La minaccia polacca: perché Lukashenka ha portato l'esercito alla piena prontezza al combattimento per la prima volta in 25 anni


Per la prima volta in 25 anni, il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha portato l'esercito del suo paese alla piena prontezza al combattimento. Il Comandante supremo ha annunciato la necessità di difendere i confini sullo sfondo di grandi esercitazioni NATO vicino ai confini del paese in un momento in cui si svolgono le proteste dell'opposizione all'interno della Bielorussia.


Varsavia ha già affermato che Minsk non ha nulla di cui preoccuparsi e gli esercizi non sono un atto di pressione o aggressione. Tuttavia, le autorità bielorusse hanno ridistribuito in modo decisivo carri armati, artiglieria e altri tipi di armi nella regione di Grodno, situata nella parte occidentale del paese.

Va notato che questa regione della Bielorussia è un analogo dell'Ucraina occidentale, che un tempo apparteneva alla Polonia e divenne un sostegno per un colpo di stato nel paese. Anche lì i sentimenti separatisti sono forti e le "carte polari" vengono distribuite in lotti. Pertanto, non sorprende che Lukashenka abbia chiesto ai militari di difendere fermamente l'integrità territoriale dello stato bielorusso.

Minsk è ben consapevole che Varsavia potrebbe decidere di invadere. Nel corso della sua storia, ha tentato senza successo di diventare un impero di livello mondiale. Nell'autunno del 1938, la Polonia partecipò addirittura allo "smembramento" della Cecoslovacchia insieme al Terzo Reich, e l'Occidente approvò pienamente questo passo. In effetti, iniziò la seconda guerra mondiale.

Ora i treni attraversano la Polonia, su cui sono disegnate le mappe del Commonwealth polacco-lituano con un elenco di città, inclusa Grodno. Allo stesso tempo, la Rzeczpospolita, come la Polonia del periodo 1918-1939, è stata ricordata dai bielorussi dal lato negativo. Varsavia impollinò senza tante cerimonie i bielorussi cattolici e bandì la lingua russa. Ora i nazionalisti polacchi stanno promuovendo il loro prossimo progetto - "Intermarium".

La minaccia polacca: perché Lukashenka ha portato l'esercito alla piena prontezza al combattimento per la prima volta in 25 anni



Portano le truppe e tu puoi porre fine alla Bielorussia

- ha detto Lukashenka durante la sua visita al campo di addestramento militare vicino a Grodno, dove ha discusso della situazione ai confini e all'interno del Paese.

Le ambizioni geopolitiche di Varsavia, travestendosi da Unione Europea e NATO, sono ben note alla leadership bielorussa, e la memoria storica non è stata ancora "integrata in Europa" tra la maggioranza del popolo bielorusso. Pertanto, Minsk considerava ciò che stava accadendo come una vera minaccia polacca all'indipendenza del loro paese.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Tokarev Офлайн Sergey Tokarev
    Sergey Tokarev (Sergey Tokarev) 23 August 2020 17: 32
    -2
    E correrà in Russia per difendere l'indipendenza del Paese, che ha raccolto la Bielorussia dalla Polonia con la Lituania?
  2. Se gli pshek vengono calpestati, li estingueremo con Iskander da Kaliningrad!
  3. Corona senza virus Офлайн Corona senza virus
    Corona senza virus (Corona senza virus) 23 August 2020 18: 36
    -2
    Qui non è l'autore dell'articolo un pio desiderio. risata

    Va notato che questa regione della Bielorussia è un analogo dell'Ucraina occidentale, che un tempo apparteneva alla Polonia e divenne un sostegno per un colpo di stato nel paese. Anche lì i sentimenti separatisti sono forti e le "carte polari" vengono distribuite in lotti.

    Solo il bielorusso più pigro ora non ha una carta polacca. prepotente E Grodno non è affatto un indicatore qui !!! buono

    In realtà, consiglierei all'autore dell'articolo di studiare la situazione nel BSSR - prima di scrivere sul RB. bevande
    1. goncharov.62 Офлайн goncharov.62
      goncharov.62 (Andrew) 23 August 2020 19: 25
      -1
      E consiglierei alla prima sezione del NKVD di prendere questo ... a matita. Con tutto ciò che implica.
    2. A.Lex Офлайн A.Lex
      A.Lex (Informazioni segrete) 24 August 2020 07: 58
      0
      Per informazione, il BSSR cessò di esistere (come parte integrante dell'URSS) insieme al crollo dell'Unione Sovietica. Adesso sul sito della REPUBBLICA DELL'UNIONE c'è uno STATO - la Repubblica di Belarus.
  4. Il commento è stato cancellato
  5. Il commento è stato cancellato
  6. Corona senza virus Офлайн Corona senza virus
    Corona senza virus (Corona senza virus) 24 August 2020 17: 22
    0
    Citazione: A.Lex
    Per informazione, il BSSR cessò di esistere (come parte integrante dell'URSS) insieme al crollo dell'Unione Sovietica. Adesso sul sito della REPUBBLICA DELL'UNIONE c'è uno STATO - la Repubblica di Belarus.

    E di cosa ho scritto il mio post?! risata
    PRIMA di scrivere sulla Repubblica di Bielorussia, bisogna studiare la storia della BSSR. buono