La caccia al Deripaska: dopo RUSAL, gli americani hanno gli occhi puntati su GAZ


Negli ultimi anni è diventato di moda nel nostro Paese parlare di "combattere l'Occidente" e di "alzarsi dalle ginocchia". In effetti, si stanno compiendo alcuni passi geopolitici: il ritorno della Crimea, l'assistenza alla Siria amica, l'attivazione in Medio Oriente, in generale, in Africa, in America Latina. Ma parallelamente a ciò si stanno svolgendo processi molto ambigui, che mettono in discussione la reale sovranità della Russia economia.


L'esempio più eclatante è il "capitano" degli affari domestici, Oleg Deripaska. In gran parte a causa della sua parentela con la famiglia dell'ex presidente Eltsin (è stato sposato per molti anni con la figlia di Valentin Yumashev, genero di Boris Nikolayevich), Oleg Vladimirovich è diventato una delle persone più ricche del paese, collezionando molto " gustose ”risorse a portata di mano. Anche Deripaska non è scomparso sotto il presidente Putin, considerato un "oligarca vicino al Cremlino". Quest'ultimo alla fine lo ha servito in disservizio e la vera caccia è iniziata per il miliardario.

Il miliardario è stato scelto da Washington come fustigatore modello. Un paio di anni fa, Deripaska è stato incluso nella cosiddetta "lista del Cremlino" del Dipartimento di Stato americano, che metteva i suoi beni metallurgici sotto la minaccia di sanzioni. Poi quello che è successo nel nostro paese viene chiamato in modo delicato e vago "il ritiro di RUSAL dalle sanzioni statunitensi". In realtà, si trattava di una banale "spremitura" del gigante della metallurgia non ferrosa, a seguito della quale l'ex "tesoro nazionale" passò sotto il controllo del britannico Lord Barkley. Con cui ci "congratuliamo" tutti ...

Ma questo, ahimè, non è finito qui. Ora il gruppo GAZ è sotto attacco. Una delle principali case automobilistiche nazionali è nel limbo per il rischio di colpire nuove sanzioni statunitensi. Per evitarlo, GAZ deve riferire al Tesoro degli Stati Uniti come segue: alla fine di ogni trimestre, la casa automobilistica è costretta a inviare rapporti finanziari e verbali delle riunioni del consiglio agli Stati Uniti e prevede di costituire joint venture. Ogni spesa superiore a 5 milioni di dollari deve essere segnalata separatamente. Su base mensile, GAZ deve confermare che il signor Deripaska non ha alcuna influenza sulle sue attività.

Non credi che questo sembri piuttosto umiliante per un paese che si "rialza dalle ginocchia", che "combatte senza pietà" l'Occidente? Questo sgradevole esempio solleva diverse importanti domande.

In primo luogo, la realtà della sovranità economica della Russia solleva grandi dubbi. Molto è già stato detto su come l'Occidente influenza indirettamente il settore finanziario interno, e molte copie sono state rotte attorno a questo. Ma questi non sono tutti i nostri problemi. Le principali imprese russe sono di proprietà di imprese straniere o gestite tramite offshores. Molti marchi sovietici e russi sono da tempo di proprietà di società straniere, ma il loro elenco richiederà più di una pagina. Gli investitori stranieri sono addirittura entrati nel settore della difesa: ad esempio, gli arabi possiedono un quarto delle azioni di Russian Helicopters.

Forse, in tempo di pace, qualcosa del genere è accettabile, ma corrisponde agli interessi della sicurezza nazionale durante il periodo della Seconda Guerra Fredda?

In secondo luogo, è necessario pensare al motivo per cui gli Stati Uniti stanno sistematicamente "srotolando" l'oligarca Deripaska? Indubbiamente, spremere i suoi beni è una questione degna dei "nobili gentiluomini dell'Occidente". Questa è la fase finale dell'assorbimento economico della Russia. All'inizio ci sono state raccontate storie di uno stato terribilmente inefficace, i cui beni devono essere trasferiti in mani private. Privatizzato, trasferito. Apparvero diversi oligarchi che si integrarono immediatamente nelle strutture finanziarie occidentali come partner minori, motivo per cui i loro interessi si discostavano automaticamente dagli interessi del popolo russo. E ora hanno "spremuto" esponenzialmente l'attività al più "delinquente", vicino al Cremlino, in modo che gli altri siano scoraggiati.

