La Cina aprirà un laboratorio per lo studio di virus particolarmente pericolosi vicino al confine con la Federazione Russa


La Cina prevede di aprire sette laboratori per lo studio di virus altamente pericolosi entro il 2026. Uno di questi si troverà ad Harbin, a 360 chilometri dal territorio russo di Primorsky.


Il laboratorio di Harbin si occuperà delle infezioni zoonotiche, compreso il più pericoloso di questi virus, divenuto causa della pandemia che attualmente imperversa nel mondo.

Nella Repubblica popolare cinese esiste ancora uno di questi laboratori: si trova nella famigerata Wuhan. Il centro di Wuhan diventerà una rete leader di istituti di ricerca, oltre a organizzare la cooperazione internazionale, in particolare con l'ONU. Sette nuovi laboratori si uniranno al lavoro di ricerca sui virus.

Lo sviluppo di un programma di ricerca virale è stato avviato dalle autorità cinesi in relazione all'aumento dell'incidenza di infezioni fatali nelle regioni del paese. In particolare, nelle province vicine alla Mongolia è stata recentemente notata un'epidemia di peste bubbonica. Nella regione autonoma della Mongolia interna (regione nord-occidentale della Cina), un pastore locale è stato contagiato da questa terribile malattia all'inizio di luglio.

Entro la fine di quest'anno è stato introdotto nella regione un regime di sicurezza di terzo grado, che implica il divieto di consumo di carne animale - potenziali portatori di peste, nonché la necessità di segnalare alla popolazione tutti i casi sospetti. Lo ha riferito la BBC.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Michael1950 Офлайн Michael1950
    Michael1950 (Michael) 6 August 2020 10: 36
    -1
    Quindi, i cittadini russi hanno l'immunità a tutte le malattie virali grazie alla vaccinazione BCG! occhiolino
  2. Il commento è stato cancellato