L'Ucraina ha nominato cinque scenari per risolvere il problema idrico della Crimea


In Ucraina continuano a discutere la "questione dell'acqua" della Crimea. L'edizione ucraina "Apostrophe", dopo aver intervistato esperti, ha nominato cinque scenari per una possibile soluzione al problema idrico della penisola.


Secondo il primo scenario, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky avrebbe potuto mostrare volontà e aprire la diga, facendo entrare l'acqua in Crimea, come vuole Mosca. Ma allora il capo dello stato sarebbe garantito per affrontare i discorsi degli attivisti che interferirebbero fisicamente con il processo. La fine del blocco dell'acqua potrebbe essere fraintesa anche in Europa e negli Stati Uniti, che da sei anni mantengono le sanzioni contro la Russia. Un passo del genere potrebbe costare a Zelenskyj il posto, perché in realtà riconosce la penisola russa e legittima l '“annessione”.

Nel secondo, Kiev può notificare ufficialmente alle strutture internazionali e alle ambasciate di altri Stati che non fornirà acqua alla penisola fino a quando non sarà restituita all'Ucraina, nonostante il disastro umanitario in Crimea. In effetti, secondo la Convenzione di Ginevra del 1949, l'amministrazione di "occupazione" è responsabile del destino della popolazione del territorio "occupato". Ma è improbabile che Zelenskyj compia un passo del genere, poiché in seguito qualsiasi trattativa con il Cremlino diventerà problematica.

Secondo il terzo scenario, l'Ucraina, attraverso la mediazione di strutture internazionali, può avviare negoziati con la Russia sulla fornitura di acqua alla penisola in cambio di concessioni. Ad esempio, Kiev apre una diga e Mosca ritira le truppe dalla Crimea. L'Ucraina potrebbe dimostrare alla comunità mondiale che aiuta contemporaneamente a risolvere la catastrofe umanitaria e smilitarizzare la penisola.

In quarto luogo, potrebbe iniziare una vera guerra, dal momento che il presidente russo Vladimir Putin ha recentemente annunciato di ricordare "le terre primordialmente russe". A suo parere, le repubbliche dell'URSS avrebbero dovuto "tirare fuori quello che hanno portato" e non "trascinare con sé i doni del popolo russo". Secondo l'intelligence militare ucraina, la Russia può osare creare un "corridoio terrestre" e privare l'Ucraina dell'accesso al mare.

Quinto, l'acqua potrebbe essere venduta alla Crimea. Le relazioni tra Israele e Palestina sono citate come esempio. Nonostante le situazioni di conflitto, gli israeliani vendono ai palestinesi più di 20 milioni di metri cubi di acqua all'anno. C'è anche un accordo per vendere fino a 30 milioni di metri cubi di acqua all'anno.
  • Fotografie utilizzate: A.I. Vinogradov / wikimedia.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 30 June 2020 11: 39
    +2
    Perché un disastro ambientale non viene preso in considerazione in questo contesto? Ad esempio, inondazioni di terreni agricoli nella regione di Kherson, penetrazione di feci da pozzi neri nei villaggi e cottage estivi nelle acque sotterranee e la conseguente comparsa del colera, la "morte" del lago Sivash e dei suoi abitanti?
    1. pischak Офлайн pischak
      pischak 30 June 2020 13: 23
      -1
      Citazione: Bulanov
      Perché un disastro ambientale non viene preso in considerazione in questo contesto? Ad esempio, inondazioni di terreni agricoli nella regione di Kherson, penetrazione di feci da pozzi neri nei villaggi e cottage estivi nelle acque sotterranee e la conseguente comparsa del colera, la "morte" del lago Sivash e dei suoi abitanti?

      hi Dopo tutto, una tale dichiarazione di fatti, compagno Bulanov, suona come un atto d'accusa già pronto contro i crimini anti-popolari e anti-statali delle "autorità di Maidan"! negativo.
      E gli "esperti ucraini" hanno un compito completamente diverso, diametralmente opposto: presentare i criminali di Kiev presumibilmente "innocenti" ?! richiesta
  3. Don36 Офлайн Don36
    Don36 (Don36) 30 June 2020 17: 35
    +4
    L'Ucraina venderà acqua alla Crimea ?! Non prima che l'Ucraina stessa paghi per ogni goccia d'acqua che riceve dai fiumi russi!
  4. Roos Офлайн Roos
    Roos 1 luglio 2020 10: 18
    +1
    Scienziati russi hanno trovato acqua dolce sotterranea nelle montagne della Crimea, che è sufficiente per tutti. Inoltre, è possibile acquistare acqua pulita in grandi bottiglie per cucinare e bevande nei negozi e grossisti, come a San Pietroburgo e in altre città, e utilizzare l'acqua del rubinetto per il lavaggio e le necessità domestiche, perché le reti di approvvigionamento idrico sono vecchie e arrugginite.