Così, un gruppo molto potente di influenza filo-occidentale si sta formando dagli oligarchi spaventati. Sono loro che possono diventare la forza trainante di un possibile colpo di stato al vertice in Russia.
19 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. marciz Офлайн marciz
    marciz (Stas) 25 luglio 2020 11: 43
    -1
    Ebbene, dov'è YARS, Avangard, Su-57, Ash e altre invenzioni fatte a spese dei russi !? È ora di unirsi a loro nella conversazione! Oppure i tuoi discendenti ti chiameranno semplicemente sciocchi. Per quanto ricordo, recentemente il gruppo GAZ ha ricevuto un prestito dallo Stato per mantenere la produzione, HORROR !! OLIGARCH VIENE DATO SOLDI !!! La Russia è prigioniera degli ebrei e questo è il risultato.
    1. Sergey Tokarev Офлайн Sergey Tokarev
      Sergey Tokarev (Sergey Tokarev) 25 luglio 2020 16: 38
      0
      Tarasik, prima estrai il nascondiglio, nasconditi dall'inverno nucleare. Stai sforzando la tua esclusiva ingenuità.
    2. 123 Офлайн 123
      123 (123) 26 luglio 2020 12: 29
      +2
      Ebbene, dov'è YARS, Avangard, Su-57, Ash e altre invenzioni fatte a spese dei russi !? È ora di unirsi a loro nella conversazione! Oppure i tuoi discendenti ti chiameranno semplicemente sciocchi. Per quanto ricordo, recentemente il gruppo GAZ ha ricevuto un prestito dallo Stato per mantenere la produzione, HORROR !! OLIGARCH VIENE DATO SOLDI !!! La Russia è prigioniera degli ebrei e questo è il risultato.

      Chi lo direbbe. risata È questo l'umorismo ucraino? sorriso
  2. Errore digitale Офлайн Errore digitale
    Errore digitale (Eugene) 25 luglio 2020 11: 45
    0
    Negli ultimi anni è diventato di moda per noi parlare di "alzarsi dalle ginocchia"

    Il 21 luglio è stato pubblicato il Decreto sugli obiettivi di sviluppo nazionale della Russia fino al 2030:
    punto 1a - salvaguardia della popolazione (crescita in 10 anni, no, non ci poniamo un tale obiettivo), salute e benessere delle persone;
    punto 1d - lavoro dignitoso ed efficace e imprenditorialità di successo.
    Come indicatori di target caratterizzanti il ​​raggiungimento dell'obiettivo 1d, si indica:
    - garantire un tasso di crescita del prodotto interno lordo del paese superiore alla media mondiale mantenendo la stabilità macroeconomica;
    - garantire il tasso di crescita sostenibile dei redditi della popolazione e il livello della previdenza non inferiore all'inflazione;
    - la crescita reale degli investimenti in immobilizzazioni è almeno del 70 per cento rispetto al 2020;
    - la crescita reale delle esportazioni di beni non energetici non primari è almeno del 70 per cento rispetto all'indicatore del 2020;
    - un aumento del numero di persone occupate nelle piccole e medie imprese, compresi i singoli imprenditori e i lavoratori autonomi, fino a 25 milioni di persone.
    Se ho capito bene, la popolazione è incoraggiata a essere sana per poter lavorare di più (il PIL è superiore alla media mondiale) e più a lungo per gli stessi soldi (questo è probabilmente ciò che si intende per "lavoro effettivo" corretto per l'inflazione) e sotto le stesse condizioni (crescita degli investimenti del 7% annuo rientra nell'inflazione). Ebbene, anche la "creazione di 25 milioni di nuovi posti di lavoro ad alta tecnologia" entro il 2020 è già passata. Sembra che il testo del Decreto sia stato digitato dallo stesso interprete, semplicemente copiandolo e incollandolo. lol In generale, concludo che il "rialzarsi stabile dalle nostre ginocchia" continuerà per altri 10 anni, poi verranno pubblicati nuovi obiettivi e poi guariremo. sì
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 25 luglio 2020 12: 52
    0
    Non pensi che questo sembri piuttosto umiliante per un paese che si "rialza dalle ginocchia", che "combatte senza pietà" l'Occidente?

