Una possibilità per la Russia: la Cina crea il più grande acquirente di petrolio al mondo


Le passioni che si erano accese al limite in primavera in tutto il mondo i prezzi dell '"oro nero" si sono in qualche modo calmate di recente. Le quotazioni al barile si mantengono in media a più di $ 40 e nella maggior parte dei paesi, economia che è più o meno rigidamente "legato" all'esportazione di vettori energetici, pregate umilmente che non peggiori. Allo stesso tempo, ovviamente, sognando segretamente un nuovo aumento dei prezzi.


Tuttavia, c'è motivo di credere che l'attuale stasi finirà presto e la “grande ridistribuzione del petrolio” proseguirà con rinnovato vigore. A chi e cosa porteranno i cambiamenti imminenti? Proviamo a capirlo.

USA: il paziente è più morto che vivo ...


Di recente, c'è stata una forte ripresa tra i "produttori di scisto" americani, arrivando quasi al punto di eccitazione. Tra gli analisti economici locali, è iniziata un'intensa discussione sulle voci secondo cui l'industria petrolifera degli Stati Uniti, che era crollata al di sotto di tutti i limiti concepibili e inconcepibili, "non solo" non solo per rinascere come una fenice dalle ceneri, ma anche "inizierà una nuova espansione nei mercati energetici mondiali". La stessa Primary Vision ha previsto che entro la fine di giugno il livello di produzione potrebbe aumentare di mezzo milione di barili al giorno. La norvegese Rystad Energy, a dimostrazione del controllo nordico, ha parlato di un “plus” giornaliero di 400mila barili. Tali incantevoli previsioni sembravano alquanto ridicole sullo sfondo di realtà più che tristi - secondo le stime del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti, che non è incline all'eccessivo ottimismo, a metà luglio il volume della produzione di "oro nero" nel paese ha stabilito un altro record anti-record, scendendo a 10.5 milioni di barili al giorno, che è il massimo un tasso basso dalla primavera del 2018. In totale, dall'inizio del 2020, il livello della produzione di petrolio è diminuito di 2.5 milioni di barili al giorno, di cui un milione e mezzo cade proprio sullo “shale”, all'inizio di giugno, producendo con difficoltà circa 7.7 milioni di barili al giorno.

Il colpo che ha colpito questo particolare segmento dell'industria può essere considerato il più devastante. Delle 700 perforatrici per fracking, solo duecento sono sopravvissute fino ad oggi, cioè meno di un terzo sono in funzione. Tuttavia, non appena il prezzo di un barile di petrolio si avvicinava a $ 40, e alcune delle persone "scisti" hanno subito prurito alle mani. Lo stesso CEO di una delle aziende più significative del settore, la Devon Energy Corp, David Hager, ha fatto di più che dichiarare semplicemente che se le quotazioni non scendessero sotto i 30 dollari, "non ci saranno ulteriori tagli". Dichiarò che lo "shale" americano era determinato a "riprendersi tutto" e rientrare nei mercati mondiali, "inondandoli di flussi di petrolio dagli Stati Uniti". Devi essere una persona molto dotata in alternativa per non capire a quale risultato può portare una tale espansione nella situazione attuale, a malapena relativamente stabile. Tuttavia, probabilmente non dovresti farti prendere dal panico per questo. L'ambizione malsana è una cosa, ma la vita è un'altra. In realtà, il giorno prima si è saputo del fallimento di Chesapeake Energy, uno dei "pionieri" nell'estrazione di petrolio di scisto. Le sue azioni alla Borsa di New York in sei mesi sono scese da oltre $ 180 a 12. I debiti si sono accumulati di $ 7 miliardi. E i creditori hanno deciso di investire non più di 925 milioni di nuovi fondi nell'attività ... Molto probabilmente, la stessa situazione attende l'intera industria dello "scisto", che è completamente incapace di esistere senza continue iniezioni finanziarie dall'esterno.

