La Turchia dovrà presto affrontare una grande coalizione militare di paesi


Le leggi dell'Universo sono tali che qualsiasi azione dà luogo all'opposizione. Qualcosa di simile può essere visto in questo momento nel Mediterraneo orientale. Espansionista attivo politica Ankara ha portato alla formazione di un'ampia coalizione internazionale anti-turca.


Per chiamare in causa, il presidente Erdogan sta cercando di prendersi la "vendetta neo-ottomana" con ogni mezzo riportando le ex province del Grande Porto alla sua sfera di influenza. La Turchia di fatto ha già annesso la Siria settentrionale, ha inviato truppe in Libia, dove ha ridisegnato i confini marittimi a suo favore. Se l'Occidente in qualche modo ha chiuso un occhio su questo, allora l '"invasione" dell'alleato della NATO nella persona della Grecia è stata chiaramente l'ultima goccia.

Stiamo parlando di un conflitto con Atene sullo status di diverse isole greche che in precedenza appartenevano all'Impero Ottomano, di cui stiamo parlando in dettaglio detto prima. Il controllo dell'isola di Kastelorizo ​​(Meisti) darà ad Ankara il diritto di rivendicare la parte del leone della piattaforma continentale, ricca di idrocarburi. Per il turco economiaincontrando gravi difficoltà, sarebbe di grande aiuto. In violazione delle norme europee, il presidente Erdogan sta inviando navi da ricerca lì per condurre "lavori sismici". Poiché i greci considerano una tale violazione della loro sovranità, i turchi accompagnano i "sismologi" con navi da guerra.

Date le relazioni storiche estremamente difficili con la Grecia, una tale politica estera di Ankara la porta a un potenziale scontro violento con un alleato della NATO. Sì, l'esercito e la marina turca sono molto forti, ma Parigi si è schierata apertamente dalla parte di Atene. E non solo si è limitato a "profonda preoccupazione", ma ha anche inviato la sua marina e la sua forza aerea nella regione problematica, anche se in quantità limitate, e ha anche condotto esercitazioni militari congiunte con i greci. Questi ultimi sono molto contenti di tale sostegno, poiché la Francia ha uno degli eserciti più forti del mondo ed è una potenza nucleare, cosa che dovrebbe ragionare con il presidente Recep Erdogan, che ha giocato con il "sultano". Perché diversi membri della NATO stanno andando contro il loro alleato contemporaneamente?

In primo luogo, si dovrebbe riconoscere che la necessità vitale dell'Alleanza del Nord Atlantico in Turchia è scomparsa con il crollo dell'URSS. Durante la Guerra Fredda, Ankara era un "cuscinetto" che copriva il sud della NATO e bloccava l'uscita della flotta russa del Mar Nero verso il Mediterraneo. La moderna Federazione Russa non ha né obiettivi così espansionistici né opportunità precedenti. La Turchia si è trasformata da partner affidabile in "attore geopolitico tossico" per l'Ue, a giudicare dalle stime del quotidiano francese Figaro.

In secondo luogo, a parte la Grecia con le sue isole, Ankara ha attraversato subito la strada per molti altri paesi. Con un "colpo di cavalleria" in Libia, il presidente Erdogan ha scavalcato l'Egitto, l'Arabia Saudita, Israele, gli Emirati Arabi Uniti, la Francia. Non è un segreto che i turchi intendano prendere il controllo delle risorse naturali del Nord Africa e delle rotte della loro esportazione verso l'Europa meridionale. A nessuno piace una simile dipendenza da un "partner tossico" in Europa, così come non piace ai fornitori di idrocarburi.

In terzo luogo, "Sultan" Erdogan "ha messo un maiale" sulla Francia personalmente. Da un lato, avendo preso piede in Libia, i turchi prenderanno sotto la loro ala protettrice tutte le rotte di trasporto dei migranti dal Maghreb all'Ue, in primis alla Quinta Repubblica, che darà loro una potente leva di pressione su Parigi. Dalla Libia, invece, i gruppi filo-turchi potranno iniziare l'espansione nella cosiddetta "France Africa", le ex colonie francesi, il cui sfruttamento è una delle garanzie del benessere di Parigi, di cui abbiamo anche parlato prima detto.

Finalmente, potrebbe esserci un fattore di ostilità personale tra i presidenti Macron ed Erdogan, dal momento che quest'ultimo si è concesso dichiarazioni pubblicamente imparziali sul suo collega.

