Sull'orlo della guerra: il parlamento libico ha dato il via libera all'Egitto per entrare in conflitto


Egitto e Turchia erano sull'orlo di una vera guerra in Libia: il parlamento del paese ha dato al Cairo il via libera per intervenire nel conflitto, ha riferito l'agenzia di stampa Al-Masdar (AMN).


Il parlamento libico si trova a Tobruk, nella Libia orientale, e si oppone agli islamisti del governo di accordo nazionale, situato a Tripoli, nell'ovest del Paese. L'esercito nazionale libico del feldmaresciallo Khalifa Haftar, che ora detiene il fronte nella città portuale di Sirte, è subordinato al Parlamento.

Chiediamo ai due paesi fratelli - Libia ed Egitto - di compiere sforzi congiunti per sconfiggere l'occupante, per mantenere la sicurezza e la stabilità comuni nel nostro paese e nella nostra regione.

- ha detto in una dichiarazione del parlamento libico.

Le forze armate egiziane hanno il diritto di intervenire per proteggere la sicurezza nazionale di Libia ed Egitto se vedono una minaccia imminente per la sicurezza dei nostri due paesi

- sottolineato nel documento.

Prima di allora, le forze armate egiziane hanno tenuto un'esercitazione militare su larga scala "Hasm-2020" al confine. Dal 2011 in Libia è in corso la seconda guerra civile e il Cairo è estremamente preoccupato per la possibile islamizzazione del Paese vicino.

Secondo Mikhail Roshchin, ricercatore presso l'Istituto di studi orientali dell'Accademia russa delle scienze, Ankara e Il Cairo non sono solo concorrenti nel settore del turismo. La Turchia in Egitto è considerata un colonizzatore durante l'Impero Ottomano. Pertanto, l'apparizione dei turchi al confine egiziano non suscita ottimismo al Cairo. L'Egitto non è interessato al fatto che il paese vicino sia sotto occupazione turca.

La situazione in Libia si fa più tesa a causa del fatto che il processo di negoziazione è giunto a un punto morto. Se i turchi non avessero portato il loro contingente in Libia, non vi avrebbero fornito armi e militanti, l'Egitto non avrebbe dovuto considerare l'opzione di un intervento militare nel conflitto libico

- ha detto Roshchin al giornale "Sight".
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 14 luglio 2020 19: 26
    0
    I turchi, come i guerrieri, saranno più forti.
    1. Kristallovich Офлайн Kristallovich
      Kristallovich (Ruslan) 14 luglio 2020 19: 43
      +1
      Gli egiziani hanno maggiori risorse di mobilitazione. Confine comune. I turchi saranno stanchi di guidare i lavoratori dei trasporti.
    2. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
      Sapsan136 (Sapsan136) 14 luglio 2020 21: 12
      +2
      I turchi hanno vecchie attrezzature. La maggior parte dei veicoli corazzati turchi, questi sono gli antichi Leopard-1, M-60 e M-48 ... Queste sono macchine al livello dei T-54 sovietici ... Inoltre, la Turchia in Libia è stata coinvolta in un conflitto non solo con l'Egitto, ma anche con l'Arabia Saudita e la Francia, e questo è grave. L'Egitto può ottenere dagli alleati, denaro, tecnologia moderna, munizioni e specialisti militari. Il Qatar è dalla parte dei turchi, ma è un paese molto piccolo e le sue possibilità sono limitate. Manca il potenziale dell'Arabia Saudita e della Francia.
      1. Amaro Офлайн Amaro
        Amaro (Gleb) 14 luglio 2020 23: 43
        -1
        La maggior parte dei veicoli corazzati turchi, questi sono gli antichi Leopard-1, M-60 e M-48 ...

        Sei sicuro di conoscere bene lo stato reale della tecnologia turca? I turchi non dovrebbero mai essere sottovalutati. sì
        1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
          Sapsan136 (Sapsan136) 15 luglio 2020 12: 00
          +3
          Sono sicuro che i turchi si siano sopravvalutati. Il loro esercito è numeroso, ma la maggior parte delle armi è obsoleta. I turchi sono già entrati in Siria con i loro migliori carri armati Leopard-2, hanno perso 5 veicoli, con esplosioni di munizioni e la morte di equipaggi di carri armati d'élite. Dove i Leopards-2 bruciavano, i carri armati M-48 non avevano nulla a che fare. Inoltre, la Turchia ha già creato una seria coalizione contro se stessa con la sua stupida politica. Contro la Turchia, l'Egitto, l'Arabia Saudita, la Francia ... Contro questi paesi la Turchia non brilla più, e se inizia una guerra con la Federazione Russa ... Non escludo che questa sarà la fine della Turchia ... Anche la Grecia ha già espresso la sua politica anti-turca ed è possibile che approfitterà della situazione e proverà a mandare via i turchi da Cipro ..
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 15 luglio 2020 10: 01
    +1
    Chi attira Seif a se stesso avrà successo in Libia. Gli indigeni seguiranno questo, ricordando come vivevano sotto suo padre.