L'Egitto intende pareggiare i conti con i turchi per il "giogo ottomano"


Quindi, sul territorio dell'ex Libia, gli eserciti di Turchia ed Egitto possono davvero scontrarsi direttamente. Ricevuto un invito dal parlamento libico e schierato truppe al confine del Paese confinante, il presidente al-Sisi ha tracciato una “linea rossa”, dopo la quale il Cairo sarà pronto per entrare in guerra con l'invasore, che significa Turchia.


La città portuale libica di Sirte e la provincia di Jufra, ultime roccaforti strategicamente importanti del feldmaresciallo Haftar, sconfitto vicino a Tripoli, prendono il nome da questa "linea rossa". Supportati dai militari turchi e dai militanti filo-turchi, i militanti del GNA di Faiz Saraj respingono l'Esercito nazionale libico, che non è in grado di resistere. La situazione è così grave che il Cairo intende passare dal tacito sostegno alle armi all'LNA a uno scontro diretto con la Turchia, che ha la seconda forza armata della NATO dopo gli Stati Uniti.

Perché sono gli egiziani, chi si profila in futuro il conflitto è anche con l'Etiopia, siete pronti a combattere su due fronti contemporaneamente?

Da una parte, il tempo per una guerra con un nemico così potente non è dei migliori. L'Egitto sta vivendo una cosa seria economico difficoltà esacerbate dalle ricadute della pandemia di coronavirus. La gigantesca diga in costruzione in Etiopia sul Nilo Azzurro non farà che aggravarli: molti agricoltori perderanno la loro tradizionale fonte di cibo a causa di una possibile carenza d'acqua, saranno costretti a spostarsi nelle grandi città, aggravando nettamente i problemi socio-economici esistenti. Questo di per sé minaccia la stabilità del potere del presidente Al-Sisi, che ha guidato l'Egitto dopo il colpo di stato militare che ha rovesciato i Fratelli Musulmani.

D'altrondeSe il PNS Saraj, in cui i Fratelli Musulmani hanno una posizione forte, vincesse nella vicina Libia, questo potrebbe diventare un prologo per un tentativo di ripristinare il loro regime in Egitto. Tutto aggrava le azioni di Ankara, che ha schierato migliaia di jihadisti ideologici dalla Siria al Nord Africa. Questi teppisti potrebbero diventare la spina dorsale di un pugno terroristico puntato al Cairo. In futuro, lo scenario siriano potrebbe realizzarsi, quando i militanti attraverseranno tranquillamente il suo confine, con dietro di loro una forte retrovia con tutti i rifornimenti necessari.

Il riferimento alla PAC sarebbe molto appropriato. Non è un segreto che i sentimenti neo-ottomani siano estremamente forti in Turchia oggi. La popolazione patriottica sogna a occhi aperti l'antica grandezza del Porto e il presidente Erdogan gioca abilmente su questo, incanalando il suo malcontento per le difficoltà socio-economiche in idee di vendetta. L'annessione di fatto di parti del territorio siriano a Idlib e Aleppo ha solo stuzzicato i loro appetiti.

Ricordiamo che durante il periodo di massimo splendore dell'Impero Ottomano, includeva enormi possedimenti, tra cui Siria, Libano, Qatar, Iraq, Kuwait, Giordania, Palestina, Arabia Saudita, Libia, Tunisia, Egitto e molti altri paesi. Il ritorno della Turchia in Libia potrebbe essere considerato il prossimo passo nella storica vendetta di Ankara. Firmando un accordo con il PNS Saraj, non solo ha risolto molte questioni economiche a suo favore, ma ha anche avuto l'opportunità di riprendere piede in Nord Africa, aprendo nuove basi militari lì. In caso di successo, il territorio della Libia può essere utilizzato come trampolino di lancio per influenzare la situazione nei paesi vicini, principalmente in Egitto, dove le posizioni dei Fratelli Musulmani sono ancora forti.

C'è da meravigliarsi con la determinazione con cui il Cairo è pronto a difendere la propria sicurezza nazionale dalle invasioni dell'ex metropoli? Il presidente Al-Sisi ha dichiarato direttamente ai suoi militari:

Ai nostri confini si stanno creando minacce dirette, che richiedono solidarietà e cooperazione. Qualsiasi intervento diretto egiziano in Libia ora ha legittimità internazionale. Qualsiasi intervento egiziano in Libia mirerà a proteggere i confini, il cessate il fuoco e fermare lo spargimento di sangue del popolo libico.

Gli egiziani hanno reso interessanti politico Si sposta, accettando un invito del Parlamento della Libia, unica autorità in questo sfortunato Paese, che ha una vera legittimità, poiché è stato eletto dalla popolazione. Inoltre, altri paesi arabi, gli Emirati Arabi Uniti e l'Arabia Saudita sono pronti a sostenere il Cairo contro la Turchia, per la quale questa vendetta di Ankara in futuro non è meno una minaccia.