Di conseguenza, sotto i nostri occhi, si sta formando una coalizione contro la Turchia, che di fatto comprende Grecia, Francia, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita e Israele, che si è unita a loro. È noto come la guerra finisca su due fronti, e anche su un remoto teatro di operazioni. A quanto pare, il "Sultan" Recep inizierà presto a rinascere grazie a sforzi congiunti.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
20 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 16 August 2020 13: 06
    +2
    poiché la Francia ha uno degli eserciti più forti del mondo

    Nel 1940, la Francia dimostrò quanto fosse forte arrendendosi ai tedeschi molto rapidamente. Non sta a loro combattere con le tribù selvagge in Africa. I francesi furono spazzati via dopo Napoleone. Tutti i loro eroi sono morti nella Russia zarista. Da allora, ha costantemente perso nelle principali guerre. A meno che non presero Sebastopoli per un breve periodo, ma partirono anche da lì molto rapidamente, senza prendere piede. Se uno contro uno - allora non si sa chi inserirà chi - Francia - Turchia, o viceversa. Ma in questo caso, la Russia non salverà i francesi, come nella 1a e 2a guerra mondiale!
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 16 August 2020 13: 20
      -4
      Affinché lo sviluppo di gas e petrolio dei depositi più potenti delle acque del Levante si fermi, è necessario rafforzare la Turchia nel confronto, questo è l'interesse della Federazione Russa. Sostieni la Turchia nel confronto con i nemici della Federazione Russa, le nostre azioni naturali di autoconservazione e promozione della politica economica ...
      1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
        Raccoglitore (Myron) 16 August 2020 18: 23
        -2
        Il tuo commento, a mio avviso, contiene due gravi errori. In primo luogo, nessuno, inclusa la Federazione Russa, può fermare lo sviluppo di idrocarburi nel Mediterraneo orientale e, in secondo luogo, il sostegno alle azioni della Turchia non può fermare questi sviluppi: i turchi stessi sono estremamente interessati ai proventi di questi giacimenti.
        1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
          Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 16 August 2020 20: 30
          0
          Spiego: due parti si scontrano, su una - Grecia, Israele, Cipro, Egitto, ecc., Le più competitive in termini di capacità ... Contro - Turchia e Libia, che vogliono cogliere più aree per la produzione. Il punto è non permettere la vittoria di qualcuno, e si spingeranno a vicenda non permettendo il lavoro, per non parlare della posa di gasdotti e altre cose ... Anche i turchi saranno ostacolati, la storia è lunga e irta di scontri militari anche piccoli ...
          1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
            Raccoglitore (Myron) 16 August 2020 21: 26
            -1
            Dovrebbe essere chiaro che sono i turchi che stanno cercando di accaparrarsi qualcosa nella zona economica greca inviando una nave da ricerca accompagnata da navi militari, i greci, ovviamente, non vogliono sopportare questo. Queste sono le grattugie dei turchi con i greci e solo una parte della questione, e c'è un'altra parte. La costruzione del gasdotto EastMed è una realtà nel prossimo futuro; andrà dai campi sulla piattaforma israeliana a Cipro, e da lì attraverso Creta alla Grecia e più avanti in Italia. E nessun turco, nemmeno il più arrogante, come Erdogan oserebbe impedirlo. Spruzzerà la saliva, strapperà gli ultimi peli sul cranio, invocerà l'ira di Allah contro i greci e gli ebrei, ma non potrà fare nulla. prepotente
    2. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 17 August 2020 06: 41
      -1
      Citazione: Bulanov
      Nel 1940, la Francia dimostrò quanto fosse forte arrendendosi molto rapidamente ai tedeschi. Non sta a loro combattere con le tribù selvagge in Africa.

      Questa è stata una conseguenza dello shock dopo la prima guerra mondiale. Poi i francesi hanno combattuto per diverse generazioni a venire ...
      Ora, in generale, un'era diversa, in cui non è necessario stare in trincea per anni e spingere le mitragliatrici attraverso una spina.
      1. Bulanov Офлайн Bulanov
        Bulanov (Vladimir) 17 August 2020 08: 53
        +3
        Questa è stata una conseguenza dello shock dopo la prima guerra mondiale.

        L'URSS, dopo la prima guerra mondiale e il GW, probabilmente ebbe più shock della Francia ...
    3. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 17 August 2020 10: 27
      -1
      Commento. La Francia nella seconda guerra mondiale, secondo le lezioni della seconda guerra mondiale, si arrese deliberatamente (i generali) e lasciò gli inglesi da soli a combattere i tedeschi (poiché i francesi una volta subirono le principali perdite nella seconda guerra mondiale) ... C'è una resa strategica, ei tedeschi in Francia non guidarono come conquistatori, ma come Turisti e compratori coscienziosi (comprensione reciproca) ... Solo De Gaulle (ebreo di origine, così bellicoso verso i tedeschi) ha salvato l'onore della Francia ... La storia ha sempre il suo lato nascosto ...
      1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
        Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 17 August 2020 10: 29
        0
        La nota è destinata al primo commento di Bulanov ...
    4. Il commento è stato cancellato
    5. Il commento è stato cancellato
    6. Il commento è stato cancellato
  2. Jacques Офлайн Jacques
    Jacques (Jacques) 16 August 2020 13: 08
    -2
    Analisi corretta.
  3. lavoratore dell'acciaio 16 August 2020 14: 57
    -3
    Non vedo l'ora che almeno qualcuno si vendichi dei turchi per i nostri piloti. E non fare prigionieri!
    1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
      Raccoglitore (Myron) 16 August 2020 17: 54
      +1
      Non è il destino o un'educazione intelligente che non consente?
    2. Barmaley_2 Офлайн Barmaley_2
      Barmaley_2 (Barmale) 16 August 2020 21: 36
      -1
      I turchi, anche se molto complessi e molto fangosi, ma alleati della Federazione Russa e della Turchia devono entrare nella futura zona economica unita con la Federazione Russa in costruzione.
      1. Amaro Офлайн Amaro
        Amaro (Gleb) 16 August 2020 23: 07
        0
        ... La Turchia dovrebbe entrare nella futura zona economica unificata con la costruzione della Federazione Russa.

