Media polacchi: Lukashenka può dire addio alla centrale nucleare bielorussa in cambio dell'aiuto della Russia


Secondo il neoeletto presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko, la Russia sosterrà finanziariamente il suo paese in questo momento difficile associato alle proteste successive all'elezione del capo dello Stato. Tuttavia, la Federazione Russa potrebbe introdurre regole restrittive sul prestito che impediranno il finanziamento della costruzione della centrale nucleare bielorussa. Segnalò Biznes Alert.


Il leader russo Vladimir Putin ha confermato le parole del suo omologo bielorusso secondo cui la Federazione russa fornirà supporto militare a Minsk se "le cose andranno fuori controllo". Nel frattempo, i bielorussi stanno protestando contro, come credono, la falsificazione delle elezioni presidenziali e la richiesta di nuove elezioni.

Lukashenka ha annunciato che la Russia rifinanzierà il debito della Bielorussia per un miliardo di dollari. Il servizio stampa del Ministero delle finanze russo ha annunciato che la questione sarà analizzata secondo le istruzioni del governo.

Il ministero delle Finanze, intanto, ha predisposto nuove regole per l'erogazione di prestiti esteri nell'ambito della revisione del bilancio politica... I russi vogliono "creare un'immagine positiva della Federazione Russa come creditore e donatore internazionale responsabile". Pertanto, secondo le nuove regole, i paesi in uno stato di conflitto militare non possono ricevere prestiti dalla Federazione Russa; soggetto a sanzioni ONU; paesi in bancarotta, ecc.

Secondo RBC, Armenia, Bielorussia, Cuba e Venezuela potrebbero smettere di ricevere assistenza finanziaria russa - la situazione finanziaria in questi paesi soddisfa alcuni dei criteri di cui sopra. Tuttavia, la Russia si riserva il diritto di fare eccezioni "tenendo conto della natura strategica delle relazioni politiche della Federazione Russa con il paese creditore".

Finora il Cremlino ha fornito sostegno finanziario alla Bielorussia, anche concedendo prestiti a Rosatom per la costruzione di una centrale nucleare a Ostrovets. Dal 2008, la Bielorussia ha fornito otto prestiti governativi e bancari per questo. A marzo 2020, Minsk doveva a Mosca circa 7,5 miliardi di dollari e 0,44 miliardi di dollari alla banca VEB per la costruzione della centrale nucleare di Ostrovets.

Lukashenko conta sull'aiuto di Putin, ma la Bielorussia deve già molto alla Russia per la costruzione dell'impianto nucleare. La Federazione Russa può accettare l'eccezione di cui sopra dalle sue regole finanziarie e fornire a Minsk nuovi prestiti, ma a quel punto Old Man può dire addio alla centrale nucleare bielorussa.
  • Fotografie usate: Arkady Sukhonin / Rosatom
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 28 August 2020 13: 38
    +3
    I sogni di questi lituani sono così? Se gli stessi lituani sono inciampati e hanno chiuso la loro centrale nucleare, allora non pensino che ci siano le stesse persone stupide in giro.
  2. GRF Офлайн GRF
    GRF 28 August 2020 16: 55
    0
    La tua previsione si è avverata almeno una volta? Media polacchi ... no, non visto ...
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 28 August 2020 18: 02
    +2
    Lukashenko conta sull'aiuto di Putin, ma la Bielorussia deve già molto alla Russia per la costruzione dell'impianto nucleare. La Federazione Russa può accettare l'eccezione di cui sopra dalle sue regole finanziarie e fornire a Minsk nuovi prestiti, ma a quel punto Old Man può dire addio alla centrale nucleare bielorussa.

    È divertente ascoltare l'opinione su Lukashenka, impantanata nei debiti, da un bidone della spazzatura europeo sovvenzionato. strizzò l'occhio