È possibile che alla fine i turchi si pentano di aver tentato di espandersi in Medio Oriente e Nord Africa. Nonostante la loro grande potenza militare, in Libia dovranno combattere a distanza, con una lunga spalla logistica. L'Egitto ha un vantaggio significativo in questo senso. Se si forma una coalizione internazionale, alla quale parteciperanno, ad esempio, Francia e Grecia, si possono creare grossi problemi nell'approvvigionamento di truppe e militanti turchi via mare in Africa. La probabilità di una simile coalizione anti-turca aumenta, dal momento che Ankara ha attraversato la strada per troppi stati, ridisegnando a suo favore le piattaforme marine del Mediterraneo orientale.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 25 June 2020 14: 44
    0
    Mi chiedo come lo tratti la NATO? La Francia, a quanto pare, non è molto amichevole con i turchi, ma generalmente tengo il silenzio sulla Grecia ...
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 25 June 2020 16: 06
    0
    Se le truppe egiziane affineranno le loro abilità sui jihadisti, sarà molto più facile per loro combattere con l'Etiopia.
  3. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 25 June 2020 16: 22
    -1
    L'Egitto intende pareggiare i conti con i turchi per il "giogo ottomano"

    - Beh, è ​​improbabile che l'Egitto riesca a "vendicarsi" ???
    - L'esercito egiziano non è in grado di combattere da solo ... - Può agire solo su "ballerini" .., ad es. come formazione armata ausiliaria minore assegnata a un potente e influente alleato patrono ...
    Inoltre, qui l'opzione non funzionerà nemmeno, quando questo alleato armerà solo l'esercito egiziano e lo consiglierà e lo dirigerà sul campo di battaglia con l'aiuto dei suoi consiglieri militari ... - No ... - questo chiaramente non è abbastanza ... perché l'esercito egiziano combatta, ha bisogno che questo "influente patrono" di esso ... - abbia anche combattuto al suo fianco e abbia usato le sue forze militari ...
    - Allora gli egiziani possono ancora ritrarre qualcosa ... - E combattere da soli, anche sostenuti e ben armati da qualcuno e con armi fantastiche ... - Gli egiziani ancora non possono ...
    - Sì, ei loro generali sono di mente debole e lo staff ufficiale lascia molto a desiderare; e anche la fila e la fila sono mal preparate ... - Sì, e la mentalità degli egiziani non è molto adatta per una guerra su vasta scala ... - i turchi semplicemente li faranno a pezzi ...
    - Quindi non sarà possibile "vendicarsi" ... - come sopravviverebbero loro stessi ...
    - Il mio vantaggio per l'autore ... - Mi piace l'argomento ...
    1. tasso Офлайн tasso
      tasso (Dmitry) 26 June 2020 13: 47
      0
      Sono d'accordo. Ricordiamo la guerra arabo-israeliana. Gli egiziani sono stati picchiati una o due volte!
      1. gorenina91 Офлайн gorenina91
        gorenina91 (Irina) 26 June 2020 14: 15
        0
        Sono d'accordo. Ricordiamo la guerra arabo-israeliana. Gli egiziani sono stati picchiati una o due volte!

        - Beh, e .. se sono d'accordo ... - allora dov'è il tuo "plus" ???
        - O è "cautela del tasso" ???
        - Va bene ... - è tutto corretto ... - il mio vantaggio per te ...
        1. tasso Офлайн tasso
          tasso (Dmitry) 26 June 2020 14: 17
          0
          Non mi dispiace, per favore, sia lì che là. occhiolino
          1. gorenina91 Офлайн gorenina91
            gorenina91 (Irina) 26 June 2020 14: 26
            0
            - E personalmente, non solo non mi dispiace mettere dei vantaggi a coloro che ragionevolmente scrivono qui i loro commenti; ma neanche spaventoso ...
            - Queste sono solo le regole di una sorta di "etichetta del sito" ... - non tutti "aderiscono" ad essa ... - E se non vuoi mettermi (+) ... - non metterla ... - nessuno ti obbliga. ..
            - Sono semplicemente sorpreso da questa strana incoerenza ... "Sono d'accordo, ma mi asterrò dal votare ..." ... - Hahah ...
            - Più te per il "doppio coraggio" ... - Hahah ...
            1. tasso Офлайн tasso
              tasso (Dmitry) 26 June 2020 14: 36
              +1
              Non ho paura di votare i commenti. Semplicemente non gli attribuisco molta importanza. amiamo
              1. gorenina91 Офлайн gorenina91
                gorenina91 (Irina) 26 June 2020 14: 48
                0
                - Va bene ... - è tutto chiaro ...
                - Il mio vantaggio ...
  4. Eduard Aplombov Офлайн Eduard Aplombov
    Eduard Aplombov (Eduard Aplombov) 25 June 2020 18: 40
    0
    Avanti, Faraoni!