.
    Ebbene, le relazioni dell'Europa con la Turchia, per usare un eufemismo, sono ambigue. A differenza dell'Ucraina, i cui leader obbedienti la portano al completo collasso, Erdogan non è indifferente al destino della Turchia e lui (buono o cattivo) cerca di agire per il bene del suo Paese.
  2. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 17 June 2020 11: 58
    +4
    Dato che in Occidente non esiste una tutela giudiziaria dei fornitori, in linea di principio, perché Gazprom non trae conclusioni da questo fatto?
    Chi impedisce a Gazprom di passare al pagamento anticipato?
    1. Igor Pavlovich Офлайн Igor Pavlovich
      Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 17 June 2020 12: 17
      -1
      È ancora solo nella CSI e nell'EAEU che si possono trovare stupidi per il pagamento anticipato: l'intero mondo civilizzato lavora sul principio dei pagamenti differiti ...
  3. lavoratore dell'acciaio 17 June 2020 15: 04
    +1
    Durante i suoi 20 anni di governo, Putin non ha punito nessuno per la meschinità fatta alla Russia e alla sua economia. In modo che gli altri siano scoraggiati! Non si ricordano nemmeno del prestito di 3 miliardi di dollari concesso a Yanukovich. Pertanto, Gazprom andrà perso e regolerà i conti con i suoi cittadini.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 17 June 2020 15: 56
      +1
      L'Ucraina è già stata punita dal fatto che Crimea e Donbass l'hanno lasciata. Inoltre, l'economia è crollata.
      E tra i turchi, in circostanze favorevoli, Istanbul può anche trasformarsi in Costantinopoli con una repubblica amica che fa parte dello Stato dell'Unione. Quindi i monaci lo predissero ...
      1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
        Natan Bruk (Natan Bruk) 18 June 2020 00: 21
        0
        Oh, beh, se i monaci predissero :))) Wang può ancora essere ricordato :)))
  4. Aico Офлайн Aico
    Aico (Vyacheslav) 18 June 2020 05: 20
    +1
    E i ratti sono per lo più di colore diverso!