Come la Russia può rispondere alla comparsa delle barche americane in Azov


Progetto Brilliant nave pattuglia. Foto: Alexey Fedorov / wikimedia.org


La US Navy Mark VI potrebbe apparire come parte della Marina ucraina nel 2020. Washington venderà 16 navi di questo tipo a Kiev, armate con missili AGM-176C Griffin B (Blocco II) e mitragliatrici pesanti. Come può la Russia rispondere alla comparsa delle barche americane nel Mar d'Azov?

L'ex capo di stato maggiore della Marina russa, l'ammiraglio Viktor Kravchenko, ritiene che finora non sia necessario creare una flottiglia Azov separata come parte della flotta del Mar Nero (flotta del Mar Nero) della Federazione Russa. Secondo l'ex ammiraglio, le capacità di combattimento disponibili sono sufficienti per neutralizzare qualsiasi minaccia da un potenziale nemico, inclusa l'Ucraina.

La zona delle operazioni militari della flotta russa del Mar Nero comprende le acque del Mediterraneo, del Mar Nero e dell'Azov. La struttura della Marina è costruita in modo tale che le navi russe possano far fronte a qualsiasi minaccia nella regione. Su Azov, le risorse della marina russa sono abbastanza

- Viktor Kravchenko ha sottolineato in un'intervista RIA Novosti.

Per garantire la sicurezza del Mar d'Azov, in particolare, è previsto l'utilizzo delle riserve della base navale di Novorossiysk a Temryuk. Kravchenko ha anche notato che le forze di frontiera dell'FSB russo operano nella zona costiera.

Le forze del Servizio di sicurezza federale sono armate con motovedette del progetto 12200, che possono essere adattate con il sistema missilistico e di artiglieria Vikhr-K. Include 4 missili guidati anticarro Vikhr con un raggio di lancio di 4 km, oltre a un supporto di artiglieria automatico a sei canne da 30 mm AK-306.


Motovedetta del progetto 12200 Foto: Alex omen / wikimedia.org

L'FSB ha anche diverse navi pattuglia "Diamond" del progetto 22460 (nella foto principale). L'armamento della nave rappresenterà una minaccia particolare per le barche di fabbricazione americana. Il supporto di artiglieria a sei canne AK-630, che ha un'incredibile velocità di fuoco di 5000 colpi al minuto, è in grado di abbattere un Mark VI in una breve raffica. Inoltre, la nave è dotata di mitragliatrici di vari calibri, nonché di sistemi di guerra elettronica. Se necessario, la pattuglia può essere adattata con missili anti-nave Kh-35U Urano.
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Non lasciarli entrare nel Mar d'Azov - lascia che si lamentino! Ecco la migliore via d'uscita!
  2. gorenina91 Online gorenina91
    gorenina91 (Irina) 25 June 2020 09: 05
    -4
    Come la Russia può rispondere alla comparsa delle barche americane in Azov

    La Russia può rispondere pattugliando una serie di ekranoplani russi sulla superficie dei mari Nero e Azov ... - I WIG sarebbero utili lì idealmente ...
  3. _AMUHb_ Офлайн _AMUHb_
    _AMUHb_ (_AMUHb_) 25 June 2020 11: 48
    +1
    La cosa principale è che i fermi funzionano e il resto è polvere ...
  4. Don36 Офлайн Don36
    Don36 (Don36) 25 June 2020 19: 17
    +2
    Ora è necessario riequipaggiare le navi di frontiera e non aspettare che "il gallo arrosto morda il culo".
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 26 June 2020 20: 20
      -2
      Il Mar d'Azov è poco profondo e chiuso, anche se le barche sono americane, non faranno tempo, soprattutto perché l'ingresso può essere sempre bloccato e gli americani non si arrampicheranno in una trappola irta di scontri sugli ucraini. Per l'Azov, ci sono abbastanza complessi costieri nello stretto di Kerch e guardie di confine per gli skakua ...
      1. Don36 Офлайн Don36
        Don36 (Don36) 29 June 2020 13: 39
        +2
        Le barche Bandera potrebbero presto ricevere armi missilistiche, e questo darà loro la superiorità sulle navi di confine della Federazione Russa. Gli skakua avrebbero potuto essere bloccati anche dopo aver sequestrato il pescatore di Crimea con reti a circuizione, ma a Mosca non c'erano eroi a dare l'ordine necessario ... lì hanno paura di offendere i partner, accidenti a loro. Non voglio che le guardie di frontiera russe paghino per l'avidità e la stupidità della leadership russa con le loro vite ... Non ci sono persone del genere al fronte, e Putin non invierà sua figlia alle truppe di confine sul Mar d'Azov, ma salva a spese della vita di altre persone, questo è, per usare un eufemismo, meschino ... È necessario risparmiare sui Serdyukov e sui Chubais, e non sull'esercito e sulle guardie di confine!
  5. Cittadino Mashkov Офлайн Cittadino Mashkov
    Cittadino Mashkov (Sergѣi) 26 June 2020 00: 46
    +5
    Copri il Mar d'Azov con gli yacht degli oligarchi. Gli americani non spareranno alla loro stessa gente)))
  6. Homo Vulgaris Офлайн Homo Vulgaris
    Homo Vulgaris (Homo vulgaris) 26 June 2020 09: 46
    +3
    Citazione: Citizen Mashkov
    Copri il Mar d'Azov con gli yacht degli oligarchi. Gli americani non spareranno alla loro stessa gente)))

    E aggiungi tutti gli euro e gli americanofili ai loro equipaggi))
  7. tempesta-2019 Офлайн tempesta-2019
    tempesta-2019 (tempesta-2019) 6 luglio 2020 21: 55
    +2
    La soluzione più logica, rapida ed economica, a mio parere, sarebbe sostituire l'AK-306 con un supporto di artiglieria navale da 57 mm A-220M.
    Al posto del sistema missilistico anti-nave Uranium, basterebbe installare un lanciatore con missili Hermes-K come arma missilistica.