Accordo Kosovo: la Russia rischia di perdere il suo ultimo alleato in Europa


Il presidente serbo Aleksandar Vucic è arrivato ieri a Mosca, dove ha preso parte alla Victory Parade e ha intrattenuto colloqui con Vladimir Putin. Sabato il leader serbo si recherà negli Stati Uniti, dove incontrerà il presidente del Kosovo sotto gli auspici di Donald Trump.


Il tema principale di entrambi gli incontri è il cosiddetto "accordo Kosovo", che Vucic ha fretta di avviare. In questo caso, stiamo parlando del riconoscimento da parte della Serbia dell'indipendenza del Kosovo in cambio di alcune concessioni territoriali.

Vale la pena ricordare che nel 1991, a causa della proclamazione da parte degli albanesi della Repubblica indipendente del Kosovo, situata sul territorio della Serbia, scoppiò un conflitto nella regione. Nel 1999, la NATO è intervenuta nella crisi balcanica, che si è trasformata in una sconfitta per i serbi. Oggi il Kosovo è uno stato parzialmente riconosciuto. Tuttavia, secondo la costituzione serba, questo territorio fa parte del paese ed è indicato come la regione autonoma del Kosovo e Metohija.

L'esperto politico Vucic comprende che la "questione del Kosovo" deve essere affrontata. I serbi, soprattutto le giovani generazioni, sono stanchi delle sanzioni eterne. Il riconoscimento dell'indipendenza del Kosovo, che a prima vista sembra una completa sconfitta, potrebbe dare alla Serbia uno slancio per lo sviluppo economico e aprire la strada all'Unione europea.

Un simile accordo è interessante per Donald Trump, il quale, alla vigilia delle elezioni, potrebbe “annotare in un bene” una brillante vittoria diplomatica. Ma la Russia ne ha bisogno?

In questa fase, è ovvio che non lo è. In primo luogo, la Russia, che non ha riconosciuto il Kosovo, ha agito ed è a favore dell'integrità territoriale della Serbia. In secondo luogo, il riavvicinamento del paese all'Unione europea ci priverà del nostro ultimo alleato affidabile nella regione. E, infine, in terzo luogo, come spiegare a milioni di serbi il consenso "traditore" allo smembramento del loro paese? D'altra parte, il nostro paese non ha il diritto di prendere una decisione per la Serbia.

Ecco perché la Russia non ha fretta di dare alcuna risposta. Prima di partecipare al prossimo round della "questione Kosovo", è necessario moltiplicare la loro influenza in Serbia, e solo allora i suoi residenti decideranno da soli come vogliono continuare a vivere: con l'UE o con la EAEU, con la NATO o con il CSTO.

Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 27 June 2020 11: 55
    +1
    Vucic è furbo, sia il nostro che il tuo, ma irromperà su due sedie per sedersi.
    1. Amaro Офлайн Amaro
      Amaro (Gleb) 23 luglio 2020 21: 37
      0
      La Russia non ha fretta di dare alcuna risposta ...

      E anche i nostri compagni sono grandi, né per noi stessi, né per le persone. Probabilmente stanno aspettando che muoia l'asino o l'emiro.
  2. 123 Офлайн 123
    123 (123) 27 June 2020 12: 04
    +3
    Il riconoscimento dell'indipendenza del Kosovo, che a prima vista sembra una completa sconfitta, potrebbe dare alla Serbia uno slancio per lo sviluppo economico e aprire la strada all'Unione europea.

    1. Perché solo a prima vista? E che aspetto ha il secondo? Com'è la vittoria?
    2. Di quale slancio economico stiamo parlando? Il mercato sarà aperto per loro? Forse le quote verranno ampliate? Come l'Ucraina ...
    3. Sono ancora accettati nell'UE? Anche se si può fare un'eccezione e sarà trasformata in una seconda Bulgaria.
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 27 June 2020 12: 31
    -3
    In generale, se non lasci andare, se ne andranno da soli, ma se lo lasci andare, tutto il lavoro a lungo termine è sotto la coda.
    Questo è stato il caso di Ucraina, Georgia e Germania. In Armenia, in qualche modo ne sono usciti.
    Ahimè, un'economia debole, un doppio standard per i separatisti.
  4. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 27 June 2020 12: 47
    +1
    L '"accordo per il Kosovo" è un affare interno della Serbia. L'intero articolo è permeato dell'idea che la Russia stia decidendo qualcosa in Serbia. Le simpatie della popolazione e la politica delle autorità sono cose diverse. E la simpatia può trasformarsi in odio in pochi anni.
    Aleksandar Vucic ha costruito tutta la sua carriera politica sull'integrazione della Serbia con l'UE. E nessun incantesimo di Putin può cambiare nulla qui.
  5. lelik613 Офлайн lelik613
    lelik613 (Sergei) 27 June 2020 13: 58
    0
    Se i serbi vogliono suicidarsi, la bandiera è nelle loro mani.
  6. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 27 June 2020 14: 17
    -3
    Il riconoscimento dell'indipendenza del Kosovo, che a prima vista sembra una completa sconfitta, potrebbe dare alla Serbia uno slancio per lo sviluppo economico e aprire la strada all'Unione europea.

