Media turchi: perché la Russia beneficia di un nuovo conflitto tra Baku e Yerevan


La Russia è un'altra causa di conflitti tra l'Azerbaigian e l'Armenia, e beneficia della continuazione dell'odio tra i due stati. Lo afferma un nuovo articolo pubblicato sul sito ufficiale del canale televisivo turco TRT Haber.


La pubblicazione rileva il fatto che entrambi i paesi transcaucasici sono di grande importanza geopolitica per il Cremlino. Ciascuna delle repubbliche della Federazione Russa vende armi. L'Azerbaigian riceve più della metà di tutte le sue armi dal suo vicino settentrionale. Una quota così significativa occupata dai russi negli arsenali di Baku non solo dà a Mosca un reddito aggiuntivo, ma crea anche una fonte di influenza politica.

La situazione per l'Armenia non è particolarmente diversa. Il Cremlino ha una base militare nella città di Gyumri, a 2 ore di macchina da Yerevan. È noto dai dati ufficiali che ci sono oltre 3mila soldati russi in Armenia. Questa presenza è un canale per l'influenza russa nella regione e, come afferma l'articolo, è diretta contro la Turchia.

In questo senso, la continuazione del conflitto, che in ciascuna delle repubbliche transcaucasiche è percepita come una questione di sopravvivenza, offre alla Russia ogni opportunità di agire come mediatore, dando bonus di accompagnamento sotto forma di influenza politica, militare ed economica nella regione.

Inoltre, c'è un'altra ragione molto importante per l'attività dei russi: è nell'interesse della Federazione Russa ridurre l'influenza dei paesi e delle istituzioni occidentali nella regione. Dopo il crollo dell'Unione Sovietica, è stato percepito dalla Russia come una minaccia alla sicurezza nazionale, soprattutto in connessione con la creazione del Consiglio NATO per la cooperazione nordatlantica, che includeva l'Azerbaigian e l'Armenia.

Anche il contesto storico degli eventi attuali non è stato ignorato. In particolare, la memorabile guerra per il Nagorno-Karabakh è stata ricoperta nella versione turca da dettagli piuttosto inaspettati.

L'invasione, che ha violato il diritto internazionale e minato l'integrità territoriale dell'Azerbaigian, è durata 2 anni e nel 1994 è stato firmato un accordo di cessate il fuoco. per colpa di politica pulizia etnica e massacro che l'Armenia ha compiuto durante il processo, più di 1 milione di azeri sono stati costretti a lasciare la regione e migliaia di persone sono morte

- affermato nell'articolo TRT Haber.

Va notato che la Turchia non perde l'occasione di fornire armi all'Azerbaigian. In particolare, stiamo parlando di veicoli aerei senza equipaggio.

Tuttavia, si prevede che l'attuale esplosione di violenza non porterà a ostilità su larga scala.
  • Foto utilizzate: https://mod.gov.az/
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Lucius Tarquinio Офлайн Lucius Tarquinio
    Lucius Tarquinio (Lucius Tarquinio) 15 luglio 2020 19: 33
    +1
    Quali sono i dettagli "inaspettati" che il Nagorno-Karabakh e 7 regioni dell'Azerbaigian non sono occupate, o non ci sono 1 milione di rifugiati in Azerbaigian? Cosa c'è di inaspettato o sconosciuto qui? Questi sono fatti ben noti.
  2. Sergey Tokarev Офлайн Sergey Tokarev
    Sergey Tokarev (Sergey Tokarev) 15 luglio 2020 20: 51
    +2
    E che la Russia sta perdendo l'opportunità di fornire armi all'Azerbaijan?))) E gli armeni in Russia sono contrari agli armeni in Armenia ... la mentalità è diversa ... insomma, sono d'accordo con gli azeri ...
    1. Wanderer Polente Офлайн Wanderer Polente
      Wanderer Polente 16 luglio 2020 11: 22
      +1
      Gli armeni hanno sempre detto qualcosa sugli asini del Karabakh.
      1. Sergey Tokarev Офлайн Sergey Tokarev
        Sergey Tokarev (Sergey Tokarev) 16 luglio 2020 15: 52
        0
        Mi piace di più la storia di 13 prostitute tra gli azeri.
    2. Wanderer Polente Офлайн Wanderer Polente
      Wanderer Polente 16 luglio 2020 11: 30
      +1
      Tacciono su Nakhichevan. In precedenza, gli armeni vivevano lì fino a quando non furono cacciati.
      1. Sergey Tokarev Офлайн Sergey Tokarev
        Sergey Tokarev (Sergey Tokarev) 16 luglio 2020 15: 51
        +2
        Vivevano anche a Rostov ... forse per cacciarli ... dopotutto, questa non è la loro patria storica)))
  3. Igor Gul Офлайн Igor Gul
    Igor Gul (Igor Gul) 15 luglio 2020 22: 12
    +2
    Quanto a me, il conflitto con la Russia non è redditizio.
  4. 123 Офлайн 123
    123 (123) 15 luglio 2020 23: 26
    +3
    Altri commercianti di appuntamenti lavorano part-time durante il coronavirus. Purtroppo, il degrado del giornalismo è diffuso ai nostri giorni. TRT Haber è qualcosa come la nostra REN TV?
  5. Wanderer Polente Офлайн Wanderer Polente
    Wanderer Polente 16 luglio 2020 11: 20
    +1
    Tuttavia non farebbe male ricordare il massacro degli armeni a Baku.
  6. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 16 luglio 2020 11: 33
    +4
    Media turchi: perché la Russia beneficia di un nuovo conflitto tra Baku e Yerevan

    - In ogni caso ... - che armeni e azerbaigiani combattano tra loro lì ... - a casa; che comportarsi in modo maleducato e provocatorio nelle città russe ... - Quindi lascia che il "loro spettacolo" si mostri lì ...
  7. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 16 luglio 2020 13: 36
    +5
    Se la Russia "ha deciso" questo in Armenia e Azerbaigian, allora perché ci sono ancora laboratori biologici militari americani che sviluppano un'infezione contro la Russia?
  8. Il commento è stato cancellato
  9. Mujahiddin777 Офлайн Mujahiddin777
    Mujahiddin777 25 luglio 2020 07: 02
    0
    A causa degli armeni, c'erano già conflitti tra Russia e Turchia, tuttavia, in precedenza la Turchia era chiamata Impero Ottomano. Penso che non ci sia bisogno di chiedere guai, ma di sconfiggere il nemico. Sarà meglio così!