    Sei offeso per Deripaska? Stai proponendo di dichiarare una crociata per proteggere la sua capitale?

    Molti marchi sovietici e russi sono stati a lungo di proprietà di società straniere

    E i marchi stranieri sono di proprietà della Russia.

    Forse, in tempo di pace, qualcosa del genere è accettabile, ma corrisponde agli interessi della sicurezza nazionale durante il periodo della Seconda Guerra Fredda?

    Stai proponendo di nazionalizzare tutto e rinunciare ai beni esteri?

    E ora hanno "spremuto" esponenzialmente l'attività al più "delinquente", vicino al Cremlino, in modo che gli altri siano scoraggiati.

    È vicino al Cremlino quanto voi al Vaticano, è sposato con la figlia di Yumashev, non con Putin.

    Così, un gruppo molto potente di influenza filo-occidentale si sta formando dagli oligarchi spaventati. Sono loro che possono diventare la forza trainante di un possibile colpo di stato al vertice in Russia.

    È molto interessante vedere come la borghesia assalta il Cremlino in fitte file. risata
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 26 luglio 2020 08: 25
      0
      Citazione: 123
      È vicino al Cremlino quanto voi al Vaticano, è sposato con la figlia di Yumashev, non con Putin.

      Semmai, Yumashev è un consigliere di Putin. occhiolino
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 26 luglio 2020 11: 58
        +2
        Semmai, Yumashev è un consigliere di Putin.

        Semmai ci sono parecchi furfanti nel mondo, i "figli del tenente Schmidt" non sono un fenomeno nuovo.
        I giornalisti creduloni li ascoltano, pendono le orecchie e poi trasmettono al mondo di "consiglieri", "cuochi" e così via.
        Yumashev non è un consigliere di Putin. occhiolino
        Consiglio di utilizzare le fonti primarie sentire

        http://prezident.org/pages/spisok-sovetnikov-prezidenta.html
        1. Errore digitale Офлайн Errore digitale
          Errore digitale (Eugene) 26 luglio 2020 15: 18
          -3
          Citazione: 123
          Consiglio di utilizzare le fonti primarie

          Qualcosa mi ha confuso con il dominio .ORG nel tuo link. Perché, penso, non .ru o no .рф? Si è scoperto che il sito che hai specificato non è il sito ufficiale del Presidente della Federazione Russa e non ha nulla a che fare con le agenzie governative:

          http://prezident.org/pages/about.html

          Quindi la domanda con Yumashev rimane aperta. lol sì
          E poi - puoi dare consigli senza essere un consulente - come te, per esempio. sorriso
          1. 123 Офлайн 123
            123 (123) 26 luglio 2020 17: 27
            +3
            Qualcosa mi ha confuso con il dominio. ORG nel tuo link. Perché, penso, no .ru o no .рф Si è scoperto che il sito che hai specificato non è il sito ufficiale del Presidente della Federazione Russa e non ha nulla a che fare con le agenzie governative

            Questa è una formulazione assolutamente corretta della domanda. buono
            Scopriamolo. La formulazione si è rivelata davvero ambigua (formato commento) e richiede chiarimenti. Se è più dettagliato, il collegamento è indicato come una fonte, che elenca gli attuali advisor e dovrebbe essere seguita una raccomandazione per utilizzare le fonti originali.
            Suppongo che dovremmo anche immergerci nelle fonti primarie.
            Cos'è un consigliere del Presidente della Federazione Russa?
            L'ufficio dei consiglieri presidenziali è stato abolito nel 2013, da allora ...

            le attività dei consiglieri del Presidente della Federazione Russa sono supportate dal Segretariato del Capo di Stato Maggiore dell'Ufficio Esecutivo Presidenziale

            http://www.consultant.ru/document/cons_doc_LAW_141992/

            Le attività dei consulenti del Presidente della Federazione Russa sono regolate dal Decreto del Presidente della Federazione Russa del 25 marzo 2004 N 400

            http://www.consultant.ru/cons/cgi/online.cgi?req=doc&base=LAW&n=308235&fld=134&dst=1000000001,
            0 & rnd = 0.8757679102979796 # 070005144084335

