Perché il Su-30MKI per l'India è 2 volte più costoso del Su-30SM russo


L'edizione americana di Military Watch ha cercato di scoprire perché i caccia multiruolo a due posti Su-30MKI della generazione 4+ dell'Indian Air Force costano quasi il doppio del Su-30SM russo.


Il Su-30MKI è entrato in servizio con Nuova Delhi nel 2002. Da allora, hanno formato la spina dorsale dell'aeronautica militare indiana e il loro numero ha raggiunto 270 unità. Questi caccia hanno sostituito i vecchi MiG-21, MiG-23 e MiG-27. Gli esperti definiscono il Su-30MKI il velivolo più importante e necessario dell'aeronautica indiana. Tuttavia, molti analisti sono sorpresi che altre varianti del Su-30, come il Su-30SM delle Forze aerospaziali russe, il Su-30MKK dell'Aeronautica cinese e il Su-30MKI (A) dell'Aeronautica algerina, siano molto più economici delle loro controparti indiane.

Recentemente, in India è scoppiato un enorme scandalo di corruzione. Si è scoperto che il Ministero della Difesa di questo paese ha acquistato uno squadrone di caccia leggeri francesi Rafale a $ 240 milioni ciascuno, che è molto più costoso persino degli aerei da combattimento di quinta generazione. Allo stesso tempo, gli indiani hanno pagato solo $ 30 milioni per unità per il Su-62MKI. Tuttavia, è necessario capire cosa ha causato l'aumento del prezzo di $ 25 milioni, perché il Su-30SM russo è costato circa $ 37 milioni.

La ragione principale dell'elevato costo del Su-30MKI è l'inefficienza della produzione di questi aerei in India. Gli indù li producono in piccole quantità su licenza, e questo si riflette nel costo del prodotto finale. La Russia ha consegnato all'India della tecnologia, cosa che, ovviamente, ha giovato al complesso militare-industriale indiano, ma piccoli volumi di ordini fanno salire il prezzo. Questo è naturale economico processi. New Delhi, se parliamo di soldi, sarebbe stato più redditizio acquistare il Su-30MKI direttamente dalle fabbriche russe, ma sono andate nella direzione opposta.

Un altro motivo è che il Ministero della Difesa indiano ha deciso di integrare nel caccia diverse tecnologie di altri paesi. Gli indiani volevano armare i combattenti con missili MICA francesi, ASRAAM britannico, bombe guidate israeliane e munizioni domestiche. Naturalmente tutto ciò ha inciso sul prezzo del prodotto finale, poiché richiedeva l'integrazione dei corrispondenti sistemi elettronici.
  • Foto utilizzate: Tech. Sgt. Keith brown
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 25 August 2020 18: 41
    0
    Vinaigrette volante.
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 26 August 2020 10: 30
      0
      Ogni paese che produce armi ha le sue scoperte e campioni di successo, qui gli indiani decisero di raccogliere un intero paniere di "punti salienti" e appenderli al Su-30MKI. L'idea è corretta, e la nostra ha bisogno di sbrigarsi e sistemare questo per noi stessi (con la copia ovviamente) ...
  2. Il commento è stato cancellato