Un incidente tra navi turche e francesi potrebbe avere gravi conseguenze


La campagna militare in Libia rischia di diventare un prologo del collasso de facto della NATO. Come noi e ha scritto il giorno prima, nel conflitto tra il PNS Saraj e l'LNA di Khalifa Haftar, oltre a Turchia ed Egitto, sono sempre più coinvolti i nuovi membri dell'Alleanza Nord Atlantica - Francia, Italia, Grecia -. "Morte cerebrale" significherà anche "decomposizione del corpo"?


La questione sta diventando più seria. Una fregata della marina francese nell'ambito del programma NATO Sea Guard ha tentato di ispezionare una nave turca che trasportava un carico di armi in Libia. In risposta, la fregata della Marina turca ha effettuato una manovra di evasione e ha puntato i sistemi radar sulla nave del suo alleato. Il presidente Macron ha affermato che tali azioni sono incompatibili con lo status di Ankara come membro del blocco:

Vi riporto alle mie dichiarazioni alla fine dello scorso anno sulla morte cerebrale della NATO. Credo che il recente incidente lo dimostri chiaramente.

Questa è la seconda dichiarazione di questo tipo da parte del leader della Quinta Repubblica. A quanto pare, gli "alleati" sono pronti a combattere tra loro per un premio così gustoso come il territorio dell'ex Libia. La Turchia è stata la prima ad "affrettarsi" a venire in aiuto del governo Saraj, in cambio del quale ha avuto accesso a ricchi giacimenti di idrocarburi, il controllo delle piattaforme marine nel Mediterraneo orientale e l'opportunità di aprire nuove basi militari in Nord Africa.

Il suo alleato ad hoc è un altro membro della NATO, l'Italia. La Roma difende gli interessi del suo colosso energetico, l'ENI, i cui contratti vengono firmati con il PNS Saraj. Si noti che questa alleanza difficilmente può essere considerata forte e di lungo periodo: sia la Turchia che l'Italia sono allo stesso tempo ex metropoli per la Libia, quindi, “uccidendo l'orso”, Ankara e Roma si scontreranno sicuramente tra loro.

Ma già ora hanno attraversato la strada di una delle maggiori potenze del Vecchio Mondo, la Francia. L'Africa è tradizionalmente la sfera degli interessi di Parigi, sul territorio del "continente nero" ci sono quattordici stati, ex colonie, sui quali la Francia mantiene il controllo indiretto attraverso un ingegnoso sistema finanziario. Il presidente Macron ha bisogno di spostare il governo di Saraj in Libia per fare pressioni sui contratti della società energetica nazionale Total. Inoltre, a Parigi non piace il ricatto di Ankara sulla questione dei rifugiati. Dopo aver ottenuto il controllo sulla Libia, la Turchia acquisirà la capacità di "moderare" i flussi migratori chiave dall'Africa all'Europa, principalmente alla Francia. In precedenza, i francesi sostenevano tacitamente il feldmaresciallo Haftar, inviandogli consiglieri militari e mercenari, oltre a fornire politico "Tetto" nel Consiglio di Sicurezza dell'Onu. Ma ora Parigi ha cercato di interrompere la fornitura di armi turche a Saraj, cosa che ha portato alla cattura della sua fregata "sotto tiro".

Resta da menzionare un altro membro della NATO coinvolto in battibecchi locali. Questa è la Grecia, nemica di lunga data della Turchia, con la quale ha combattuto cinque volte. Atene si sta preparando per "qualsiasi" opzione, comprese quelle militari, ha dichiarato il ministro della Difesa nazionale greco Nikos Panayotopoulos:

Il comportamento della Turchia è stato piuttosto aggressivo negli ultimi tempi. Credo che l'unico modo per la Grecia di affrontare questo comportamento sia, da un lato, utilizzare tutto il suo arsenale diplomatico e, dall'altro, occuparsi del rafforzamento delle proprie forze armate.