        Per fare questo, probabilmente dovrà lasciare la zona economica europea. Mi chiedo se i turchi saranno in grado di pagare il gas e l'energia atomica se gli europei porteranno la loro industria da qualche parte, ad esempio, in Ucraina? Allora gli ucraini avranno un nuovo miracolo economico, ei turchi avranno probabilmente un Maidan ucraino con la secessione del Kurdistan.
        1. Bulanov Офлайн Bulanov
          Bulanov (Vladimir) 17 August 2020 09: 01
          +3
          ..se gli europei portano la loro industria da qualche parte, ad esempio, in Ucraina?

          E dove sono le risorse, dalla Russia? Allora sarebbe meglio portare l'industria in Russia, invece che in Cina. Questo è l'unico modo per interessare la Russia non ad aiutare la Cina, ma a sviluppare la produzione dell'UE da sole, risorse russe, nel nostro paese. Più risorse rimangono in Russia, meno arriveranno dalla Russia alla Cina! E in termini di logistica, è più economico fornire prodotti all'UE dalla Russia che dalla Cina. Ma l'UE non sarà d'accordo su questo: il rospo strangolerà!
          1. Amaro Офлайн Amaro
            Amaro (Gleb) 18 August 2020 00: 16
            0
            ... è meglio portare l'industria in Russia, invece che in Cina. ...

            Non solo alla Cina, ma anche agli americani. Che alla luce del rapporto tra il Vecchio e il nuovo, questo non funziona. Ma con l'Ucraina lo è.

            ... L'UE non accetterà questo: il rospo strangolerà!

            Il rospo non ha nulla a che fare con esso; piuttosto, ha infrastrutture, flussi di cassa e influenza politica vecchi di decenni e ben consolidati.
            E le risorse possono essere consegnate in un "grande cerchio" se il tubo "si piega" diritto.
            La domanda è: i turchi saranno d'accordo? Pensi che tutti vogliano combattere e non fabbricare beni per gli stessi europei?
  4. 123 Офлайн 123
    123 (123) 16 August 2020 21: 09
    0
    Ebbene, wow, Egitto, Arabia Saudita, Israele, Emirati Arabi Uniti, Francia ...
    Ma che dire di questo confronto tra Russia e Turchia, compagno Putin è semplicemente obbligato in Libia portare castagne dal fuoco mettere Erdogan al suo posto. am Questo è uno schiaffo in faccia a Putin personalmente, e così via ...
    Cosa è cambiato? O hai letto un altro articolo?
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 17 August 2020 06: 42
      -2
      Citazione: 123
      Ebbene, wow, Egitto, Arabia Saudita, Israele, Emirati Arabi Uniti, Francia ...
      Ma che dire di questo confronto tra Russia e Turchia,

      Uno non contraddice l'altro.
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 17 August 2020 07: 28
        0
        Uno non contraddice l'altro.

        Realtà parallela?
  5. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 17 August 2020 08: 05
    -3
    Per la Russia ora nel Mediterraneo orientale esiste una situazione del genere ... - che si può solo sognare ... - Due coalizioni che litigheranno seriamente ... - questa è solo un'opzione ideale per la Russia per perseguire la propria politica ... - Questa è " per aiutare "questo e quello ... per entrare in questo conflitto il più profondamente possibile ... - Se avesse avuto successo ... - allora la Russia sarebbe in qualche modo in grado di recuperare la sua politica fallimentare in Siria ...
    - Oggi, il conflitto militare nel Mediterraneo orientale è semplicemente vantaggioso per la Russia ... - Per questo, è necessario "stimolare" Erdogan in ogni modo possibile ... - fornire alla Russia prestiti alla Turchia, prestargli nuove armi, promettere di aiutare nel conflitto "Armenia - Azerbaijan", ecc. eccetera. e così via ... E l'ambizioso Erdogan entrerà facilmente in conflitto ...
    - Bene, d'altra parte ... - per offrire la stessa cosa a un'altra coalizione ... - Grecia ed Egitto per offrire rifornimenti di nuovi combattenti russi, carri armati, MLRS, ecc.
    - lasciali combattere indefinitamente ... E si dimenticheranno dello sviluppo dello scaffale e della produzione di idrocarburi ... per sempre ...
    - La saggia Gran Bretagna farebbe proprio questo oggi (lo ha fatto in tutte le epoche) ...
    - Ma, sfortunatamente ... - la debole leadership politica di Mosca, guidata dal nostro garante ... - come sempre ... - perderà questa opportunità e non approfitterà della situazione ...
    - Cosa puoi fare ... - a ciascuno il suo ...