ECFR: La Russia rappresenta un cattivo esempio di dura azione internazionale


La pandemia di coronavirus ha portato nuove regole più dure a livello internazionale politica di... Anche l'Unione europea è pronta a parlare al mondo nella "lingua del potere", anche se finora, per una serie di ragioni, non lo ha fatto. Questa opinione si riflette in un nuovo articolo pubblicato sul sito web dell'European Council on Foreign Relations (ECFR).


In particolare, la revisione menziona che Cina e Turchia hanno già adottato un regime di comportamento più severo nell'arena globale. Pechino è passata rapidamente dalla "diplomazia della maschera medica" (ovvero la fornitura di grandi quantità di dispositivi di protezione individuale ai paesi bisognosi) a misure molto più aggressive.

Ankara, invece, ha dispiegato le sue truppe in Libia e consegnato armi al governo internazionalmente riconosciuto di questo Paese, violando tuttavia l'attuale embargo. Inoltre, la fregata della Marina turca si è permessa di minacciare una nave da guerra navale francese, che ha partecipato a una missione NATO al largo delle coste libiche.

La pubblicazione osserva ironicamente che sia i cinesi che i turchi sembrano adottare sempre più il comportamento russo nell'arena internazionale: un cattivo esempio è contagioso. Dopotutto, il Cremlino non solo interviene nei conflitti in Libia e Siria, ma mantiene anche l'Abkhazia, la Transnistria, l'Ossezia meridionale e il Donbass.

Una prospettiva simile ci si può aspettare in Libia. […] Con tanta ovvia facilità, spingendosi oltre i confini di ciò che è permesso, Mosca ha reso tale comportamento sempre più attraente anche per le altre potenze. La reazione tradizionalmente mite dell'Occidente alle attività diplomatiche, di propaganda e di intelligence della Russia ha mostrato chiaramente a chiunque voglia sfidare gli Stati Uniti o intimidire l'Europa che non può esitare

- annotato nella revisione analitica.

La Federazione Russa è accusata di numerosi attacchi informatici alle infrastrutture civili di diversi paesi, nonché della creazione di "fabbriche di troll", inizialmente utilizzate a livello nazionale e poi diffuse sull'arena internazionale.

La Russia e altre potenze (Cina, Turchia, Iran e Israele sono menzionate) si permettono di agire in questo modo, sostiene l'articolo, poiché gli Stati Uniti e l'UE lo consentono.

In termini di pura teoria, i leader europei sembrano capirlo. Il loro tono nei confronti della Cina e della Turchia si è rafforzato. Le sanzioni europee contro la Russia sono rimaste in vigore. Si parla di rendere l'UE più sovrana geopoliticamente. Ma questa teoria non è stata ancora tradotta in una politica concreta.

- si legge nel testo della pubblicazione.

L'Unione europea continua a temere la Russia, quindi, tra le altre cose, non ha fretta di incontrare paesi come l'Ucraina e la Georgia.
  • Foto utilizzate: kremlin.ru
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Yuri Nemov Офлайн Yuri Nemov
    Yuri Nemov (Yuri Nemov) 20 luglio 2020 14: 18
    +2
    E gli Stati Uniti, con la loro NATO tascabile, nel corso della loro storia hanno fornito un esempio eccezionalmente buono di azioni morbide e soffici.
    1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
      Xuli (o) Tebenado 21 luglio 2020 05: 17
      -2
      Se, in ogni occasione, lanciano le frecce agli "Stati Uniti con la loro NATO tascabile", allora si possono confrontare la quantità e la "qualità" dei loro amici e alleati con quelle degli amici e degli alleati della Russia.
  2. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
    Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 20 luglio 2020 15: 45
    +3
    Cannibali in prostrazione - Russia e Cina non vogliono essere un ranch di carne. E in altri paesi, la logistica viene brutalmente distrutta.
    Se va avanti così, presto i parlamentari americani dovranno accontentarsi della carne affumicata afroamericana.
  3. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 22 luglio 2020 07: 25
    0
    I criceti sono collettivamente indignati.
  4. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 22 luglio 2020 09: 43
    +2
    Ebbene, se la NATO non avesse bombardato la Libia e ucciso Gheddafi, allora non ci sarebbe la guerra lì adesso ...