Compagno Stalin: ci rivediamo


Prefazione dell'autore



Come è andato il mio viaggio a questo libro? Forse da un altro libro: una raccolta di poesie del grande poeta Sergei Mikhalkov, pubblicata nel 1953. Sfogliandolo, mi sono imbattuto improvvisamente in una strofa: "Anche Stalin mi ha dato un ordine, anch'io sono in guerra!", In cui il nome del Leader era cancellato dall'inchiostro che da tempo era sbiadito e non lo nascondeva più , e sopra c'era scritto in calligrafia calligrafica: "La mia patria ha dato l'ordine!" Era misterioso e incomprensibile, il che significa che ha sollevato molte domande. Ahimè, nonna Marusya, che un tempo era a capo della biblioteca per bambini in una delle piccole città del Donbass, dalle cui mani ho effettivamente ricevuto questo volume, si è rifiutata categoricamente di parlare di questo argomento. Inoltre, anche io, una bambina, potevo vedere che era sgradevole per lei e, per di più, dolorosa. Poi ho visto di nuovo questo nome e il profilo inseguito - sui certificati d'onore e sui diplomi dei membri anziani della famiglia, sulle loro medaglie "Per la vittoria nella grande guerra patriottica" e "Per il lavoro valoroso sul fronte interno". Così ho scoperto che Stalin era ...

Studiare alla scuola sovietica non ha aggiunto chiarezza, nonostante il fatto che la storia fosse la mia materia preferita. Nella tarda URSS, Stalin sembrava esistere, ma non esisteva. È apparso in film adorati da ragazzi sulla guerra, come "Liberation", ma in alcuni ruoli minori, letteralmente in episodi. L'interesse per la sua personalità e il suo tempo non fu perseguito in quel momento, ma non fu nemmeno accolto con favore. Poi è esplosa la "perestrojka" ... Sia su tutti i cittadini dell'Unione Sovietica, sia sulla mia generazione, proprio in questi anni terribili l'ingresso nell'età adulta, l'uscita dalla scuola, l'ingresso nelle università, un vero e proprio turbinio di "rivelazioni", "sensazioni" e " le rivelazioni "caddero", che in realtà era una torbida ondata di frodi, falsificazioni e bugie. Mezze verità abilmente corrette - nel migliore dei casi ... È ora, decenni dopo, capisco - siamo stati semplicemente derubati! Impudentemente, cinicamente e completamente apertamente. Allo stesso tempo, non solo le fabbriche e le fabbriche, i campi e le strade, che hanno costruito da zero e difeso intere generazioni dei nostri antenati in guerre terribili, sono state portate via al popolo sovietico. Ci è stato tolto il Grande Paese, in cui tutti ci preparavamo a vivere felici e contenti, lasciando invece le squallide cellule degli “stati indipendenti” e gli orribili “valori universali”. Il futuro ci è stato portato via.

E perché permettessimo questo furto, prima di tutto, ci hanno tolto Verità e Memoria. Orgoglio evirato nella loro patria, fede in essa, amore per essa. Il compito principale era uccidere lo spirito indistruttibile dei cittadini dello stato, distesi su un sesto del globo, che erano orgogliosi dello stendardo sotto il quale erano nati: un panno scarlatto con una stella, una falce e un martello. La nostra mente e la nostra anima erano abbandonate al potere di bugiardi e mascalzoni che insistevano sul fatto che nella storia del nostro paese non si poteva trovare altro che sporcizia e sangue, di cui dovremmo vergognarci e di cui dobbiamo pentirci prima del resto del mondo, dichiarato "civilizzato". Fu in quegli anni che furono erette colossali bugie e bestemmie contro Stalin, i suoi collaboratori e il suo tempo. Ahimè ... La gioventù, soprattutto, è caratterizzata da una maggiore sensibilità e fede ingenua. Non ci siamo limitati ad ascoltare - abbiamo ascoltato la schiera di mascalzoni, intrisi del veleno che emanavano.

