Dopo il petrolio alternativo, Lukashenko ha trovato un gas alternativo


La corsa presidenziale in Bielorussia è arrivata in dirittura d'arrivo. Il capo di stato in carica Alexander Lukashenko a seguito dell'alternativa olio trovato un gas alternativo per il suo paese. Allo stesso tempo, il leader bielorusso non è imbarazzato da eventuali complicazioni nei rapporti con Mosca, né dal costo più elevato delle materie prime, che influirà sicuramente sulla competitività delle merci nazionali.


E c'è già abbastanza gas naturale, c'è una lotta per il premium europeo e il nostro mercato tra i principali attori fornitori di gas naturale. E c'è un'alternativa, la puoi trovare

- ha detto Lukashenka durante un recente viaggio di lavoro nella regione di Grodno.

Quindi su cosa può contare Lukashenka quando discute della coda di "produttori di gas" alternativi che si trovano al confine della Bielorussia con una popolazione di 9,5 milioni?

In teoria, la Bielorussia può ricevere gas dall'Ucraina, poiché questi paesi sono collegati da due gasdotti: Ivatsevichi-Dolina e Torzhok-Dolina con una capacità di 35 miliardi di metri cubi. metri di gas all'anno. Minsk può contare anche sul gas dalla Lituania attraverso il gasdotto Vilnius-Ivatsevichi con una capacità di 0,6 miliardi di metri cubi. metri di gas all'anno. C'è anche un'opzione per ricevere gas dalla Polonia. Ma tutte e tre queste direzioni si riferiscono al gasdotto Yamal-Europe, attraverso il quale il gas dalla Russia viene fornito alla Germania e ad altri paesi europei.


La preparazione dei gasdotti per il funzionamento inverso è costosa. Secondo gli esperti, nell'ultimo decennio Minsk avrebbe perso 7 miliardi di dollari se avesse acquistato gas non dalla Russia, ma sul mercato europeo.

Sebbene in futuro la Bielorussia possa contare sulla ricezione di gas dalla Polonia. Nell'ottobre 2022 entrerà in funzione il gasdotto Baltic Pipe, attraverso il quale il gas dalla Norvegia attraverso la Danimarca fluirà verso questo paese lungo il fondo del Mare del Nord e del Mar Baltico. E già i polacchi dichiaratoche sono pronti a salvare l'Ucraina dal "ricatto" del gas russo. Allora perché Varsavia non dovrebbe aggiungere Minsk alla lista dei "beneficiati"?
  • Foto utilizzate: gazprom.com e Homoatrox / wikimedia.org
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 18 June 2020 12: 10
    +2
    Sasha Lukashenko ha inventato lo "Stato dell'Unione" e Sasha dovrebbe ucciderlo.
    Dai, Sanyok, non rallentare!
    "Bielorussia Geta Eropa"
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 18 June 2020 13: 35
    -3
    Papà è fantastico. Pressurizzare e Gazprom, come prima di piegare le forniture di petrolio ...
    Centinaia di milioni di superflui non giacciono sulla strada... Capitalismo, signore.
    1. Topol M Офлайн Topol M
      Topol M (Yury) 19 June 2020 11: 14
      +3
      Oh bene! E chi Sasha ha piegato il 3%, sei chiaramente dalla sua piscina. Questa è la sua espressione preferita - piega - dal lessico delle persone gay! Chiederai agli operai petroliferi di Novopolotsk di queste forniture di petrolio, e non dalle labbra della signora Kachanikha, che a Novopolotsk è odiata con ogni fibra dell'anima quando ha comandato Novopolotsk, e lo stesso era il compagno Kosinets, che ha sfigurato l'intero aspetto di Vitebsk. Questo è il tipo di camarilla che ha il presidente della Bielorussia. E il gas da altre fonti non ha senso, è chiaro che i polacchi e i bastardi del Baltico stanno urlando con forza e forza contro la Federazione Russa. E la Germania è il contrario, quindi impara la storia e la realtà e non piegarti...
      1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
        Sergey Latyshev (Serge) 19 June 2020 13: 42
        -1
        Non li conosco.
        I media hanno riferito che a causa della chimica in cantiere hanno chiesto, chiesto e chiesto denaro.
        E il gas ... Una volta che è sceso di prezzo, quindi ci vuole ... Non sarebbe economico, non l'ho preso.
        "Dobbiamo gioire" - Vladimir Putin.