Perché la stessa Crimea ha rifiutato l'acqua ucraina


Il capo della Repubblica di Crimea ha rilasciato un'importante dichiarazione politica. Secondo Sergei Aksenov, i residenti della penisola non si rivolgeranno al presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy con la richiesta di riprendere le forniture d'acqua che sono state interrotte nel 2014.


Simferopol ha spiegato:

Legalmente, ha l'opportunità di prendere una penna e firmare un documento sulla fornitura di acqua alla Repubblica di Crimea. Ma non glielo chiediamo, non ci rivolgiamo a lui.

Sembra orgoglioso, ma siamo onesti, i risultati di un simile appello, anche se è stato fatto, sono noti in anticipo. Il presidente Zelensky sarà "crocifisso" dai nazionalisti ucraini se tenterà di prendere una tale decisione. Resta da capire su cosa conta allora Sergei Aksenov.

Durante la dominazione ucraina, più di un miliardo di metri cubi d'acqua all'anno venivano forniti alla penisola attraverso il canale d'acqua della Crimea settentrionale. La maggior parte, circa 700 milioni di metri cubi, è andata ai bisogni dell'agricoltura, altri 150 milioni - ai bisogni delle famiglie dei residenti e degli ospiti della Crimea. Il canale, costruito durante l'era sovietica, forniva circa l'85% del fabbisogno di acqua dolce della penisola.

La sua sovrapposizione ha inferto un duro colpo all'agricoltura. La coltivazione del riso è generalmente morta come forma di attività economica e la mancanza di acqua ha influito negativamente anche sull'orticoltura. Gli agricoltori locali dovevano passare a colture resistenti alla siccità. Per fare un confronto, invece dei precedenti 700 milioni di metri cubi, ora non vengono forniti più di 20 milioni di metri cubi per l'irrigazione. Quest'anno il problema è stato aggravato dall'inverno senza neve, che ha portato a una vera siccità. I bacini idrici della Crimea si sono prosciugati e in alcuni punti l'acqua viene fornita in modo standardizzato. Finora nessuno è morto di sete, ma lo status della penisola come regione agricola e distretto turistico è ora in discussione.

Quindi quali sono i modi per risolvere una volta per tutte il problema dell'approvvigionamento idrico in Crimea?

In primo luogo, puoi provare a farlo pacificamente. Recentemente, sulla penisola, è stato riscoperto un gigantesco "impianto di dissalazione naturale", situato nelle sue profondità, di cui ci occupiamo nel dettaglio detto prima. Vediamo cosa succede in pratica in termini di implementazione di un simile progetto. Non vorrei davvero che la Crimea affrontasse nuovi problemi ambientali a lungo termine. Ricordiamo che lo scavo di pozzi artesiani e l'utilizzo di acqua salina per l'irrigazione sta portando rapidamente alla sterilità dei terreni irrigui. Resta da sperare che le interferenze esterne nell '"impianto di desalinizzazione naturale" non daranno conseguenze negative non calcolate in anticipo.

C'è un'opzione più sicura e più provata. Questa è la famigerata esperienza israeliana. Questo piccolo stato ha saputo trasformarsi in una vera e propria "superpotenza dell'acqua", creando un'efficace della tecnologia dissalazione. Lo si dice da sei anni, ma le cose sono ancora lì.

In secondo luogo, puoi rivolgerti alla stessa "esperienza israeliana", ma non pacifica. Vale la pena ricordare che Tel Aviv una volta prese con la forza le alture del Golan dalla Siria e le occupa ancora oggi. Il presidente Trump ha recentemente fatto un generoso dono a Israele "donando" il Golan a Israele, riconoscendo la sua sovranità su di loro.

L'ex procuratore della Crimea e ora parlamentare Natalya Poklonskaya ha scritto un appello all'ONU:

Invito <...> a condannare risolutamente le azioni criminali della parte ucraina, violando gravemente il diritto internazionale e violando direttamente gli obblighi del paese nel campo dei diritti umani, e ad adottare misure globali per garantire con tutti i mezzi possibili il ripristino del funzionamento del <...> canale.

Se lo si desidera, c'è un'opportunità legale per riconoscere le azioni di Kiev per interrompere l'approvvigionamento idrico alla penisola come genocidio, e quindi utilizzare il Ministero della Difesa RF per lo scopo previsto, assumendo il controllo di tutte le infrastrutture necessarie. È chiaro che ciò avrà un prezzo sotto forma di relazioni aggravate con Kiev e l'Occidente, nonché nuove sanzioni. Ma questo scenario ha il diritto di esistere.