L'illuminazione è arrivata dopo. Negli affamati e sconfinati "anni post-perestrojka", quando proprio ieri il grande stato davanti ai nostri occhi si stava trasformando in un miscuglio selvaggio di un bazar disseminato in tutte le sue distese e "lamponi" di ladri. Quando tutto intorno veniva comprato e venduto, rubato e sprecato, quando la vita umana veniva svalutata al limite e cose come onore, coscienza, patriottismo e cessavano completamente di significare qualsiasi cosa e costo. Piuttosto, si trasformarono in un peso schiacciante, dal quale la stragrande maggioranza dei cittadini, sforzandosi il più rapidamente e in modo affidabile possibile di adattarsi al "nuovo mondo coraggioso" del capitalismo "selvaggio" costruito sul sangue e sulle ossa, si affrettò a sbarazzarsi di una volta e per tutti.

È successo così che invece di partecipare a tutta questa festa dello sciacallo, ho fatto una scelta a favore di un servizio legato al lavoro operativo. Anche la forma in stile sovietico, su cui, forse, i bottoni sloggiati frettolosamente con l'immagine di orecchie che si attorcigliavano intorno al globo furono sostituiti da altri - con un miserabile "tridente", cambiò non solo il modo di vivere, ma anche la percezione del mondo nel suo insieme. A poco a poco, iniziò a comprendere cose veramente importanti: cos'è lo Stato, i suoi interessi e i suoi nemici, cos'è il potere, i suoi limiti e le sue tentazioni. E cosa sono veramente gli "organi punitivi", così generosamente irrigati da liberali e "democratici" di ogni tipo.

Un interesse ardente è venuto al grande e terribile NKVD, di cui i colonnelli dai capelli grigi hanno parlato sottovoce, ma con gioia palese. Fu allora che si formarono i principi fondamentali, senza deviare dai quali successivamente ho cercato di arrivare al fondo della verità: non credere a nessuna accusa se non è confermata in modo assoluto e al cento per cento - da prove, documenti, prove attendibili. Controlla e ricontrolla cento volte qualsiasi, anche le versioni apparentemente più convincenti. Giudicare gli eventi non dalla voce di qualcuno, anche se autorevole, ma analizzando tutti i minimi dettagli nel modo più accurato, nonché le motivazioni dei loro partecipanti - esplicite e nascoste.

Il tempo passò e finalmente apparvero almeno alcuni libri e film veritieri, in cui cominciarono a mettere in discussione tutto quel mucchio di bugie che ci erano state gettate in testa dieci o due anni fa. Questa nuova visione delle cose sembrava molto più equilibrata e ragionevole degli intrugli istericamente pretenziosi dei Solzenicyn, Ginzburg e Aksenov. Internet, che non conosce confini e censure, ha portato qui grandi benefici, in cui è diventato possibile trovarne una dozzina di alternative per qualsiasi opinione. La ricerca della verità su Stalin e il suo tempo a quel tempo si era già trasformata in un bisogno cosciente, un desiderio di comprenderne l'essenza e il significato, e non lasciarsi guidare dai pensieri degli altri, che, per di più, non potevano sopportare alcun tipo di critica. esame e verifica. E poi sulla mia libreria, oltre ai tanti volumi sull'argomento infestato, sono apparse le opere complete raccolte di Joseph Vissarionovich ...

Stalin non è solo uno dei più eminenti statisti dell'Unione Sovietica e di tutta l'umanità. Non è solo la personificazione delle pagine più luminose della storia della nostra Patria, a volte incredibilmente tragica, ma allo stesso tempo - eroica e invariabilmente vittoriosa. Stalin è un intero mondo, un intero universo che può essere compreso all'infinito, meravigliandosi della profondità e della versatilità delle sue realizzazioni, idee, patrimonio creativo e storico. Purtroppo, intere generazioni di compatrioti sono state private dell'opportunità di toccare questa ricchezza, di scoprire Stalin e il suo tempo e, almeno, di formarsi autonomamente un giudizio su di loro. Bene, fortunatamente, non è troppo tardi per risolverlo. Non c'è da stupirsi che il vero grande francese - Charles de Gaulle abbia detto di Joseph Vissarionovich: "Non è andato nel passato, si è dissolto nel futuro!" Noi siamo il futuro. La Russia di oggi, che ha finalmente respinto i tentativi dell'Occidente di imporle una miserabile stagnazione alla periferia del "mondo civilizzato" e si è nuovamente dichiarata una grande potenza, Stalin e la sua eredità sono più che mai necessari.