Arabia Saudita: moderazione, economia e nessuna espansione!


L'Arabia Saudita, il principale avversario della Russia durante la "guerra del petrolio" scoppiata quest'anno, sembra aver tratto conclusioni molto solide da tutto ciò che è seguito alle sue azioni avventate nel corso di questa battaglia. Non ci sarà più "attrazione di generosità senza precedenti" da parte degli sceicchi. Al contrario, Riyadh ha già annunciato un aumento del prezzo all'esportazione di "oro nero" a luglio di una media di 6-7 dollari al barile. Ciò supera significativamente le aspettative degli esperti, secondo le quali il prezzo del petrolio saudita avrebbe dovuto aumentare di prezzo di un massimo di $ 4. Allo stesso tempo, il regno ridurrà il volume delle forniture del 10-40%, principalmente ai mercati asiatici, alla Corea del Sud e al Giappone. E questo nonostante, secondo i dati forniti dall'Ufficio generale di statistica del regno, solo nel primo trimestre di quest'anno le esportazioni di petrolio dal Paese in termini monetari siano già diminuite di quasi un quarto. E il punto qui non è solo nel suo "deprezzamento", ma anche in una diminuzione della quantità fisica di "oro nero" esportato dal paese. "Per calpestare lo stesso rastrello" che chiaramente non arriveranno lì - dopotutto, oggi anche i vicini che tradizionalmente sostengono i sauditi li considerano i colpevoli del crollo dei prezzi, le cui conseguenze sono ancora sentite da tutto il Medio Oriente e non solo.

In particolare, il ministro dell'Energia del Qatar ha dichiarato apertamente non molto tempo fa che il tentativo di ridistribuire il mercato energetico a suo favore con l'aiuto del dumping è stato un "grosso errore" di Riyadh. Tuttavia, nel regno, anche senza osservatori esterni, vedono perfettamente quanto costano le scappatelle rischiose: la contrazione annuale prevista del PIL è stimata al 3.5%, e il bilancio statale drammaticamente "più sottile", che non è abituato a negarsi nulla, deve essere tagliato a pezzi senza pietà. L'imposta sul valore aggiunto è stata quasi triplicata, i benefici sociali sono stati notevolmente ridotti e il sequestro totale delle entrate di bilancio è stato di quasi 27 miliardi di dollari. È arrivato al punto che ora anche i programmi di difesa sono minacciati, sui quali Riyadh non ha lesinato negli ultimi anni - solo gli acquisti di armi negli Stati Uniti nel periodo dal 2017 al 2027 dovevano essere effettuati per importi astronomici di centinaia di miliardi di dollari. Anche l'attuazione dell'ambizioso programma Vision 2030, il cui obiettivo principale è uscire dalla situazione in cui l'economia dello Stato è quasi completamente dipendente dalle esportazioni di petrolio, era discutibile. L'Arabia Saudita non sarà univoca su "movimenti improvvisi" capaci di scuotere di nuovo, o addirittura di mandare in fondo la "barca" appena a galla in cui si trovano ora tutti gli stati, per cui il prezzo di un barile è la base della stabilità e della prosperità.

Russia: tempi difficili e nuove speranze


Per quanto riguarda il nostro Paese, il calo del prezzo dell '"oro nero" del 45% dall'inizio di quest'anno, ovviamente, non poteva che incidere sul suo budget. Ha già subito danni per centinaia di miliardi di rubli, e questa potrebbe non essere la fine dei guai. Tuttavia, le previsioni più pessimistiche come "collasso economico", "cento dollari" e simili, fortunatamente, non si sono avverate. Per ora, comunque. Inoltre, alcune persone nel paese ci consentono già di parlare di prospettive abbastanza buone per il futuro. Quindi, il capo della Sberbank of Russia, German Gref, ha annunciato ieri che invece del calo del PIL inizialmente previsto del 6, o addirittura del 9%, oggi possiamo dire che questa cifra spiacevole sarà la metà inferiore - 4.5% massimo. Inoltre, il banchiere è sicuro che entro la fine dell'anno la nostra valuta nazionale si rafforzerà di un altro 10% e il valore del dollaro non supererà i 60 rubli. Tutto questo sarà possibile se il prezzo di un barile di Brent salirà a 60 dollari, cosa che Gref si aspetta, basandosi, secondo lui, sulle previsioni di "analisti seri ed esperti". Tutto questo, ovviamente, potrebbe essere attribuito al desiderio insito in alcuni nostri connazionali di presentare la situazione sotto una luce migliore di quanto non sia in realtà, e alla propensione a una sorta di "scrollarsi di dosso" (che, per inciso, il signor Gref non soffre), se non un altro notizie.

