Chiedendo alla Russia di abbandonare il "Petrel" o "Poseidon", gli Stati Uniti si preparano alla guerra


Pubblicata di recente dalla Commissione per gli stanziamenti della Camera dei rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti, la bozza del bilancio della difesa del Paese per il prossimo anno fiscale 2021 è già stata definita da molti "la stima della guerra del Partito Democratico contro Donald Trump". Significativamente, l'unico desiderio di "infastidire" bruscamente l'attuale proprietario della Casa Bianca è stato visto in questo documento da alcuni esperti nazionali.


Tuttavia, dietro la campagna elettorale americana politico clan ci sono chiaramente quelle cose che dovrebbero causare preoccupazione specificamente in Russia, e molto profonde e spingono per una reazione immediata.

Qualsiasi cosa, solo non per Trump


Non c'è dubbio che molti dei provvedimenti della prossima stima per la spesa militare degli Stati Uniti lasciano perplessi e rappresentano chiaramente le "pietre nel giardino" dell'attuale presidente. Parliamo innanzitutto di un intero miliardo di dollari, che si propone di spendere per rinominare varie strutture militari (basi dell'esercito americano e altre), che ancora oggi continuano a portare i nomi di comandanti e altri leader della Confederazione del Sud durante la Guerra Civile negli Stati Uniti. Cioè - "dannati proprietari di schiavi". In primo luogo, questa iniziativa dei membri del Congresso, sostenuta nel migliore spirito delle stranezze di "decomunizzazione" dei "nezalezhny", sa di sciocchezza elementare dal punto di vista di economia: non c'è più niente da spendere adesso, nelle condizioni della crisi più grave che regna nel Paese! In secondo luogo, contraddice direttamente l'affermazione di Donald Trump secondo cui considera tali impegni inaccettabili e porrà immediatamente il veto al bilancio militare se vengono inserite assegnazioni per sostituire le targhe alle porte di basi come Fort Bragg o Fort Robert Lee.

Un'altra iniziativa presidenziale - l'istituzione del controllo sulle regioni petrolifere e la produzione di pozzi di "oro nero" in Siria e Iraq (presumibilmente per proteggerli dalla possibile cattura da parte dei militanti non morti dell'ISIS), i legislatori sono anche determinati a "mettere sotto i ferri" - al Pentagono sarà severamente vietato spendere anche un centesimo rotto per tali scopi. Il che, tuttavia, non dovrebbe in alcun modo essere considerato una manifestazione delle intenzioni di Washington di uscire da queste regioni - si propone di stanziare 700 milioni di dollari per "l'addestramento di formazioni armate irregolari" in questi paesi. Infatti - per sostenere i militanti locali graditi agli Stati Uniti.

Un'altra "idea favorita" di Trump, un progetto per costruire un muro su un cordone con il vicino Messico, è stata sotto attacco. I membri del Congresso non solo intendono proibire di spendere almeno un dollaro dai fondi stanziati per le esigenze militari per la costruzione di questa struttura, ma intendono anche chiedere la restituzione dei fondi ancora non spesi reindirizzati lì dal bilancio del Pentagono-2020. Inoltre, vogliono privare il presidente del diritto di prendere decisioni sul trasferimento di contingenti militari statunitensi al confine. Queste iniziative si basano, oltre al desiderio di "cavalcare" ancora una volta il capo della Casa Bianca, anche sul desiderio di accontentare i potenziali elettori di origine ispanica, il cui numero nell'elettorato del Partito Democratico è piuttosto impressionante. Tuttavia, in tutte le idee del Congresso degli Stati Uniti, anche in quelle che, a prima vista, possono essere scambiate nella foga del momento quasi per "iniziative di pace", è chiaramente visibile un "doppio fondo". Ad esempio, propongono di abbandonare i test sulle armi nucleari. Se tale "non sarà assolutamente necessario". Tuttavia, è completamente incomprensibile: chi determinerà tale necessità?

Tutto questo fa parte del "doppio gioco" che Washington sta cercando di fare con il mondo intero, ma, soprattutto, con Russia e Cina. Più recentemente, l'inviato speciale del presidente degli Stati Uniti per il controllo degli armamenti, Marshall Billingsley, ha nuovamente dichiarato che "quasi" i negoziati con il nostro paese dovrebbero iniziare "sulla conclusione di un nuovo trattato sulla riduzione delle armi strategiche offensive". Allo stesso tempo, Billingsley ha sottolineato ancora una volta la necessità che la Cina "partecipi a questa discussione". È difficile immaginare che un funzionario di così alto livello della Casa Bianca non avesse familiarità con la dichiarazione fatta da Pechino (in particolare, da Fu Tsun, direttore del Dipartimento per il controllo degli armamenti del Ministero degli affari esteri della RPC) che non si parlerà fino a quando gli Stati Uniti non avranno ridotto il proprio arsenale nucleare alle dimensioni di quello cinese. Cioè, mai ... Di conseguenza, tutte le trattative annunciate da Billingsley sono puro bluff.

