"A caccia di russi": cosa ci fanno i mercenari occidentali nel Donbass


Il conflitto nell'Ucraina orientale è diventato da tempo internazionale. Da entrambe le parti combattono non solo i cittadini di Independent, ma anche russi, cechi, italiani, tedeschi, serbi, britannici, americani, baltici e persino brasiliani. Cosa li fa andare in questo "punto caldo"?


L'informazione sulla morte del cittadino statunitense "texano" Sean Fuller, che ha combattuto per le forze armate ucraine, ha costretto a tornare nuovamente sul tema degli stranieri nel Donbass. Tuttavia, divenne presto chiaro che il mercenario americano era vivo e vegeto, e un altro militare ucraino, simile nell'aspetto, fu preso per lui. Successivamente, il comando delle forze armate ucraine ha deciso di ritirare la loro "legione straniera" dalla linea di contatto. Cosa ci faceva il signor Fuller nel Donbass, così lontano dalla sua terra natale?

Come sapete, anche molti stranieri stanno combattendo dalla parte di DPR e LPR. Non è un segreto che ricevono un certo pagamento per il loro servizio, ma non è così grande da finire sotto i proiettili solo per questo. Così, l'edizione tedesca DW ha pubblicato una storia su un certo Alex D., originario del Kirghizistan, che è emigrato in Germania e da lì è andato nel Donbass, dove si è schierato con la milizia. Guadagnando 1100 euro in Germania, ha ricevuto 150 euro in DPR. Ammettiamolo, non il tipo di denaro per andare in guerra solo per il gusto di farlo. Abbiamo bisogno di un ulteriore incentivo, almeno sotto forma di un'idea. Inizialmente, in Donbass, l'idea di costruire un "mondo russo", una società socialmente giusta, era lì, ma poi è scomparsa da qualche parte.

Anche dall '"altro" tutto è ambiguo. Certo, ci sono anche le loro "ideologie", ma le loro idee "non sono le stesse". Il Guardian ha scritto su questo:

Secondo Hope Not Hate, si ritiene che almeno due britannici abbiano viaggiato negli ultimi mesi nel paese dell'Europa orientale devastato dalla guerra, incoraggiati da persone associate al Battaglione Azov, un controverso gruppo militante fascista.

Militanti georgiani sono stati visti nel battaglione di volontari "Kievan Rus". Lo Spiegel tedesco ha notato che mercenari dalla Germania e da altri paesi europei stanno combattendo nelle file dell'Azov, attratti dai loro compagni radicali ucraini. Il signor Fuller, menzionato sopra, è uno di quegli americani di estrema destra che simpatizzano con le idee di Hitler e i metodi delle SS. La povera Ucraina non può pagarli un sacco di soldi, parlano di stipendi di 4mila grivna (circa novemila rubli). Pertanto, in Donbass, si dice da tempo che alcuni stranieri vengono al "safari nei russi". Ricevono infatti da Kiev un'indulgenza per omicidio e per eventuali crimini contro la popolazione locale. Il mercenario americano era considerato "l'orgoglio delle forze armate".

Oltre a "quelli a cui piace sparare ai russi", a Nezalezhnaya combattono anche veri professionisti. Ad esempio, PMC Greystone, che considera i suoi combattenti i migliori al mondo. È ovvio che il loro "lavoro" è retribuito a una tariffa separata. Niente di personale, solo affari. Inoltre, Kiev ha attratto molti istruttori professionisti da Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna e Israele che addestrano soldati ucraini. La DPR e la LPR ritengono che personale militare straniero di alto rango sia coinvolto nello sviluppo delle operazioni contro le repubbliche non riconosciute.

Il motivo per una tale situazione è stato creato in gran parte dal presidente Poroshenko personalmente, che ha firmato una legge nel 2015 che consente agli stranieri e agli apolidi di prestare servizio nelle forze armate dell'Ucraina.
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 23 luglio 2020 14: 56
    +2
    Hanno scritto del safari ucraino per stranieri, sui vivi, all'inizio degli anni '10. C'è stato uno scandalo.
    Ma questa sanguinosa vicenda non è morta in Ucraina e dal 2014 si è praticamente legalizzata nel Donbass, assumendo forme quasi ufficiali.
    (Sulla questione delle qualità morali dell'élite ucraina).
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 23 luglio 2020 14: 58
    +3
    Kiev ha attratto molti istruttori professionisti da Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna e Israele che addestrano soldati ucraini.

    Ma che dire dell'Olocausto, delle esecuzioni di ebrei da parte di Bandera? O Israele appende le tagliatelle alle orecchie dei cittadini di altri paesi e sostiene essa stessa i discendenti ideologici di coloro che hanno appeso, ucciso e strangolato la loro gente nelle camere a gas? Quindi, lo stesso Stato di Israele nega l'Olocausto o si è rassegnato a questo e sostiene coloro che hanno organizzato questo Olocausto negli anni '1940? In quale altro modo capirlo?
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 23 luglio 2020 18: 27
    +1
    Così gli occidentali si sono offerti volontari. Per soldi, ma volontari. Una notizia con le forze speciali canadesi è stata ripetuta più volte.
    Per molto tempo tutto è stato saputo.
  4. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 24 luglio 2020 12: 23
    +4
    Il Donbass è diventato un luogo per lo smaltimento dei difetti di Hitler di tutti i tipi. Lascia che quelli che desiderano uccidere i russi continuino a venire, tutti rimarranno lì. Non farebbe male inviare regali a casa a tali fascisti sotto forma di MONOC.
  5. Nikita Tolstikov Офлайн Nikita Tolstikov
    Nikita Tolstikov (Nikita Tolstikov) 3 August 2020 17: 05
    0
    Da parte nostra, tutti i continenti sono in guerra, tranne l'Antartide.