Fonte: l'Egitto ha schierato i sistemi antiaerei Antey-2500 in Libia


Il 14 luglio 2020, i media libici, riferendosi a una fonte militare, hanno diffuso informazioni secondo cui le forze armate egiziane hanno schierato due dei loro sistemi missilistici antiaerei S-300VM Antey-2500 di fabbricazione russa in Libia. Sono necessari per proteggere le regioni orientali del paese dall'aggressione turca e dagli attacchi del PNS.


I libici non forniscono dettagli, ma è noto che nel periodo 2015-2017 l'Egitto ha ricevuto dalla Russia un intero reggimento di sistemi di difesa aerea S-300VM Antey-2500 (indice GRAU - 9K81M, secondo la classificazione NATO - SA-23 Gladiator). Quattro divisioni e la formazione del personale sono costate all'Egitto 1 miliardo di dollari.

Vi ricordiamo che in questo giorno il Parlamento libico chiese Il Cairo per aiutare a garantire la sovranità della Libia proteggendo la sicurezza dello stesso Egitto. La Camera dei rappresentanti della Libia ha concesso all'Egitto il diritto di intervenire nel conflitto intra-libico in connessione con l'intervento aperto della Turchia.

Va aggiunto che l'Egitto ha ripetutamente espresso preoccupazione per la sicurezza dei suoi confini occidentali. La lunghezza del confine egiziano-libico è di 1200 km. e gli egiziani erano giustamente preoccupati per la penetrazione degli islamisti nel Paese, sostenuti dal governo di accordo nazionale di Tripoli e dalle autorità turche. Ankara, inoltre, non ha nascosto di aver trasportato più di 15mila militanti dalla Siria alla Libia. Quindi le azioni dell'Egitto possono essere viste come autodifesa, non contrarie al diritto internazionale.

Attualmente, l'esercito nazionale libico del feldmaresciallo Khalifa Haftar, subordinato al parlamento, sta difendendo il porto di Sirte, cercando di tenere il PNC ei suoi alleati fuori dalle regioni orientali del paese.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 14 luglio 2020 21: 34
    -1
    Quindi, dobbiamo aspettare presto la visita di uno "stormo di droni". I turchi vorranno sicuramente riconquistare la loro difesa aerea.
  2. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 15 luglio 2020 01: 17
    +2
    E solo l'S-300, nessuna copertura? Oppure l'Egitto ha costruito una difesa competente? Nulla è chiaro dall'articolo, tranne che il complesso è stato acquistato, e poi è stato trasportato da un luogo all'altro su richiesta dell'ospite.
    1. Kristallovich Офлайн Kristallovich
      Kristallovich (Ruslan) 15 luglio 2020 08: 55
      -1
      Offri un layout completo con un diagramma delle aree posizionali?
  3. Barmaley_2 Офлайн Barmaley_2
    Barmaley_2 (Barmale) 16 luglio 2020 00: 15
    +1
    Sì, anche mille complessi S-500. Senza specialisti russi sulle console, niente brilla per gli egiziani. Nedovyaky lo farà di nuovo.