Quasi contemporaneamente alle dichiarazioni ottimistiche del capo di Sberbank, si è diffusa la notizia che in un futuro molto prossimo sarebbe comparso sul mercato mondiale dell'energia un nuovo grande "player", capace di influenzare in maniera più che significativa la situazione su scala globale. Stiamo parlando della creazione di importanti società cinesi importatrici di "oro nero" come China Petroleum & Chemical Corp. (Sinopec), Sinochem, PetroChina e China National Offshore Oil Corporation (CNOOC) gruppo industriale per l'approvvigionamento energetico congiunto. Tenendo conto del fatto che il volume totale di petrolio importato nel Celeste Impero dai potenziali partecipanti di questo conglomerato è già stimato in 5 milioni di barili al giorno, possiamo tranquillamente parlare della comparsa del più grande acquirente mondiale di questa materia prima, che è perfettamente in grado di svolgere un ruolo decisivo nel mercato dell'industria. Allo stesso tempo, secondo i dati disponibili, il primo accordo pianificato dalla nuova associazione sarà l'acquisto del petrolio russo prodotto in Siberia. I membri del gruppo, per quanto si sa, hanno già superato tutte le procedure normative necessarie e ricevuto l'approvazione e il sostegno di Pechino, intendono presentare una domanda per la sua consegna tramite il gasdotto Siberia orientale - Oceano Pacifico (ESPO) letteralmente il mese prossimo.

È per questo che i dati sul fatto che nel mercato europeo negli ultimi mesi o due la Russia ha venduto una piccola quantità record di petrolio, dal 2003, non sembrano poi così male. Questo è spiacevole, ovviamente, ma abbastanza prevedibile. Secondo il capo della Banca centrale europea Christine Lagarde, la caduta dell'economia della zona euro potrebbe raggiungere il 15%. Che tipo di acquisti ci sono? Se il nostro "oro nero" riuscirà ora a realizzare la sua opportunità e ad affermarsi saldamente sui mercati asiatici, sarà molto più redditizio e promettente sia a breve che a lungo termine. Secondo gli analisti di JP Morgan, il consumo mondiale di petrolio, sceso di 9 milioni di barili al giorno, dovrebbe tornare al livello pre-crisi di 2021 milioni di barili al giorno entro l'autunno 100.

La domanda è quale degli esportatori arriverà in questo momento con le minori perdite e sarà pronto ad occupare lo "spazio" liberato sui mercati. È improbabile che siano gli americani: le persone intelligenti di Goldman Sachs, ad esempio, credono che lo "scisto" non si riprenderà più dai danni subiti. E gli analisti dello studio legale americano Haynes & Boone sono fiduciosi che anche un prezzo superiore a $ 30 al barile non salverà più il caso, e il numero di società fallite in questo settore supererà i 2021 entro il 170. I rappresentanti di JP Morgan stanno "scommettendo" sull'Arabia Saudita in virtù di di quello che considerano il paese "con i costi di produzione più bassi e le migliori riserve" e prevedono una quota del 15% del mercato globale per Riyadh entro il 2025. Forse sarà così, forse no. Tuttavia, in ogni caso, anche le possibilità della Russia nella situazione attuale sembrano tutt'altro che peggiori.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
22 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 30 June 2020 10: 28
    0
    La Russia si sta rivolgendo ad est.

