La Russia è quasi pronta ad abbattere i missili ipersonici statunitensi


Secondo il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, entro la fine di questo decennio, gli Stati Uniti acquisiranno un "super missile" ipersonico che cambierà l'equilibrio di potere globale. Vladimir Putin ha risposto a questo che a quel punto la Russia avrebbe già le contromisure necessarie.


Prima di parlare di ciò che aveva in mente il nostro presidente, capiamo il concetto di ipersound. In aerodinamica, è chiamato tutto ciò che può muoversi a una velocità notevolmente superiore alla velocità del suono nell'atmosfera. Di conseguenza, la Russia ha già tali armi ("Dagger", "Zircon" e la testata "Avangard") e gli Stati Uniti promettono di creare il proprio missile super veloce solo entro il 30 ° anno.

Allo stesso tempo, il nostro Paese ha preso sul serio le dichiarazioni del leader americano e ha già iniziato a creare mezzi di contrasto. Tecnicamente, i sistemi di difesa missilistica S-500 Prometheus e A-235 Nudol possono intercettare un missile ipersonico. Questi sistemi entreranno in servizio molto presto. Tuttavia, la lotta contro l'ultimo tipo di armi, menzionata nella dichiarazione del Presidente degli Stati Uniti, non si limita ai missili intercettori.

Per colpire un bersaglio che si muove a velocità ipersoniche, è necessario un efficace sistema di allerta precoce, in grado di determinare il sito di lancio di un missile nemico e calcolare i parametri preliminari della sua traiettoria di volo.

Di solito, il sistema di cui sopra è costituito da due livelli: terra e spazio. Il ruolo del primo in Russia è svolto dai radar Daryal e Voronezh. Ma per la parte spaziale, è responsabile il nuovo sistema orbitale "Kupol", che ha sostituito l '"Oko" sovietico e la sua modifica "infruttuosa", "Oko-1".

Il 20 maggio di quest'anno è stato lanciato il quarto satellite Tundra, che fa parte della nuova costellazione orbitale. Da quel momento in poi "Kupol" ha ricevuto il minimo tecnico livello per iniziare un servizio di combattimento efficace.

Il vantaggio del nuovo sistema è che è in grado di rilevare il momento del lancio non solo di missili balistici intercontinentali, ma anche di medio e corto raggio, nonché di testate ipersoniche nella fase iniziale di accelerazione. Allo stesso tempo, Kupol calcola automaticamente la traiettoria ei punti di impatto dei missili nemici, il grado della loro minaccia e forma anche un algoritmo per l'attacco di rappresaglia e per portare il sistema di difesa aerospaziale russo in pronto combattimento.

Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 29 June 2020 21: 04
    0
    Wah! Molto bene!
    Amers ancora non lo fa, e la Russia è già "quasi pronta per abbattere" !!!
    1. Nikolaevich I Офлайн Nikolaevich I
      Nikolaevich I (Vladimir) 30 June 2020 10: 15
      0
      Citazione: Sergey Latyshev

      Amers ancora non lo fa, e la Russia è già "quasi pronta per abbattere" !!!

      Si chiama proattivo! soldato
    2. sgrabik Офлайн sgrabik
      sgrabik (Sergey) 30 June 2020 23: 16
      +1
      Beh, non ancora, ma prima o poi appariranno, e noi siamo già pronti per questo !!!
  2. margo Офлайн margo
    margo (margo) 1 luglio 2020 14: 53
    -3
    La Russia è praticamente pronta.

    - qui non sai nemmeno se piangere o ridere. Mi chiedo dove gli autori di tali pubblicazioni ottengano le loro informazioni: fantasticare? Dalla serie "ha detto una nonna"!