Calcolo geopolitico: perché Macron lusinga Putin


Venerdì, i Presidenti di Francia e Russia Emmanuel Macron e Vladimir Putin hanno tenuto una videoconferenza, durante la quale i capi di Stato si sono confrontati su una vasta gamma di questioni. Alcuni analisti hanno considerato strano il tono eccessivamente confidenziale della conversazione tra Macron e Putin: sembrava che il leader francese stesse adulando il leader russo. Lo scrive l'edizione tedesca della Frankfurter Allgemeine Zeitung.


La videoconferenza è durata circa due ore. Ascoltando la conversazione politici, c'era la sensazione che fossero legati da una stretta amicizia: spesso si chiamavano per nome e si rivolgevano a "te". Macron ha sottolineato le relazioni amichevoli tra i due paesi, rafforzate dalla cooperazione durante la seconda guerra mondiale. Anche lui, come de Gaulle, ha parlato della necessità di garantire la sicurezza nello spazio "da Lisbona a Vladivostok".

Allo stesso tempo, il proprietario dell'Eliseo non ha menzionato durante la discussione né l'apparente mancanza di progressi sugli accordi di Minsk, né gli attacchi informatici degli hacker russi, né la violazione dei diritti umani in Russia. Macron si è comportato in modo molto confidenziale, annunciando l'intenzione di visitare Mosca entro la fine di questa estate. È diventato anche l'unico leader dell'UE a rispondere positivamente alle iniziative russe su una moratoria sul dispiegamento di missili a medio raggio in Europa, dichiarando la sua disponibilità a discutere la questione.


In Francia, i tentativi di Macron di avvicinarsi a Putin furono valutati come un messaggio ai circoli borghesi di destra all'interno della Quinta Repubblica - agì come Charles de Gaulle, che nel 1959 parlò di "Europa dall'Oceano Atlantico agli Urali". Inoltre, Parigi sta cercando di impedire un riavvicinamento indesiderato tra Mosca e Pechino, nonché di esprimere preoccupazione per la diminuzione dell'influenza francese in Siria e Libia. Cioè, il calcolo geopolitico di Macron è evidente in rapporti così amichevoli con il presidente russo.
  • Foto utilizzate: http://kremlin.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 1 luglio 2020 10: 35
    +2
    ..perché Macron sta lusingando Putin

    Sì, ai giornalisti sembra così. Le parole dovrebbero essere supportate dai fatti, ma non lo sono. La Francia non supporta la Russia da nessuna parte.
  2. Roos Офлайн Roos
    Roos 1 luglio 2020 21: 28
    +1
    È improbabile che funzioni su Pechino, ma è sempre utile discutere faccia a faccia di altre questioni globali in politica a Mosca.
  3. Potapov Офлайн Potapov
    Potapov (Valeria) 2 luglio 2020 08: 49
    0
    Blah blah blah. Inganno, ha cambiato idea, scortese ... La politica, invece ...