    Putin ha detto questo alcuni anni fa.
  2. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
    Natan Bruk (Natan Bruk) 30 June 2020 11: 11
    -4
    Ha riso. Non viene nemmeno in mente al necropus che anche se l'intera industria dello scisto cesserà di esistere, non succederà nulla di terribile all'economia americana, poiché non è basata sugli idrocarburi. Ma quello russo si sta aggrappando a loro e il fatto che gli Stati Uniti siano un fastidio è una catastrofe per la Russia.In secondo luogo, le piattaforme di perforazione di scisto sono abbastanza facili da chiudere e riaprire non appena diventano redditizie. Sono tutti coperti. C'è un cambio di proprietari e avanti. In terzo luogo, le tecnologie non smettono di svilupparsi e il costo di produzione sta inesorabilmente diminuendo. Sì, e con l'ecologia del presente, non è così tanto che ora - oggi viene utilizzata principalmente la tecnologia a impulsi elettrici, che è incomparabilmente meno dannosa per la natura. Quindi, l'analista di Neukropny è molto così così.
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 30 June 2020 12: 02
      +2
      non accadrà nulla di terribile all'economia americana. Le piattaforme petrolifere di scisto possono essere facilmente chiuse e riaperte. Sono tutti coperti. C'è un cambio di proprietari e avanti. Le tecnologie non smettono di svilupparsi e il costo di produzione si sta inesorabilmente riducendo

      Alcol su ki ladri che solcano la vastità del teatro, Abbiamo sentito la rivoluzione dello scisto per diversi anni. risata
      Nel frattempo, si scopre qualcosa del genere: la rivoluzione dello scisto è inevitabile, come il crollo dell'imperialismo, ha detto Trump asciugandosi le lacrime con uno zerbino. pianto
      Qui i giapponesi hanno apprezzato la situevina, la tristezza genuina dei commentatori è così commovente, sorriso leggi, rallegrati per il popolo. strizzò l'occhio

      https://inosmi.ru/economic/20200629/247679369.html
      1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
        Natan Bruk (Natan Bruk) 30 June 2020 17: 22
        -3
        In sostanza niente da dire, solo un flusso di coscienza? Previsto.
        1. 123 Офлайн 123
          123 (123) 30 June 2020 17: 25
          +1
          In sostanza niente da dire, solo un flusso di coscienza? Previsto.

          In quale altro modo puoi rispondere al delirio incoerente? strizzò l'occhio
          1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
            Natan Bruk (Natan Bruk) 30 June 2020 17: 26
            -4
            Auto-critico. In effetti, è difficile rispondere alle tue sciocchezze incoerenti.
    2. Bakht Online Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 30 June 2020 20: 43
      +2
      Questo è già stato discusso. Sì, l'energia dello scisto bituminoso è facile da chiudere e facile da aprire. Se hai delle finanze. Ma questo è il problema. Durante il boom dello scisto, $ 200 miliardi sono stati spesi più del profitto ottenuto. Trovare investitori ora per i produttori di scisto è molto, molto problematico.
      La parola "copertura" non significa nulla. Questa è una parola vuota. Dimmi, chi pagherà questa perdita di 200 miliardi di dollari?
      L'ardesia esiste e verrà estratta. Soggetto a una crescita costante dei prezzi del petrolio. Oggi è di $ 60 al barile.
      Per quanto riguarda l'ecologia e la tecnologia degli impulsi elettrici, questo è per Greta Thunberg e libri di riferimento. Forse questa tecnica sarà la salvezza, ma è possibile che non lo sia.
      Oggi la lavagna, se non in pantofole bianche, si canta già.
      1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
        Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 30 June 2020 22: 45
        +1
        Citazione: Bakht
        Dimmi, chi pagherà questa perdita di 200 miliardi di dollari?

