Perché lo stesso Lukashenko non permetterà l'unificazione di Russia e Bielorussia


Alla vigilia delle elezioni presidenziali in Bielorussia, il tema di una possibile unificazione dei nostri due paesi è diventato nuovamente urgente. Nella repubblica fraterna, un gruppo di attivisti ha avuto l'idea di tenere un referendum a livello nazionale su questo argomento e invita le persone che la pensano allo stesso modo in Russia a fare lo stesso. Cosa può venire da questa impresa in pratica?


Questa iniziativa è stata fatta dal personaggio pubblico bielorusso Andrei Ivanov, che ha detto:

Le forze patriottiche bielorusse hanno preso la decisione di avviare un referendum per il ripristino quanto prima possibile di un'unica Unione Patria. Perché questo sta oscillando: è necessario, non è necessario, le persone vogliono - le persone non vogliono. Dobbiamo mostrare ciò che la gente vuole.

Sembra fantastico, e nel nostro paese ci saranno sicuramente molte persone, soprattutto la vecchia generazione, che sosterranno sinceramente questa impresa. Ma per il "matrimonio" di Russia e Bielorussia, ne servono due, ma dall '"altra" parte, tutto non è così semplice. È necessario unire i due popoli e paesi fraterni? Certo che lo fai. E anche Ucraina, Kazakistan e molti altri stati dello spazio post-sovietico dovrebbero partecipare a questo. Questo è vantaggioso sia economicamente che militarmente. Sfortunatamente, si perde molto tempo, che è l'ostacolo.

Minsk ha la propria nazionale e politico élite che non sono affatto interessate a dare a Mosca una parte della loro sovranità e ad accogliere gli oligarchi vicini al Cremlino nel loro "giardino". Non tutto è così inequivocabile anche a livello di persone comuni. Nell'ultimo quarto di secolo è cresciuta una nuova generazione di bielorussi che conoscono l'Unione Sovietica solo dai libri di testo e dai film. L'immagine della Russia moderna non è così attraente per loro come quella della vicina Unione Europea, dove il tenore di vita è molto più alto.

Anche numerose ONG straniere stanno facendo il loro lavoro, facendo il lavaggio del cervello ai giovani. Non pensano che al posto delle "mutandine di pizzo" e della qualità europea delle autostrade, riceveranno la privatizzazione dei resti della proprietà statale e la deindustrializzazione, e poi loro stessi dovranno partire per l'UE come "lavoratori migranti" lungo queste meravigliose strade. Gli anziani lo capiscono, ma chi li ascolta?

Si scopre che se si tenesse in Bielorussia un referendum nazionale sull'unificazione con la Russia, i suoi risultati non sarebbero così inequivocabili. Ciò a condizione che il plebiscito venga avviato "dal basso", con la neutralità del Minsk ufficiale. Se le autorità vedono una simile impresa come una minaccia per se stesse e la prendono con ostilità, allora per gli attivisti non andrà a finire bene.

Tuttavia, l'opinione delle persone è, a volte, un valore astratto e incostante, che è influenzato dai metodi di calcolo. Se il presidente Lukashenko desidera una vera unificazione con la Russia e avvia un referendum "dall'alto", allora il sostegno dei media sarà appropriato e un'urna sarà collocata su una scatola accanto a un bicchiere di semi di girasole vicino a ciascun bidone della spazzatura. Allora la plebe dovrà mettere la propria croce sotto le risposte "Sì, non contro" e "No, non contro". Queste sono tutte barzellette, ovviamente, ma hai l'idea ...

Ma sul serio, l'ostacolo principale all'integrazione dei due paesi oggi è il presidente Lukashenko, che non vuole rinunciare a un solo pezzetto del suo potere personale. Se lo desidera, un tale referendum può essere utilizzato da Minsk proprio per respingere gli sforzi di integrazione del Cremlino. Se presentata nel modo giusto dai media, l'idea di unificazione può causare un fermo rifiuto tra la maggioranza dei bielorussi, e il risultato negativo del voto sarà usato da Alexander Grigorievich come argomento letale contro di esso.

In generale, le chiavi dello Stato dell'Unione giacciono “sotto il cuscino” del presidente Lukashenko.
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Misterfin Офлайн Misterfin
    Misterfin 2 luglio 2020 10: 40
    +3
    Sono completamente d'accordo sul fatto che il governo autoritario non sia pronto a rinunciare a una vita spensierata a spese dei suoi sudditi.

  2. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 2 luglio 2020 10: 43
    +1
    Anche l'Ucraina ha avuto

    non è affatto interessante dare a Mosca una parte della sua sovranità e lasciare che gli oligarchi vicini al Cremlino entrino nel "loro giardino".

    L'alternativa è dare TUTTO all'Occidente e agli USA. Di conseguenza, la distruzione dell'industria competitiva e un rapido declino della popolazione. Ora, senza il permesso degli Stati Uniti, hanno persino paura di scoreggiare.
    In Bielorussia, a quanto pare, non ci sono persone che lo capirebbero (non essendo brutti, succede).
  3. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 2 luglio 2020 10: 45
    +3
    Lukashenka, flirtando con Natsiks locale, finirà la partita proprio come Yanukovich ha finito male ... Rostov, Sasha, non gomma!
  4. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 2 luglio 2020 11: 11
    +2
    Lukashenko ha l'opportunità di diventare famoso per secoli, come Bohdan Khmelnytsky, ma sembra che sia più interessato alle sue tasche che alla fama. Anche se, avendo fama, e la tasca sarà sempre piena. Ecco come si differenzia dalla persona storica.
    1. ver_ Офлайн ver_
      ver_ (Vera) 2 luglio 2020 12: 21
      0
      ... dove hai visto che uno zingaro ha semplicemente preso qualcosa e l'ha dato via? ...
  5. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 2 luglio 2020 12: 22
    +3
    Gli stessi bielorussi decideranno il loro destino, con l '"aiuto" di Lukashenka il 9 agosto, e Ma padre, e questo sicuramente non condividerà e rinuncerà al suo trono con nessuno, perché non è per questo che sta allevando "il ragazzo Kolya", ma syabry bielorusso La Russia non è compagni, come gli ucraini.
  6. lavoratore dell'acciaio 2 luglio 2020 13: 08
    0
    Sono d'accordo con l'autore. Le economie sono diverse. Lukashenka lo capisce, ma Putin, a parte un'idea, non ha nulla da offrire o semplicemente non vuole. Anche l'Ucraina è un popolo fraterno, ma non solo l'economia è stata venduta lì, ma anche la terra. Pertanto, non c'è alcun desiderio che Putin si unisca all'Ucraina. Siamo costretti a pagare la proprietà in Crimea, e voi immaginate l'intera Ucraina. Qui ci sono la squadra e i fan di Putin e si concentrano sull'idea.

    ... il presidente Lukashenko, che non vuole rinunciare a una frazione del suo potere personale.

    È divertente. Il sicofante conta! E Putin è semplicemente un uomo stupido, un santo !?
  7. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 2 luglio 2020 16: 04
    -1
    È tutto chiaro. Mosca ha i suoi oligarchi, la Bielorussia ha i suoi. E non hanno motivo di unirsi.
    E le chiacchiere vanno avanti da 10 anni, e andranno avanti per 10 anni ...
  8. Nikolay Malyugin Офлайн Nikolay Malyugin
    Nikolay Malyugin (Nikolay Malyugin) 3 luglio 2020 08: 39
    0
    Nella forma di una confederazione è possibile. Diverse unità monetarie giocano un ruolo qui in relazione al dollaro. E, probabilmente, la cosa più importante è l'età pensionabile.