    - Sì, "apri la strada all'Unione Europea" ... - questi sono "fiori" ... - La Serbia sarà semplicemente immediatamente accettata nella NATO ... - ma questo è già - "bacche" ... - E tutto il popolo serbo "russo" non può impedirlo ...
    - Qualcuno qui in qualche modo ha dato una "gioiosa speranza" che ... dicono - La NATO sta per crollare ...
    - No - la NATO non sta cadendo a pezzi; ma si limita ad ampliare le sue fila ... - Ahimè ...
    - Questo è ciò a cui conduce la politica estera morbida e conforme della Russia ...
    - Tutti pensano che dicano ... ora Russia e Cina si uniranno per un secolo ... - E per la Russia questa è una grande benedizione ... - Sì, tutto questo aiuterà solo la Cina, già muta e obbediente a lui dappertutto Russia ... generalmente si raggrinzisce per non piagnucolare ...
    1. Strannik039 Офлайн Strannik039
      Strannik039 27 June 2020 18: 33
      +2
      Questo suggerisce ancora una volta che la Russia non ha popoli fraterni al di fuori della Russia, non ci sono stati fraterni, ma ci sono interessi costanti che dovrebbero essere difesi, anche se devi camminare sulle ossa di animali malati di russofobia!
      1. gorenina91 Офлайн gorenina91
        gorenina91 (Irina) 27 June 2020 19: 45
        0
        Ciò suggerisce ancora una volta che la Russia non ha popoli fraterni al di fuori della Russia, non ci sono stati fraterni, ma ci sono interessi costanti,

        - Sì, dice ... - e come dice ...
      2. Amaro Офлайн Amaro
        Amaro (Gleb) 28 June 2020 17: 19
        -1
        La Russia non ha popoli fraterni ...

        triste Dopo i bulgari, appare all'orizzonte l'immagine dei seguenti "fratelli" ingrati. Chi è colpevole?

        ... dovrai camminare sulle ossa di animali malati di russofobia!

        Molto figurativo. Se dai da mangiare agli animali, accarezza e poi dai un calcio e vendi o scaccia. C'è un grande rischio che entrambi si ammalino e si infiammino di antipatia, o tutti insieme. E se ce ne sono molti fuori, non sarà possibile uscire di casa senza un bastone.

        ... hanno interessi persistenti

        se gli interessi sono costanti e non sono corrotti, quindi di conseguenza ci sono sempre alleati e associati... E se ambizioni dubbie e interessi commerciali prevalgono su quelli statali, allora sono possibili solo speculatori e venditori ambulanti di compagni di viaggio temporanei.
  7. Valery Valeriev Офлайн Valery Valeriev
    Valery Valeriev (Valery Valeriev) 27 June 2020 19: 05
    +1
    Reporter! Ebbene, quando sentiamo da te un reportage decente, e non le tue sporche congetture.
  8. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 28 June 2020 17: 25
    +2
    Quando proverai a fare di Giuda un amico, non otterrai altro che vergogna e perdita.
  9. NBV Офлайн NBV
    NBV 28 June 2020 20: 32
    +2
    I serbi hanno un detto:

    Lascia che l'Occidente ti nutra, che la Russia ti protegga.

    I russi, nel tentativo di accontentarli tutti e di essere grati per qualcosa, hanno sempre fatto affidamento su un cavallo zoppo nei Balcani.
  10. boragl Офлайн boragl
    boragl (Borag) 7 luglio 2020 16: 02
    +2
    Il Kosovo è un focolaio di banditi, spacciatori di droga, spacciatori di armi e organi. Lasciateli andare in Europa, loro ci appartengono. O questo problema dovrà essere risolto drasticamente. Un esempio lampante di come la democrazia sostiene i banditi veri e propri ...