            Sono nominati dal decreto del presidente della Federazione Russa, qualcosa del genere:

            http://www.consultant.ru/cons/cgi/online.cgi?req=doc&base=EXP&n=666126#09330772405123549

            Non sono riuscito a trovare il decreto sulla nomina di Yumashev a consigliere, quindi non lo considero così. richiesta Sembrerebbe che la questione sia chiusa, ma questo non è del tutto vero ...
            Ho dovuto scendere di un livello nel sistema burocratico.
            Ho trovato l'Ordine del Presidente della Federazione Russa del 22 giugno 2018 (il sito ufficiale non ha un posto dove andare):

            Nominare su base volontaria Yumashev Valentin Borisovich consigliere del presidente della Federazione Russa.

            http://kremlin.ru/events/president/news/copy/57831

            A mio parere, un "consulente volontario" è qualcosa come "un cittadino onorario della città".
            Cos'è un ordine? Qualcosa come questo:

            un documento amministrativo rilasciato dal responsabile o dai suoi delegati alla direzione individuale per risolvere questioni operative, su questioni informative e metodologiche, nonché su questioni relative all'organizzazione dell'esecuzione di ordini, istruzioni e altri atti.

            http://www.grandars.ru/college/pravovedenie/rasporyazhenie.html

            Il periodo di validità degli ordini, di regola, è legato a determinati eventi ed è valido per non più di un anno. Non so come stiano le cose nell'amministrazione presidenziale, la voglia di immergersi nella giungla della burocrazia è ancora più bassa, a dire il vero, non c'è desiderio, anni di lavoro hanno sviluppato una persistente allergia a tali azioni.

            Quindi la domanda con Yumashev rimane aperta.
            E poi - puoi dare consigli senza essere un consulente - come te, per esempio.

            Suppongo - sì, la domanda è ancora aperta. Secondo me è piuttosto chiuso che aperto, qualcuno potrebbe avere un'opinione diversa, forse qualcuno andrà a fondo della verità e metterà fine a questa disputa. hi
            PS Non ho dato un consiglio, ma una raccomandazione. risata
            1. Errore digitale Офлайн Errore digitale
              Errore digitale (Eugene) 26 luglio 2020 18: 14
              +2
              Citazione: 123
              più chiuso che aperto

              risata Divertito, ma la volontà di "scavare così a fondo" pur mantenendo l'obiettività formale vale molto. Io, come te, non intendo scavare più a fondo che Yumashev è lì e che gli sta sussurrando all'orecchio - non lo sapremo mai e non saremo in grado di influenzare il "contenuto" del sussurrato. hi
  4. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
    Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 25 luglio 2020 14: 02
    +9
    Deripaska è un buon indiano. Per il favore del bianco anglosassone darà tutto. Avendo perso il 70% della sua fortuna immagazzinata negli Stati Uniti, alla prima richiesta ha riscritto la gestione di RusAl ai registi americani. La fortuna non gli fu restituita, ma tutti i profitti di RusAl furono ritirati negli Stati Uniti, la compagnia aveva enormi debiti con il bilancio russo. Ora GAZ lo riscriverà. risata Perché Deripaska, l'indiano russo, ha dimenticato il principale aforisma degli Stati Uniti: un buon indiano è un indiano morto.
  5. lavoratore dell'acciaio 25 luglio 2020 14: 13
    +2
    processi che mettono in discussione la reale sovranità dell'economia russa.

    Non pensavo che l'autore avesse dubbi su questo punto. E l'articolo è solo una conferma che non siamo padroni nel nostro paese. L'articolo 15,17,18 della Costituzione, in breve, il potere in Russia viene dall'esterno e il nostro presidente coordina l'esecuzione di tutte le istruzioni dall'esterno.
    Conclusione della Camera dei conti:

    La privatizzazione ha contribuito alla creazione di un controllo straniero sulle imprese strategicamente importanti del complesso della difesa. Il costo delle più grandi imprese russe è di $ 1 trilione, il tesoro ha ricevuto $ 7,2 miliardi.