        Alimentato. L'anno scorso, la Fed ha pagato le banche in contanti (infatti, e sulla linea delle spese - hanno riacquistato i prestiti scaduti). Cioè, le banche non subiranno il fallimento dei produttori di scisto. E possono aprire un nuovo ciclo del credito a tassi di interesse zero.
        E cosa. La Fed ha molti soldi, la storia di Lemon Brothers non si ripeterà quando la banca avrà emesso crediti inesigibili tre volte il suo capitale.
        1. Bakht Online Bakht
          Bakht (Bakhtiyar) 30 June 2020 22: 54
          +2
          Le banche non cedono per progetti di scisto. Ma questa è la mia opinione personale. L'industria dello scisto bituminoso può essere rilanciata a $ 60. Al momento non sembra reale.
          La storia di Lehman Brothers si ripeterà su scala ancora maggiore. Mi piace molto il film "The Limit of Risk". Nell'originale, il nome è leggermente diverso "Margin call". Personalmente, sono stato subito catturato dall'inizio del film. Perché questa è una situazione reale. L'ho vista di persona. Ti consiglio di guardare.
          Tornando all'argomento. La Fed può stampare anche un trilione di dollari (che è quello che fa, tra l'altro). Ma non entrano in produzione reale. L'estrazione di scisti bituminosi inizialmente non era redditizia ed era sostenuta da sussidi statali. Ma migliaia di piccoli investitori sono stati bruciati. Nessuno accrediterà le perdite la seconda volta. Come è stato scritto nel libro dell'accademico Krylov, "Le pecore sono create per questo, per tagliarle". La truffa può essere giocata solo una volta.
          -----
          L'olio di scisto esiste. C'è un metodo per la sua estrazione. Ce n'è molto. Ma tutto ciò è costoso e associato al degrado ambientale. Il prezzo del petrolio è superiore a $ 60 e ricomincerà. Ma non prima.
          1. Bakht Online Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 30 June 2020 23: 15
            +2
            In inverno e in primavera, c'erano informazioni che lo scisto bituminoso era stato deciso di essere scaricato da grandi compagnie petrolifere. Hanno una buona storia creditizia e possono ottenere prestiti a un tasso di interesse inferiore. Ma finora non hanno fretta di spendere soldi. Questo è il loro indicatore finanziario (ovviamente solo uno) per gli ultimi 6 mesi. È impossibile trarre una conclusione sulla loro posizione finanziaria sulla base di un indicatore. Ma anche questa è informazione. Queste sono le tre società che sono state prese di mira per salvare lo scisto bituminoso. E anche il servizio Schlumberger. Ma anche le azioni di Schlum sono scese da $ 40 a $ 12.

          2. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
            Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 1 luglio 2020 09: 58
            +2
            Citazione: Bakht
            Ma migliaia di piccoli investitori sono stati bruciati.