In ogni caso, è necessario fare qualcosa e non sedersi per anni con una visione misteriosa e intelligente delle stufe.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Don36 Офлайн Don36
    Don36 (Don36) 29 June 2020 14: 00
    +4
    Gli Stati Uniti e l'Inghilterra cagheranno sulla Federazione Russa finché non cadranno a pezzi! Bandera cagherà la Federazione Russa finché non moriranno! È ora di ricordare agli UKROP che TUTTA la loro Ucraina è sulla mappa del 1654, entro i confini dei quali sono strisciati in Russia dalla Polonia, e chi non ama la Russia, non teniamo nessuno qui, tu hai il tuo paesi, vivi lì! Valigia, stazione e vento nella parte posteriore di tutti i russofobi! È impossibile utilizzare l'acqua del canale oggi, poiché non vi è alcuna garanzia che qualche serpente, come Tymoshenko, che ha chiamato a uccidere i russi con una bomba atomica, non avvelenerà quest'acqua, perché non è un segreto che lo slogan di Bandera - Crimea sarà ucraino o abbandonato! Bene, in questa situazione, vorrei augurare a città come Kharkov, Odessa, Nikolaev ... lo stesso, esattamente l'opposto! Questa è la terra russa, e i Banderiti sono invasori su di essa!
  2. lavoratore dell'acciaio 29 June 2020 14: 53
    -4
    Ma non glielo chiediamo, non ci rivolgiamo a lui.

    Il potere è giudicato dalle azioni. E per fare qualcosa, devi avere un'istruzione. Quindi si scopre che non c'è niente da rubare, ma l'istruzione non è sufficiente per fare qualcosa!

    Che pop, che arrivo!
  3. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 29 June 2020 16: 00
    -2
    Il tema è già stato; ma lo stesso - rispetto per l'autore e il mio vantaggio ...
    - In primo luogo ... - bisogna ammettere che la miniera che è stata posta dai "fraterni ucraini" con il taglio dell'acqua del Dnepr dalla Crimea ha funzionato in pieno e continua a lavorare ulteriormente ... - Questi non sono schifosi Trump sanzioni ... - questi sono un vero disastro ...
    - E semplicemente non c'è una panacea per questa disgrazia ... - è necessaria tutta una serie di misure ...
    - Al punto che nei momenti più critici di questa siccità in Crimea usare "aerei pesanti" per spegnere gli incendi ... - Sì ... - questi pesi massimi russi arrivano con acqua dolce dalla Russia e innaffiano i campi in Crimea .. come quando si estinguono gli incendi ... - Questo dovrebbe essere fatto di notte ... alle piante; Campi, frutteti e vigneti della Crimea non si sono bruciati dal sole cocente ... e non versare acqua, ma spruzzarla sul territorio ... - Sì, è molto costoso, ma queste sono misure estreme ... - Piuttosto, questa è una delle misure estreme ...
    - Bene, un'altra delle misure ausiliarie ... è costruire giganteschi ghiacciai sotterranei e consegnare colossali volumi di ghiaccio a queste strutture di stoccaggio ... - E per questo, inviare diverse linee elettriche più potenti "dalla Russia" per garantire il funzionamento di questi ghiacciai e per il lavoro di numerosi impianti di dissalazione ... - Sì, impianti di dissalazione ... - e dissalare l'acqua di mare ...
    - Tutti questi problemi sono abbastanza risolvibili ... - devi solo soddisfarli ... - cos'altro aspettarti !!!
    - Sì, davvero, se affrontassi personalmente questi problemi e avessi l'autorità ... - Affronterei davvero questo problema ...
    - È inutile negoziare con l'Ucraina ... - niente funzionerà ... - sono pronti ad agire in base al principio ... "per rovinare il tuo bestiame - se solo la mucca del vicino muore" ...
    - E tutti questi appelli all'ONU del "cc-procuratore della Crimea, e ora parlamentare Natalia Poklonskaya" sono ... come ... il grido di Yaroslavna in "The Lay of Igor's Host":

    Yaroslavna piange presto a Putivl;
    Dalle mura della città;
    Versando le mie lacrime ...


    - Bene, continueremo a gemere e piangere ...
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 30 June 2020 13: 20
      +2
      ... costruire giganteschi ghiacciai sotterranei e fornire colossali volumi di ghiaccio a queste strutture di stoccaggio.

      Hai provato, Irina, a scrivere fantascienza? Non può rivelarsi peggiore di quello di Belyaev.
      Se stai suggerendo, non sarebbe più facile allungare un tubo dell'acqua dal Don attraverso il canale Volga-Don e far scorrere un tubo dell'acqua dal Desna nel Volga, ad esempio, avendo anche posato un tubo a 160 km di distanza?
    2. Georgievic Офлайн Georgievic
      Georgievic (Georgievico) 30 June 2020 22: 46
      +1
      Sì, tutto questo non ha senso, a causa dei liberali nel governo della Federazione Russa! Era necessario agire come Israele nel 1981 - Operazione Babylon !!! Disfigurare la diga con un paio di bombardieri - nessuno avrebbe suonato.
  4. Polvere Офлайн Polvere
    Polvere (Sergey) 3 luglio 2020 21: 06
    0
    Sfortunatamente, il signor Putin non porta ciò che ha iniziato alla sua logica conclusione. Mette tutti i problemi in un angolo e pensa che tutto si risolverà da solo ... Era così in Ucraina, era così in Siria ...