    La crescita del PIL negli ultimi 20 anni non ha superato l'1-1,5%. Non ci è nemmeno permesso di inginocchiarci! Non si muore di fame ed è già buono. Khabarovsk fu il primo a svegliarsi e ad alzarsi.

    Sono loro che possono diventare la forza trainante di un possibile colpo di stato al vertice in Russia.

    Basta non farne dei Decabristi. Questi sono, piuttosto, Giuda, che venderanno per le prossime "monete d'argento" tutto ciò che non hanno venduto!
  6. Sergey Latyshev (Serge) 25 luglio 2020 20: 34
    0
    Si. Deripaska ha già mostrato a tutti un fico una volta, avendo riscritto Rusal ad Amerov.
    E adesso preoccuparti per lui? Non c'è Deripaska in GAZ, quindi perché preoccuparsi? C'è Deripaska: i suoi problemi, lascialo uscire.

    Se GAZ è un'azienda russa, non dovresti preoccuparti troppo. E se i componenti provengono dalla NATO e la produzione è in Turchia, allora questa è già una campagna occidentale, allora gli Stati Uniti dovrebbero inviare rapporti. Il socialismo è finito molto tempo fa. "Non ci sarà ritorno" (Putin)

    Qualcuno vuole intervenire per aiutare l'Oligarca?
  7. Rashid116 Офлайн Rashid116
    Rashid116 (Rashid) 26 luglio 2020 15: 14
    0
    I postumi di una sbornia saranno pesanti dopo il partito Putin-oligarchico applausi-patriottico. Ne scrivo ovunque: nascondi risorse e armati.
    1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
      Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 26 luglio 2020 17: 58
      +1
      Citazione: Rashid116
      I postumi di una sbornia saranno pesanti dopo il partito Putin-oligarchico applausi-patriottico.

      Ti auguro la vacanza della vita a Gorbaciov-Eltsin. Cioè, tasche contorte e sparatorie costanti durante gli showdown fuori dalla finestra.
      1. Rashid116 Офлайн Rashid116
        Rashid116 (Rashid) 27 luglio 2020 05: 34
        0
        Poi, per non pagare il tetto, ho bruciato la bottega. Era giovane, solo dopo l'esercito, nessun amico disperato lo era davvero, nessuna risorsa per resistere. Ho combattuto come meglio potevo in solitudine, non c'è posto per vivere su di me. Quindi ti auguro una tale vacanza. E farò quello che ho scritto sopra.
        1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
          Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 27 luglio 2020 07: 36
          0
          Citazione: Rashid116
          Poi ho bruciato il mio negozio per non pagare il tetto.

          Nel 2010 sono rimasto in contatto con una ricca vedova per diversi mesi. Il proprietario di due negozi di alimentari. Sotto Medveput, non ha avuto problemi con i criminali. Ma si sono separati a causa della mia avversione al lavoro nel settore. Non potrebbe affascinarmi con il 10% di margine. Sebbene il mio fatturato sia stato 10mila volte inferiore, è del 300%. Al mese.
          1. Rashid116 Офлайн Rashid116
            Rashid116 (Rashid) 27 luglio 2020 08: 48
            +1
            Stiamo parlando degli anni '90 (la festa di Gorbaciov-Eltsin), poi erano alla rinfusa - un crimine. E sì, ho anche notato: non appena le risorse più o meno preziose dell'URSS sono state segate, hanno immediatamente sviluppato tutti i ragazzi (letteralmente in un anno o due). Prima di allora, litigavano con loro da vent'anni, tutto è solo peggiorato.
  8. Rashid116 Офлайн Rashid116
    Rashid116 (Rashid) 30 luglio 2020 07: 39
    0
    Quindi immagino - un Deripaska così paffuto e dalle guance rosee sta correndo dietro al carro con i proprietari, piangendo e supplicandoli: portami con te, sono mio, borghese. Ho tradito il mio e ucciso per questi panini e per farti piacere. Ok, prendi tutto, lascia che ti lecchi gli stivali. E lo hanno preso a calci con uno stivale: vai, cane.))))) Pensavo che non sarei sopravvissuto a tempi simili.