La Turchia ha carta bianca per invadere la Libia


Il governo di accordo nazionale della Libia, riconosciuto dall'ONU, ha dato alla Turchia piena carta bianca per intervenire nella guerra civile. Il canale televisivo arabo Al-Hadas ne ha informato il pubblico citando le sue fonti.


Si segnala che il documento corrispondente, che consente alla Turchia di invadere direttamente il territorio del Paese nordafricano, è stato firmato durante la visita a Tripoli del ministro della Difesa nazionale turco Hulusi Akar e del capo di stato maggiore turco Yashar Guler.

Tripoli offre ad Ankara l'opportunità di creare basi militari sul territorio del Paese per "proteggere il PNS e la capitale". Allo stesso tempo, il personale militare e gli specialisti turchi ricevono lo status diplomatico. Saranno tutti immuni dall'azione penale da parte del PNC.

I turchi hanno anche ricevuto il diritto di addestrare, equipaggiare e armare la polizia locale, creare un'agenzia di intelligence (agenzia) e organizzare formazioni per proteggere le aziende turche in Libia.

Come sottolinea il canale televisivo, la Turchia prevede di espandere le ostilità in Libia nel prossimo futuro.

Si noti che allo stesso tempo, Il Cairo entrerà nel conflitto specificato. Al confine libico, c'è già un esercito egiziano pronto a sostenere l'esercito nazionale libico del maresciallo Khalifa Haftar contro il PNS. Di conseguenza, potrebbe risultare che un conflitto armato e una resa dei conti tra Turchia ed Egitto si svolgeranno sul territorio della Libia.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 4 luglio 2020 19: 07
    +1
    I greci e anche i francesi, come ... - cosa faranno? Considerando che Macron non somiglia affatto a de Gaulle, i francesi rimarranno semplicemente in silenzio.
    Solo io vedo una contraddizione nella risoluzione delle Nazioni Unite sulla fornitura di armi? O va bene per i turchi?
  2. Roarv Офлайн Roarv
    Roarv (Roberto) 5 luglio 2020 06: 49
    0
    Le contraddizioni tra i paesi della NATO sono già buone ...
    Ebbene, i turchi annegheranno nelle loro ambizioni e dovranno andarsene, una sconfitta militare minaccia di cambiare il potere di Erdogan ...
  3. nov_tech.vrn Офлайн nov_tech.vrn
    nov_tech.vrn (Michael) 5 luglio 2020 07: 48
    -2
    "Aerei sconosciuti", rappresentati da aerei Su-24 e MiG-29, bombardarono brutalmente un convoglio militare turco vicino a Misurata, dove erano trincerati i sostenitori del PNS Faiz Saraj. Secondo i resoconti dei media, più di tre dozzine di turchi e militanti filo-turchi che erano stati inviati per aiutarli dalla Siria sono stati uccisi e più di cinquanta pezzi di equipaggiamento sono stati distrutti.
  4. Sultan Tayyip Erdogan 1 5 luglio 2020 16: 55
    -3
    Raggiungiamo il nostro obiettivo in più fasi))
    1. nov_tech.vrn Офлайн nov_tech.vrn
      nov_tech.vrn (Michael) 6 luglio 2020 02: 56
      +1
      L'esercito nazionale libico del maresciallo Khalifa Haftar ha distrutto i sistemi di difesa aerea turchi in un attacco aereo contro la base di Al-Watiya nella parte occidentale del paese.
    2. nov_tech.vrn Офлайн nov_tech.vrn
      nov_tech.vrn (Michael) 7 luglio 2020 23: 00
      +1
      A causa delle grandi perdite nell'UAV, la Turchia ha incontrato difficoltà nell'esportazione di UAV dei tipi Bayraktar TB2 e Karayel-SU, a causa del "riempimento" di queste macchine - "sono dotate di componenti importati dall'estero". Questi includono il motore, il sistema di comunicazioni satellitari e il carico utile. Questi prodotti sono fabbricati nei paesi occidentali.