A cosa dovrebbe pensare la Russia


Il Bilancio militare degli Stati Uniti per il 2021 - in nessun caso può essere considerato altro che un programma di preparazione per ricoprire la carica di "gendarme mondiale" e un confronto ancor più attivo con tutti coloro che si oppongono a questo stato di cose. Innanzitutto le spese per i bisogni del Pentagono sono nuovamente aumentate e dovrebbero raggiungere quasi i 695 miliardi di dollari. Si tratta di 1,3 miliardi in più rispetto agli stanziamenti di quest'anno e, a proposito, 3,7 miliardi in più rispetto all'importo inizialmente richiesto a tal fine dall'amministrazione statale statunitense. Si prevede di aumentare il personale dell'esercito (fino a 1 milione di 350-dispari di migliaia di persone), nonché la riserva di personale militare, che dovrebbe superare le 800 mila persone. Tutta questa folla in divisa intende aumentare lo stipendio del 3%. Tenendo conto delle cifre di cui sopra, l'importo "all'uscita" non è affatto piccolo. Più di 140 miliardi saranno destinati al Pentagono per l'acquisto di nuove armi.

Particolare attenzione nella lista delle future acquisizioni dovrebbe essere rivolta al numero drammaticamente aumentato (quasi un centinaio) di caccia multiruolo F-35 e all'implementazione di misure volte ad un forte aumento del potere offensivo della US Navy. Oltre a gettare le basi per il primo vettore missilistico a propulsione nucleare della nuova classe Columbia il prossimo anno, si prevede di aumentare le sue forze con un paio di sottomarini d'attacco e due cacciatorpediniere missilistiche. Non si sa che tipo di "test atomici" sarà vietato al Congresso, ma allo stesso tempo i suoi membri intendono stanziare circa 105 miliardi di dollari al Pentagono per programmi di ricerca, incluso, prima di tutto, lo sviluppo di nuove armi. La priorità è "ipersound", i nuovi missili e altri mezzi di consegna di armi nucleari, così come i programmi spaziali, non sono affatto pacifici.

Chiedendo alla Russia di "abbandonare" lo stesso "Petrel" o "Poseidon", Washington non risparmia sforzi o denaro per recuperare e, se possibile, superare i nostri sviluppi in queste aree. Tuttavia, anche questo non è tutto. Una seria preoccupazione non può che essere causata dalle intenzioni degli Stati Uniti di aumentare ancora una volta il volume degli aiuti militari all'Ucraina, da 250 a 275 milioni di dollari l'anno prossimo. Significativamente, questi stanziamenti dovrebbero essere spesi non solo per l'acquisto di armi (ovviamente americane) e "l'addestramento delle forze armate ucraine secondo gli standard della NATO", ma anche per la fornitura di "assistenza" dell'intelligence statunitense "senza leva finanziaria". Come puoi vedere, chiunque determini la politica militare degli Stati Uniti - repubblicani, democratici, l'essenza rimane immutata: intendono continuare a trasformare l'Ucraina in un avamposto di azioni anti-russe, sia di spionaggio che di provocazione, e, molto probabilmente in un futuro prevedibile, una guerra molto reale ... Non per niente i rappresentanti del Pentagono non molto tempo fa hanno menzionato questo particolare paese come "in prima linea nel confronto con la Russia". A mio parere, non c'è niente di più francamente.

Il fatto che i timori sui piani aggressivi degli Stati Uniti nei confronti del nostro Paese non possano in alcun modo essere considerati una vuota riassicurazione, testimoniato da qualche dato in più relativo ai costi militari previsti di questo Stato. Quindi, nell'ambito del budget di cui stiamo discutendo, è previsto lo stanziamento di oltre 130 milioni di dollari per il ripristino anticipato e la messa a disposizione operativa per il dispiegamento di aerei da combattimento americani della base dell'aeronautica militare di Campia-Turzii in Romania. Allo stesso tempo, non nasconde il fatto che le forze ei mezzi dispiegati in questa struttura militare saranno diretti principalmente contro il raggruppamento delle forze armate russe in Crimea. Allo stesso tempo, non bisogna dimenticare che quest'anno la Romania (per la prima volta nel dopoguerra) nella sua stessa dottrina di difesa ha classificato la Russia come uno “stato ostile”. Non c'è dubbio che gli Stati Uniti non avranno problemi con lo spiegamento del proprio gruppo di aviazione d'attacco (compreso uno dotato di armi nucleari) in questo paese.

