Restrizioni all'esportazione: perché la Russia deve rimuovere rapidamente le quote sulle vendite di cereali


Avendo perso le esportazioni di petrolio e gas, la Russia ha la possibilità di recuperare sul mercato alimentare. L'agenzia Bloomberg ritiene che il nostro Paese possa primeggiare nel mondo in termini di esportazioni di cereali. Tuttavia, a differenza degli analisti americani, gli stessi agricoltori domestici non sono così ottimisti.


A suo merito, l'agricoltura russa ha fatto un grande balzo in avanti negli ultimi decenni. Anche il vecchio record di raccolto di grano sovietico è stato battuto. Tutto ciò che viene raccolto in eccesso rispetto al tasso di consumo interno viene esportato in oltre 100 paesi in tutto il mondo. I principali concorrenti della Russia sono gli Stati Uniti, l'Australia, il Canada e l'Unione Europea. Tuttavia, ci sono sfumature importanti.

Gli Stati Uniti esportano il loro grano principalmente nel mercato centro e sudamericano. Il principale rivale degli agricoltori domestici è l'Unione Europea, con la quale combattono tradizionalmente per le vendite ai paesi dell'Africa e del Medio Oriente. È successo così che quest'anno, a causa della siccità seguita da inondazioni, gli agricoltori europei perderanno una parte significativa del loro raccolto, la cui parte potrebbe andare ai russi. Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti ha calcolato che l'aumento delle esportazioni di cereali dalla Federazione Russa potrebbe ammontare a un impressionante 10%.

Nonostante tali previsioni ottimistiche, gli agricoltori russi borbottano di dispiacere. La loro principale lamentela è il meccanismo delle quote che è stato applicato dalle autorità quest'anno sullo sfondo della pandemia di coronavirus. Il volume di grano che è stato consentito di essere esportato è limitato a 7 milioni di tonnellate ed è stato a lungo selezionato. Le quote non sono del tutto univoche.

Da una parte, questa misura può essere considerata corretta, guardando l'esempio di altri paesi. Con l'arrivo del COVID-19 e la completa incertezza su quanto durerà la quarantena globale, molti stati hanno iniziato a limitare le esportazioni di cibo, risparmiandolo per un "giorno di pioggia", ad esempio Vietnam, Romania, persino l'Ucraina hanno annunciato tali piani. La Russia ha anche introdotto quote per le forniture all'EAEU e, in generale, questa è stata la decisione giusta, poiché la sicurezza alimentare è una priorità.

D'altronde, la situazione con il coronavirus sta gradualmente tornando alla normalità, non c'è panico precedente, è comparso anche il primo vaccino. I prezzi dei cereali sul mercato mondiale stanno crescendo, il che dà speranza al settore agricolo di guadagnare denaro extra. Tuttavia, le quote lo ostacolano, il che può portare a un eccesso di scorte sul mercato interno. Alcuni esperti avvertono che gli agricoltori potrebbero semplicemente smettere di aumentare i volumi di impianto e ridurre gli investimenti nella ristrutturazione. attrezzatura e l'espansione dei terminali portuali, poiché le restrizioni renderebbero non redditizio l'ingresso dei loro prodotti nei mercati esteri.

La domanda è estremamente controversa. I partecipanti stessi considerano il meccanismo delle quote "goffo" a causa della sua imperfezione e mancanza di flessibilità. La Russian Grain Union avverte che alcuni acquirenti stranieri stanno iniziando a rifiutare le consegne dal nostro paese a causa di un ritardo nella consegna. Ad esempio, il Bangladesh ha recentemente preferito il grano ucraino. Probabilmente, i funzionari dovrebbero ascoltare gli agricoltori e cercare di tenere conto non solo dei loro interessi nazionali, ma anche commerciali.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 25 August 2020 12: 33
    +3
    Commento. Per dire qualcosa di comprensibile sul mercato dei cereali, è necessario comprenderlo a fondo e per più di un anno. I nostri consigli sono come un cittadino può insegnare a un agronomo-accademico a coltivare la terra ...
  2. Tektor Офлайн Tektor
    Tektor (Tettore) 25 August 2020 12: 49
    +2
    Il sistema delle quote deve essere migliorato in modo tale che ogni produttore di cereali abbia l'opportunità di esportare parte del grano. Esatto - per tutti! Ma solo una parte.
    1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
      Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 25 August 2020 13: 33
      0
      Citazione: Tektor
      ogni produttore di grano ha avuto l'opportunità di esportare parte del grano.

      C'è uno scambio di quote per questo. Acquistate una quota e la esportate.
      Le quote di vendita sono disciplinate. Devi pensare se recupererai i soldi spesi e penserai a un prezzo decente.
  3. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
    Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 25 August 2020 13: 30
    +3
    L'autore non sa che la restrizione all'esportazione è stata revocata dal 1 ° luglio?
    E ci saranno sempre quote di esportazione. In modo che nella brama di carta tagliata verde tutto non sia versato all'estero per una canzone.
  4. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 25 August 2020 16: 24
    +4
    I prezzi dei cereali sul mercato mondiale stanno crescendo, il che dà speranza al settore agricolo di guadagnare denaro extra.

    È necessario acquistare a un prezzo normale dal produttore e metterlo nella Riserva dello Stato. E i commercianti guadagneranno soldi extra sulle esportazioni. Il produttore, come sempre, otterrà le briciole.
  5. Boris Nikolayevich Офлайн Boris Nikolayevich
    Boris Nikolayevich (Boris Nikolaevich) 25 August 2020 17: 13
    +1
    Sergey Marzhetsky pone la domanda nel titolo:

    ... perché la Russia ha bisogno di rimuovere rapidamente le quote sulle vendite di cereali.

    Avendo perso le esportazioni di petrolio e gas, la Russia ha la possibilità di recuperare sul mercato alimentare. L'agenzia Bloomberg crede che il nostro Paese possa primeggiare nel mondo in termini di esportazioni di cereali ...
    Risposta. Per uccidere, oltre a tutto, la loro popolazione, lasciandola senza cibo, senza pane, senza carne (visto che non ci sarà nulla per nutrire gli animali) e così via. La borghesia ha bisogno di ridurre la popolazione del paese per spendere di meno, e quindi di più per riempire le proprie tasche senza fondo! Sergey Marzhetsky o è completo, il che è improbabile, o è un vero e proprio nemico del popolo insieme alla borghesia!
  6. marciz Офлайн marciz
    marciz (Stas) 31 August 2020 03: 54
    0
    Anche il record sovietico è stato battuto !!!! ??? Questo nonostante il fatto che dove in URSS c'erano frutteti e campi, pomodori, cetrioli e altre verdure, e non fossero importati dalla Turchia a lungo ostile !!! Ora queste terre sono diventate vacanti, proprio come si sono persi i posti di lavoro, ma sono aumentati in Turchia! ((Di che disco parli, burattini ebrei, eh! ???