NI: Perché l'URSS ha deciso di armare una portaerei con missili P-700 Granit


Una volta che l'incrociatore pesante russo per il trasporto di aerei del progetto 1143.5 "Ammiraglio della flotta dell'Unione Sovietica Kuznetsov" aveva un'astuzia "nella manica", perché sotto l'URSS tali navi erano armate con potenti missili anti-nave P-700 "Granit", scrive la rivista conservatrice americana National Interest.


Dodici lanciatori verticali sono ancora sotto il suo ponte. Tuttavia, all'inizio degli anni 2000, i russi hanno smesso di usarli. Questa nave è un promemoria di come Mosca ha affrontato le questioni politiche e la guerra in mare. Oggi la TAVKR "Admiral Kuznetsov" è l'unica nave da trasporto di aerei al mondo che può trovarsi nel Mar Nero secondo la convenzione di Montreux. Il passaggio dello Stretto del Mar Nero (Bosforo e Dardanelli) da parte di portaerei "pulite" è vietato, ma questa nave è considerata una "portaerei".

La dottrina militare di Mosca fino al 1962 prevedeva la guerra marittima, terrestre e aerea alla periferia dell'URSS, nonché la deterrenza nucleare. Mosca non avrebbe combattuto in mari e spazi più lontani, ma la crisi dei missili cubani ha cambiato tutto.


Di conseguenza, l'URSS ha acquisito due classi di portaerei, che hanno ricevuto armi missilistiche e, a differenza dei loro "colleghi" dei paesi occidentali, potevano difendersi da sole. Le portaerei sovietiche erano difensivamente autosufficienti.

Le portaerei dei paesi occidentali erano e rimangono un tipo di armi esclusivamente offensivo. Non possono difendersi da soli. Pertanto, sono accompagnati da un'intera flottiglia di navi e navi, che fornisce loro una copertura versatile.

La TAVKR sovietica potrebbe essere lontana dalle loro basi. Il loro compito principale era intercettare l'AUG del nemico e distruggere o disabilitare permanentemente la sua portaerei. Le portaerei statunitensi e della NATO non avrebbero dovuto raggiungere le coste dell'URSS. I "Graniti" di prima classe erano i più adatti per questo compito. Ora la Russia sta modernizzando l '"Admiral Kuznetsov" e c'è un'alta probabilità che i missili anti-nave, solo ancora più potenti, appariranno di nuovo sotto il suo ponte.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 28 luglio 2020 12: 03
    -4
    La rivista progressista russa National Interest ha ragione.
    Arma dell'ultima possibilità. Poiché, a causa del numero ridotto, hanno realizzato piccole serie e combinato le capacità delle classi di navi.
    1. Avvocato Офлайн Avvocato
      Avvocato (Olaf) 30 luglio 2020 07: 13
      -1
      Questa non è una rivista russa.
      Si tratta di una rivista gialla straniera pubblicata per la segnalazione dell'ambasciata russa a Washington con i soldi di un contribuente russo da parte di editori - sicurezza statale in pensione.
      Allo stesso livello sovietico.
  2. Avvocato Офлайн Avvocato
    Avvocato (Olaf) 30 luglio 2020 07: 10
    -1
    La possibilità è ancora più grande che tutti questi resti della sontuosa cena dello zio Sam andranno a fornaci a focolare aperto.
    A seguire le armate di carri armati, a cui la Russia ha già dato gli ultimi pantaloni.
    Beh, a quanto pare, sono diventati ricchi, di nuovo sono corsi da OrMag per un'ascia per un vicino giurato.
    La cosa più importante di cui un paese ha bisogno oggi è mostrare la sua bandiera negli oceani.
    Anche se è al seguito. :)))
  3. Vladimir kaperang Офлайн Vladimir kaperang
    Vladimir kaperang 16 September 2020 06: 04
    +1
    Le solite sciocchezze giornalistiche con un mucchio di errori fondamentali. Questo è per le portaerei americane. La Convenzione di Montreux vieta l'ingresso nel Mar Nero, ma non perché una "portaerei" (questo tipo di nave è già in due classi in convenzione), ma perché il contratto ha un limite di 45mila tonnellate, e l'americana è spessa il doppio. Le navi di qualsiasi tipo, classe, dislocamento di quegli stati la cui costa si immette nel bacino del Mar Nero non sono soggette alle restrizioni della convenzione. A proposito di missili. Nelle sue memorie, uno dei principali ingegneri della portaerei sovietica Arkady Borisovich Morin ricorda non solo perché era vietato chiamare il progetto della portaerei "portaerei" (perché la parola "portaerei" nella propaganda sovietica era saldamente associata allo slogan in diverse versioni: "la portaerei è un testimone imperialismo mondiale "), ma anche come, essendo il vice del gruppo di società TAKR, gli ingegneri hanno dimostrato agli ammiragli che il ponte TAKR dovrebbe essere rafforzato per ospitare aviazioni più pesanti e più potenti, a cui gli ammiragli ragionavano a modo loro: quando avremo tali velivoli è sconosciuto, i missili sono già lì e attaccateli. Hanno bloccato missili invece dell'aviazione. Successivamente, negli anni '1990, il dottore in scienze militari Konstantin Valentinovich Sivkov ha condotto i primi studi sulle capacità di combattimento delle navi utilizzando programmi speciali per la simulazione al computer delle operazioni di combattimento, che hanno mostrato il coefficiente di efficacia del combattimento in un conflitto non nucleare per una portaerei americana 35 unità convenzionali e per il russo Kuznetsov 29. Questa è una ricompensa per i missili spessi, un ponte sottile e l'assenza di aerei da attacco pesanti.