Tre ragioni per le quali la Turchia intende tenere per sé Idlib


Pochi giorni fa in Siria si sono verificati due eventi significativi. Il maggiore generale russo Vyacheslav Gladkikh e il comandante della difesa della città di Al-Meyadin Muhammad Taysar Az-Zahir, che era con lui, sono rimasti uccisi nell'esplosione dell'auto. Inoltre, il drone d'attacco MQ-9 Reaper US Air Force è stato abbattuto dagli alleati turchi. Coincidenza? Forse, tuttavia, gli analisti americani la pensano diversamente.


L'edizione specializzata di Military Watch suggerisce che questi possono essere anelli della stessa catena:

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che ha presieduto la riunione del 23 luglio del Consiglio militare supremo, ha promesso che l'occupazione turca del nord della Siria sarebbe continuata.

In altre parole, esperti militari degli Stati Uniti collegano questi palesi attacchi terroristici contro americani e russi, che sono i principali rivali dei turchi nella RAS, con la determinazione del futuro status dell'Idlib che occupavano. Il presidente Erdogan ha affermato che l'esercito turco rimarrà in questa provincia settentrionale finché il partito Baath sarà al potere a Damasco. Cioè, a tempo indeterminato, e non c'è niente di più permanente di temporaneo. In effetti, tutto è molto più complicato. Occupando parti di Idlib e Aleppo, Ankara risolve tutta una serie di compiti:

In primo luogo, si sta creando una zona cuscinetto che copre la Turchia dalla possibile comparsa di un Kurdistan indipendente sul territorio della RAS e dell'Iraq. I turchi stanno sistematicamente espellendo i curdi da Afrin: quattro anni fa erano il 97% lì, oggi - solo il 34,8%. Invece di loro, vi si trasferiscono turkmeni che sono religiosamente ed etnicamente vicini ai turchi. Per chiamare il pane al pane, c'è una pulizia e la sostituzione della popolazione con una più fedele in relazione ad Ankara.

In secondo luogoLa Turchia ha acquisito de facto il controllo delle terre più fertili e ricche d'acqua della Siria settentrionale. Ora in quest'area si stanno facendo grandi investimenti nella coltivazione del grano. Pertanto, Ankara ridurrà la sua dipendenza dalle importazioni di grano russo e nel tempo inizierà a competere con Mosca in questo mercato.

In terzo luogo, Il presidente Erdogan ha soddisfatto le ambizioni della sua popolazione, tra cui i sentimenti neo-ottomani sono molto popolari. I turchi sono entrati nella loro ex provincia della Libia, hanno ridisegnato la piattaforma del Mediterraneo orientale a loro favore e stanno guardando da vicino le isole greche e le risorse africane. L'effettiva annessione della Siria settentrionale si adatta bene a questo schema. Persino gli Stati Uniti hanno considerato la creazione del quartier generale "Scudo per la pace" per coordinare tutte le operazioni militari nella RAS come una sorta di amministrazione di occupazione temporanea (permanente).

L'assassinio di un militare russo di alto rango e l'attacco all'UAV americano possono servire come segnali al Cremlino e Washington che Ankara considera questa terra propria e non tollererà nessun altro su di essa: né "partner" né "alleati". " La domanda rimane, quale sarà l'ulteriore destino delle province siriane occupate?

Si può presumere che, per evitare sanzioni, la Turchia non annetterà questi territori alla sua composizione secondo lo "scenario della Crimea". Molto più realistico è lo "scenario cipriota", quando dopo l'intervento militare sull'isola, fu creata la Repubblica Turca di Cipro del Nord per proteggere l'etnia turca. Fatta eccezione per la stessa Ankara, nessuno l'ha riconosciuta, ma questo non le impedisce di esistere perfettamente e di rivendicare la sua quota di piattaforma marina, ricca di risorse naturali.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 21 August 2020 15: 42
    0
    Tre ragioni per le quali la Turchia intende tenere per sé Idlib

    - Sì, ci sono molte ragioni ... - e sono tutte pesanti ... - Ma, a parte, tutte queste ragioni ...
    - Il motivo principale risiede nella favola di I.A. Krylov:

    Sei la colpa del fatto che voglio mangiare

    - Ed Erdogan non si preoccupa mai ... - Alla ricerca di ragioni ... - Prende solo quello che vuole; e fa quello che vuole ...
    - E a lui non importa affatto ...
  2. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 22 August 2020 11: 51
    -2
    Non sono d'accordo con l'autore sui piani e le azioni della Turchia contro la Federazione Russa. I turchi hanno davvero bisogno del sostegno della Federazione Russa, perché gli Stati Uniti si oppongono infatti alla Turchia, sostenendo i curdi e la loro nuova statualità. Lo scontro in Libia aggiunge la Francia ai suoi nemici, per non parlare dell'Egitto e dei sauditi ... La Turchia oggi ha bisogno di alleati forti più che mai e la Federazione Russa è molto desiderabile. Per la Federazione Russa, la Turchia è anche un alleato situazionale, come l'Iran, quindi per agire in tale alleanza, e solo allora sono possibili vittorie politiche, e non solo, in Medio Oriente ... Che i partiti al potere nella Federazione Russa creare accordi segreti con Israele diventa un ostacolo allo sviluppo di questa promettente unione per oggi ...