Ai greci non piace molto il rimodellamento delle piattaforme marine del Mediterraneo orientale da parte dei turchi, dove hanno il loro economico interessi, così come la direzione dei rifugiati fluisce verso di loro. Un discorso a parte meritano i piani militari di Ankara recentemente pubblicati sui media. Si scopre che la Turchia stava preparando uno scenario per un attacco alla Grecia chiamato "Chaka Bey" e all'Armenia - "Altai". A proposito, Yerevan è membro della CSTO, quindi la guerra tra i turchi e gli armeni avrebbe costretto la Russia a intervenire.

Si scopre una vera palla di serpente. La Turchia ha il secondo esercito più grande della NATO dopo gli Stati Uniti, la Francia è la principale potenza nucleare nel Vecchio Mondo dopo che la Gran Bretagna ha lasciato l'UE. Nonostante i problemi economici, la Grecia è tra i leader della NATO in termini di rapporto tra spese militari e PIL. Forse questi predatori potranno mettersi d'accordo tra loro sulla divisione del territorio dell'ex Libia e delle risorse del Mediterraneo orientale. Ma non è un dato di fatto.

Come si suol dire, se nel primo atto c'è una pistola appesa al muro, nell'ultimo atto dovrebbe sparare. I problemi economici mondiali accumulati e le contraddizioni politiche sono sempre alla fine risolti da una grande guerra. È del tutto possibile che la scena dell'azione sarà il Nord Africa e il Medio Oriente, dove il nodo geopolitico più grave è confuso.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
    Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 24 June 2020 18: 46
    -2
    Non una parola sull'umiliazione degli interessi della Russia in Libia! Molto strano... che cosa
  2. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 24 June 2020 20: 49
    -4
    Una fregata della marina francese nell'ambito del programma NATO Sea Guard ha tentato di ispezionare una nave turca che trasportava un carico di armi in Libia. In risposta, la fregata della Marina turca ha effettuato una manovra di evasione e ha puntato i sistemi radar sulla nave del suo alleato. Il presidente Macron ha affermato che tali azioni sono incompatibili con lo status di Ankara come membro del blocco

    - Ah ... - Perché c'è la Francia di Turchia di Macron ... - La Turchia già non mette gli americani in niente ...
    - Non è la Francia a bombardare impunemente Gheddafi ... - con la Turchia, i francesi probabilmente interromperanno ...
    - Sì, e la Turchia sta chiaramente giocando nelle mani degli americani ... - Almeno la Turchia terrà a freno Macron, che ha cominciato a permettersi troppo nei suoi tentativi di diventare il leader dell'Occidente. Europa ... - Qui Erdogan metterà questa insignificanza ... - Macron al suo posto ... - E gli americani saranno felici ...
    - E quali "alleati in Libia" ha la Francia oggi ??? - Una Grecia debole e codarda, che nel secolo scorso ha dato ai turchi metà di Cipro; e prima (circa 500 anni fa) ha ceduto la sua terra storica alla Turchia ...
    Ebbene, la Francia ha armi nucleari ...; ma dove può applicarlo ??? - è semplicemente ridicolo ... - Quindi Erdogan non solo non scuote il blocco NATO; ma al contrario ... - lo radunerà ... - La Francia arriccerà semplicemente la coda e riguadagnerà la sua precedente obbedienza sotto gli auspici della NATO ...
    - Chi altro c'è ??? - Aaaa ... - Russia ... - Quindi la Russia sta sempre più cadendo sotto l'influenza turca e inizia semplicemente a soddisfare la volontà della Turchia ... - Sì, non puoi metterla in altro modo ... - esattamente la volontà della Turchia .. ...
    - Ma la Russia non ha più posto in Libia ... - La Russia ha schiaffeggiato la Libia ... - Ho speso tutte le sue energie nell'inutile Siria e nel rafforzamento della Turchia ... - queste sono le cose ...
    1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
      Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 25 June 2020 12: 31
      -1
      Citazione: gorenina91
      - Ma la Russia non ha più posto in Libia ... - La Russia ha schiaffeggiato la Libia ...

      Bene!!! Opinione corretta. E poi Francia, Turchia, Grecia ...
    2. jekasimf Офлайн jekasimf
      jekasimf (jekasimf) 25 June 2020 16: 58
      +1
      La Russia ha sbattuto la Libia ...

      E gloria ad Allah! Anche la Russia non è rimasta lì. C'è una tale emorroidi!