            Non tutto. Chi è riuscito a dichiarare probabile fallimento prima di luglio 2019 ha effettivamente cancellato i propri debiti. E pompano petrolio da pozzi liberi.
            Un'altra cosa è che i pozzi non durano a lungo nello scisto. 3-5 anni - tutto qui. Dobbiamo perforarne di nuovi.
            La perforazione non viene più accreditata. E pompare - per ora, sì. Nella speranza di un cambiamento delle condizioni di mercato. Solo 40 milioni di disoccupati hanno irreparabilmente rovinato la situazione. Scomparvero gli acquirenti, inoltre, che dovevano più di un trilione di dollari per una casa / macchina / iPhone. Nel prossimo anno ci sarà un arresto completo della costruzione di alloggi, dell'industria automobilistica e delle importazioni di elettrodomestici. Nessun acquirente ...
      2. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
        Natan Bruk (Natan Bruk) 1 luglio 2020 08: 00
        -2
        Bene, bene, non ci sarà lo scisto bituminoso (anche se il suo costo è in costante calo). E? Cosa accadrà all'economia americana? Non importa. Come accennato in precedenza, è in Russia che l'economia dipende in modo critico da petrolio e gas, e non in America. Per quanto riguarda la copertura, ho pensato che fosse una parola vuota per te, perché, a quanto pare, semplicemente non sai cosa significa, cosa sia l'assicurazione e come la proprietà negli Stati Uniti viene trasferita da una fonte all'altra.
        1. Bakht Online Bakht
          Bakht (Bakhtiyar) 1 luglio 2020 09: 38
          +3
          Qual è lo scopo della copertura? Come avviene questo? Chi paga l'assicurazione? È la prima volta che senti che le compagnie di assicurazione negli Stati Uniti si rifiutano di pagare l'assicurazione a causa di forza maggiore? In caso di copertura, le perdite verranno trasferite a quelle strutture che hanno garantito la richiesta di margine. Sì, come hanno scritto qui, la Fed può stampare almeno un trilione di dollari, ma chi li darà alle compagnie di assicurazione. Vanno tutti a Wall Street per riacquistare azioni di grandi società. Il cosiddetto "riacquisto". Senza questo, il valore delle azioni delle grandi società scenderà a zero. L'ho visto all'inizio degli anni 40. Quando il valore delle azioni PGS è sceso da $ 50 a $ XNUMX. Sono sopravvissuti solo grazie al sostegno dello Stato.
          La Russia dipende in modo critico dalle entrate del petrolio e del gas? Dichiarazione non valida. I proventi del petrolio e del gas giocano un ruolo importante nel budget. Ma non sono la spina dorsale dell'economia russa. L'economia statunitense è forte? Questa storia mi ha serrato i denti e sono stato in guerra con essa da molto tempo. L'80% del PIL degli Stati Uniti è un'industria dei servizi che è già stata spazzata via. Un virus ha ucciso l'economia degli Stati Uniti. La caduta dello scisto negli Stati Uniti significa la sconfitta automatica degli industriali (mancata elezione di Trump) e la vittoria dei finanzieri.
          La Russia sopravviverà in assenza di petrolio. Sarà difficile e doloroso, ma non porterà alla disintegrazione del Paese. Il collasso del Paese sta avvenendo per ragioni completamente diverse.
          -----
          Nessuno vuole chiedersi perché questa economia più forte del mondo ha cercato per 10 anni di diventare una stazione di servizio mondiale? Alla fine del 2019, gli Stati Uniti hanno prodotto la maggior parte del petrolio al mondo. Sei sicuro che tutta questa crescita sia dovuta allo scisto bituminoso? Il diavolo, come sempre, sta nei dettagli.
          -----
          Non hai fornito NESSUN argomento ragionevole a favore delle tue affermazioni. Oltre ai mantra sulla dipendenza critica della Russia dal petrolio e sulla fiducia nella "prima economia del mondo". 40 milioni di disoccupati con 150 milioni di popolazione attiva per la riflessione.
        2. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
          Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 1 luglio 2020 10: 05
          +2
          Citazione: Natan Bruk
          Cosa accadrà all'economia americana? Non importa.

          Sei un ottimista, un pessimista scarsamente informato. La metà del budget degli Stati Uniti è coperta dall'imposta sulle vendite. E all'improvviso, le tasse inizieranno a venire in un quarto in meno. Su base annualizzata, le entrate di bilancio derivanti dall'imposta sulle vendite diminuiranno del 13-15%. E se nessuno compra Treasuries (piccoli Treasuries)? Questo è il crollo degli ordini del governo, alimentatori di giganti.
  3. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 30 June 2020 11: 48
    +1
    I cinesi hanno bisogno di sbarazzarsi del dollaro americano, che molti altri piroscafi hanno recentemente stampato negli Stati Uniti. Ciò significa che inizierà a diminuire costantemente di prezzo. Fino a quando questo non ha portato a un crollo massiccio, i cinesi cercheranno di comprare tutto con i loro titoli americani accumulati. E acquisteranno non solo petrolio, ma anche metallo colorato. - è più facile conservarlo.
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 30 June 2020 20: 28
      +2
      Per essere più precisi, qui i cittadini della FRS dicono che dal 16 marzo hanno stampato 2 trilioni per l'acquisto di tesoreria e titoli garantiti da ipoteca, a quanto ho capito, non prendono Treasury, la FRS sta comprando tutto. Un altro mistero è dove Trump ha preso 2,9 trilioni di dollari per sostenere l'economia in relazione al coronavirus.