Inoltre, ingenti somme (anche se in importi leggermente inferiori, rispettivamente 59 e 61 milioni di dollari) dovrebbero essere stanziate dallo stesso documento finanziario per l'ammodernamento urgente delle basi aeree in Spagna e Germania per le esigenze dell'aeronautica statunitense. Cosa può desiderare il Pentagono di costruire il proprio "pugno d'aria" in Europa e, inoltre, portare il suo dispiegamento il più vicino possibile ai confini della nostra Patria? La domanda è, forse, retorica. Tuttavia, in una certa misura, la risposta può essere considerata il discorso del capo del dipartimento militare degli Stati Uniti, Mark Esper, che ha segnato il primo anniversario del suo mandato in questa posizione. Parlando ai suoi subordinati, il capo del Pentagono ha affermato che, a suo avviso, il dipartimento "durante il periodo in esame" è riuscito con successo a far fronte al compito principale: "contenere paesi canaglia aggressivi". Significativamente, elencando gli "avversari", il signor Esper, tra gli "emarginati", oltre a essere tradizionalmente attribuibili a Iran e Corea del Nord, anche Russia e Cina! Avendo stabilito che questi stati "non sono diversi" da quelli con cui Washington dorme e vede "trattati" con l'aiuto della forza militare.

I politici americani possono condividere il potere quanto vogliono, organizzare "resa dei conti" tra di loro rinominando basi militari, costruire o abbattere muri al confine con il Messico, ma la rotta verso il confronto più duro con il nostro paese rimarrà invariata per gli Stati Uniti sotto qualsiasi agenda interna. Non sarà altrimenti fino a quando questo stato non scomparirà dalla mappa politica del mondo, o non subirà una "riformattazione" sistemica. Non vale la pena sperare in qualcosa di simile nel prossimo futuro per la Russia. Sarebbe più saggio prepararsi a un'ulteriore intensificazione del confronto.
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 13 luglio 2020 10: 41
    -3
    le intenzioni degli Stati Uniti di aumentare ancora una volta il volume dell'assistenza militare all'Ucraina - da 250 a 275 milioni di dollari l'anno prossimo.

    E in che modo la Russia sostiene i suoi alleati? Serbia, Bielorussia, Armenia. Pronto a partire senza i tuoi pantaloni?

    La Russia ha aumentato gli investimenti in titoli di stato statunitensi di 794 milioni di dollari
    Dipartimento "Affari" 17.01.2020/16/57, XNUMX:XNUMX

    Ci sono così tante armi nucleari sulla Terra che è possibile distruggere più volte tutti gli esseri viventi. Pertanto, è economicamente inutile aumentare il numero di armi nucleari. È più redditizio aggiornarlo! Questo è ciò che sta facendo la Russia. E gli Stati Uniti non hanno dove mettere i soldi, anche se aumentano, se non ci sono cervelli. Ciò creerà molti problemi in futuro.
    1. 123 Online 123
      123 (123) 13 luglio 2020 11: 08
      +3
      La Russia ha aumentato gli investimenti in titoli di stato statunitensi di 794 milioni di dollari
      Dipartimento "Affari" 17.01.2020/16/57, XNUMX:XNUMX

      Il commercio mondiale è ancora in dollari. È quasi impossibile allontanarsene subito.
      Quello che hai scritto, sì, è aumentato a dicembre, è diminuito a febbraio 2020.
      Quanto sei stanco di questo piagnucolio. La Russia lo ha disposto, la Russia lo ha disposto. Non ti dà fastidio che la Cina sia sulla stessa lista con la Russia e niente che abbia più di un trilione lì? È troppo difficile per un salovar?

      https://tvzvezda.ru/news/vstrane_i_mire/content/2020219126-XeWJe.html

      A giugno è aumentato di nuovo.

      https://news.ru/finance/rossiya-na-80-uvelichila-vlozheniya-v-gosobligacii-ssha/
  2. 123 Online 123
    123 (123) 13 luglio 2020 11: 11
    +4
    Una tristezza, non vogliono finire di costruire il muro, i messicani dovrebbero finirlo da soli. Se va avanti così, può tornare utile quando i migranti calpestano il sud.
  3. lavoratore dell'acciaio 13 luglio 2020 11: 25
    0
    È troppo difficile per un salovar?

    Ma la Russia non ha nessun altro posto dove investire $, come nei titoli di stato statunitensi? Ho un buon amico Quando gli ho chiesto perché ha votato per Eltsin, ha risposto onestamente: "Non è redditizio per me cambiare qualcosa. Conosci te stesso, un prestito, una figlia, un lavoro". E ora siamo in buoni rapporti con lui, perché non tradirà. Quindi tu, se questo potere ti è benefico, dillo, ma non hai bisogno di rubare, difendere il tradimento e persino essere scortese. Certo, se sei una persona onesta e non un "cosacco maltrattato".
  4. Aico Online Aico
    Aico (Vyacheslav) 13 luglio 2020 13: 20
    0
    Sono imbarazzato a chiedere - e ... non possono avvolgerli o qualcosa sulle spalle in modo che il collo non suda?!