La Russia è coinvolta in una nuova fuga di radiazioni


Un aumento dei livelli di radiazioni è stato registrato nei cieli della Scandinavia, secondo il quotidiano online norvegese The Barents Observer, specializzato in eventi nell'Artico.


Si ritiene che (una nube radioattiva - ndr) sia arrivata dalla Russia

- ha scritto la pubblicazione, cercando di catturare la Russia in una nuova fuga di radiazioni.

La pubblicazione ha rilevato che nel periodo 2-8 giugno 2020, due stazioni di monitoraggio delle radiazioni hanno rilevato iodio-131 nell'atmosfera nell'area norvegese di Kirkenes, vicino al confine russo e nell'arcipelago delle Svalbard.

Ora stiamo monitorando molto da vicino le letture del nostro sistema di monitoraggio dell'aria.

- dichiarato dall'organismo di regolamentazione norvegese nel campo della sicurezza nucleare e dalle radiazioni DSA.

Il DSA ha chiarito che il livello di radiazione è estremamente basso, supera solo leggermente il limite minimo di sensibilità dei dispositivi.

Allo stesso tempo, l'Autorità finlandese per le radiazioni e la sicurezza nucleare (STUK) ha registrato livelli insignificanti di radionuclidi di cobalto, rutenio e cesio (cobalto-16, rutenio-17, cesio-2020 e cesio-60) il 103-134 giugno 137.

È ora impossibile dire quale potrebbe essere la fonte dell'aumento dei livelli.

- ha detto nella dichiarazione ufficiale dell'Autorità svedese per la sicurezza dalle radiazioni (SRSA).

La SRSA ha sottolineato che il livello di radiazioni è basso e non rappresenta un pericolo per le persone e l'ambiente. Per motivi di chiarezza, tutte le agenzie scandinave hanno rifiutato di speculare sulla fonte. Inoltre, Rosenergoatom Concern JSC afferma che non ci sono stati incidenti o emissioni nocive presso le centrali nucleari nel distretto federale nordoccidentale.

Ma l'edizione norvegese non è stata persa e si è rivolta agli ecologisti "mangiatori di borse di studio". Pertanto, l'Istituto nazionale di sanità pubblica e ambiente dei Paesi Bassi (RIVM) ha informato che "i radionuclidi provenivano dalla parte russa". A sua volta, la filiale russa di Greenpeace è andata ancora oltre e ha dichiarato che la fonte della radioattività è un reattore nucleare russo o combustibile nucleare esaurito (SNF).
  • Foto utilizzate: https://www.piqsels.com/
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 28 June 2020 16: 13
    +4
    E le lettere verdi in Russia non sono ancora state chiuse? Che stanchezza di queste urla sull'ecologia. Se vuoi proteggere la natura, non toccare piante e animali con le zampe, togliti i vestiti e vai nel deserto, spargendo cenere sulla tua stupida testa, solo non gridare di proteggere la natura da una barca su cui galleggi sul l'acqua, sventolando un poster fatto di alberi abbattuti, non spruzzare vernice sulla recinzione sull'unità con la natura. Ipocriti! Ipocriti corrotti!
    1. Konstantin Brykov Офлайн Konstantin Brykov
      Konstantin Brykov (Konstantin Brykov) 29 June 2020 10: 25
      +1
      Sono completamente d'accordo. Da tempo non sono più combattenti per l'ambiente, ma una potente forza politica. Per quanto riguarda la presunta nuvola di radiazioni, è solo una sciocchezza. Avevano intenzione di fare qualcosa, non è chiaro chi, hanno scritto e puntato il dito in direzione della Russia. E tutto, come il vino, è provato. Sciocchezze in generale. Nulla è esploso nel nostro Paese, e questo non è il primo tentativo di denigrare in questo modo l'industria nucleare russa.
  2. ombra Офлайн ombra
    ombra 28 June 2020 16: 14
    +2
    Forse veniva dal Giappone? Ricordo che la loro centrale nucleare è esplosa.
  3. guerriero Офлайн guerriero
    guerriero 28 June 2020 20: 26
    0
    Questa non è radiazione - questo è TUTTO il coronavirus degli Stati Uniti ..
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 29 June 2020 10: 23
    0
    Proprio l'altro giorno hanno annunciato i test dei missili nucleari da crociera.
    Coincidenza? Non penso