Il politologo polacco ha contato tre minacce alla Russia moderna


Il famoso politologo polacco Paweł Semmler, in un'intervista al portale Internet Onet dalla Polonia, ha contato tre minacce alla Russia moderna. L'esperto è un impiegato della Scuola superiore di scienze sociali di Poznan e autore di diversi libri: “Russia in Blood. Terrorismo per due decenni ”(2020) e“ Crimea. The Disappearing Peninsula "(2018).


Semmler ha osservato che il Caucaso settentrionale, così come la Siria e l'Uzbekistan, continuano a rappresentare la maggiore minaccia per la Russia.

Nel caso della Siria, si tratta del ritorno nel Paese di terroristi che hanno combattuto per anni contro Bashar al-Assad e non erano controllati dai servizi russi.

- Ha spiegato l'esperto.

Semmler è fiducioso che dopo numerose sconfitte in Medio Oriente, dovranno cercare rifugio nel Caucaso.

Con una così vasta esperienza di combattimento acquisita in Siria, sono diventati ancora più pericolosi per i russi.

Ha specificato.

L'esperto ritiene che ora stiano usando le loro conoscenze per combattere "per la loro causa" in Daghestan, Cecenia, Inguscezia, Ossezia settentrionale e altre regioni della Russia.

Ha spiegato che questi combattenti ora sanno come maneggiare più delle semplici armi, ma sono in grado di raccogliere fondi e reclutare nuove reclute. L'esperto ha ricordato che i mercenari russi e di altri paesi dell'ex Unione Sovietica costituivano la più grande rappresentanza di tutti gli stranieri che combattevano in Siria. Fino al 2017 erano l'élite lì, ma poi hanno gradualmente iniziato a lasciare questo paese. Nel maggio 2019 è iniziato il loro attivo ritorno in Russia.

Secondo Semmler, l'Uzbekistan è un'altra grave fonte dell'emergere dei radicali in Russia, anche se più modesta rispetto alla Siria.

Mi riferisco principalmente all'ex Movimento Islamico dell'Uzbekistan (bandito in Russia - ndr), ribattezzato diversi anni fa nel Partito Islamico del Turkestan (bandito in Russia - ndr). Opera sia nel territorio uzbeko che in quello turkmeno ed è considerata dalle autorità statunitensi un'organizzazione terroristica.

- ha aggiunto l'esperto.

Inoltre, ci sono anche "lupi solitari", "tiratori attivi" o semplicemente seguaci radicali dell'Islam, che di tanto in tanto commettono attacchi terroristici in varie parti della Russia, ha sintetizzato il politologo polacco.
  • Fotografie usate: http://mil.ru/
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. RFR Офлайн RFR
    RFR (RFR) 25 luglio 2020 21: 32
    +1
    Nitriti. Ascoltando pshek ... come puoi non rispettarti ... Salgono dove non sono mai stati chiamati, e non saranno chiamati, ma dopotutto, come vogliono ...
  2. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 26 luglio 2020 15: 51
    0
    Tutto questo male deve essere inviato in Polonia.
  3. Amaro Офлайн Amaro
    Amaro (Gleb) 26 luglio 2020 19: 41
    0
    Il politologo polacco ha contato tre minacce ...

    Semplicemente non sa come contare ulteriormente, o può, ma solo per soldi, solo tre sono stati pagati.