      https://www.federalreserve.gov/newsevents/speech/clarida20200521a.htm

      Ora mi chiedo quanti trilioni va bene per un piroscafo?
      1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
        Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 30 June 2020 22: 47
        0
        Citazione: 123
        Ora mi chiedo quanti trilioni va bene per un piroscafo?

        Con assegno? Quindi, un trilione entrerà in una borsa! compagno
        1. 123 Офлайн 123
          123 (123) 30 June 2020 23: 59
          0
          Con assegno? Quindi, un trilione entrerà in una borsa!

          O solo numeri in un computer. che cosa
  4. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 30 June 2020 11: 51
    -1
    Una possibilità per la Russia: la Cina crea il più grande acquirente di petrolio al mondo

    Stiamo parlando della creazione di importanti società cinesi importatrici di "oro nero" come China Petroleum & Chemical Corp. (Sinopec), Sinochem, PetroChina e China National Offshore Oil Corporation (CNOOC) gruppo industriale per l'approvvigionamento energetico congiunto. Tenendo conto del fatto che il volume totale di petrolio importato nel Celeste Impero dai potenziali partecipanti di questo conglomerato è già stimato in 5 milioni di barili al giorno, possiamo tranquillamente parlare della comparsa del più grande acquirente mondiale di questa materia prima, che è perfettamente in grado di svolgere un ruolo decisivo nel mercato dell'industria. Allo stesso tempo, secondo i dati disponibili, il primo accordo pianificato dalla nuova associazione sarà l'acquisto del petrolio russo.

    - Orrore !!! - Semplicemente orribile !!!
    - La Cina ha già il Turkmenistan, che è così senza fiato ... che le sue generazioni future malediranno i loro antenati ...
    - E ora la Cina sta acquisendo la Russia come "secondo Turkmenistan"; ma già come "Turkmenistan petrolifero" ... Così la Russia comincia a dipendere sempre di più dalla Cina ... - E la Cina, quando inizierà a produrre petrolio iraniano, pomperà petrolio russo per niente ...
    - Sì, la Cina sta chiaramente sconfiggendo l'America ...
    - E non vale la pena parlare della Russia ... - Puoi parlare della Cina, cosa sta facendo la Cina, cosa sta succedendo in Cina; ma della Russia sarà possibile parlarne più avanti - già sul principio residuo ...
    1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
      Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 30 June 2020 22: 51
      +2
      Citazione: gorenina91
      ma della Russia sarà possibile parlarne più avanti - già sul principio residuo ...

      Gli USA sono stati dimenticati. Sono già 25 milioni i cinesi e ogni anno ne arrivano 800mila, che diventeranno presto la principale forza elettorale degli Stati Uniti. Se l'ordine viene ricevuto.
      1. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
        Natan Bruk (Natan Bruk) 1 luglio 2020 08: 02
        -2
        Negli Stati Uniti i cinesi non vogliono conoscere il regime cinese, e di certo non può dare ordini a chi è partito.
        1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
          Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 1 luglio 2020 10: 10
          +1
          Citazione: Natan Bruk
          di certo non può dare ordini a coloro che se ne sono andati

          E cosa, non ce ne sono?
          I cinesi semplicemente non partecipano al voto, non c'è interesse. Ma cosa succede se un cinese viene promosso a governatore o sindaco? Allora la diaspora si risveglierà e il Partito Democratico sarà nei guai.