Ciò è convinto dai dati degli studi sociologici, secondo i quali l'interesse per Stalin, la sua approvazione e il suo sostegno crescono nel nostro paese di anno in anno. Ogni mio articolo dedicato a Iosif Vissarionovich diventa oggetto di discussione di decine di migliaia di lettori, provoca accesi dibattiti e discussioni. E questo è semplicemente meraviglioso! La cosa peggiore è la percezione acritica e unilaterale della storia della nostra Patria e delle persone che l'hanno creata. Senza pretendere di essere assolutamente corretto in ultima istanza, esorto i miei lettori solo a conoscere di nuovo Joseph Vissarionovich Stalin e il suo grande tempo. Non siamo d'accordo, discutiamo e mettiamo in discussione, cerchiamo insieme la Verità per comprendere meglio la nostra Patria, per esserne orgogliosi consapevolmente e non per ordine di qualcuno.

In conclusione, vorrei esprimere la mia più profonda gratitudine al meraviglioso team del sito web di Reporter, prima di tutto, al suo redattore capo Ruslan Kristallovich. Cari colleghi! Senza la tua partecipazione questo libro difficilmente sarebbe nato. Grazie per il vostro supporto, valutazioni oggettive, correzioni e corrette critiche. Vorrei in particolare ringraziare coloro che partecipano alla discussione di ciò che è stato scritto - tutti i miei lettori, anche lasciando solo commenti offensivi sotto gli articoli. Grazie a te vedo quanto sia necessario e importante il lavoro per ripristinare la memoria storica, quanto ancora occorre fare in questa direzione. Siete voi, i miei critici più accaniti, che spesso suggerite nuovi argomenti e idee ... Vorrei anche concludere la prefazione con le parole di uno dei miei lettori abituali, a me noto solo con il soprannome di "Bakhtiyar": "Storia non è una scienza astratta da poltrona. Questo è il fronte della guerra per la conservazione della loro patria ... "

Libroquella che tieni tra le mani è una delle battaglie su questo fronte.
15 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 28 August 2020 15: 06
    +1
    Il Grande Paese ci è stato portato via, in cui ci preparavamo tutti a vivere felici e contenti.

    Ecco chi l'ha capito, per quelli Stalin è un grande leader !!
  2. nehoroshih48 Офлайн nehoroshih48
    nehoroshih48 (alex) 28 August 2020 15: 42
    +2
    Stalin è lo standard di giustizia, decenza, onore e coscienza per tutti i tempi!
  3. Nikolay Malyugin Офлайн Nikolay Malyugin
    Nikolay Malyugin (Nikolay Malyugin) 28 August 2020 15: 49
    +1
    Stalin non ha bisogno della nostra lode. Questa cifra vivrà. Un'opinione mi ha colpito.

    Non mi interessa la Rivoluzione d'Ottobre. Mi interessa la Vittoria del 1945, il primo cosmonauta ...

    Questa persona non capisce che l'una segue l'altra. Se non fosse stato per ciò che è stato creato prima della guerra, la guerra si sarebbe trascinata per molti anni. Il nome di Stalin serviva solo per costruire il socialismo. E nessun altro sistema.

    Bisogna essere fedeli al proletariato e non a nessun individuo preso individuo.

    Questo è un mandato per il futuro.
    1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
      Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 29 August 2020 00: 07
      -2
      Citazione: Nikolay Malyugin
      Questa persona non capisce che l'una segue l'altra.

      È divertente, ma il principale leader della rivoluzione è stato ucciso in Messico con un rompighiaccio per ordine di Stalin.
  4. Il compagno Stalin era un grand'uomo e l'aneto calvo Nikita lo calpestò! Questo è l'errore di Joseph!
  5. Netyn Офлайн Netyn
    Netyn (Netin) 28 August 2020 19: 28
    0
    Alexander, dove puoi acquistare il tuo libro in formato cartaceo?
    1. Necropica Офлайн Necropica
      Necropica (Alexander) 30 August 2020 14: 30
      +1
      Dalla prossima settimana dovrebbe apparire in tutte, praticamente le reti di libri. A Mosca e San Pietroburgo - di sicuro.
  6. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 29 August 2020 00: 31
    -1
    Citazione: Alexander Necropny
    Ci è stato tolto il Grande Paese, in cui tutti ci preparavamo a vivere felici e contenti, lasciando invece le squallide cellule degli “stati indipendenti” e gli orribili “valori universali”. Il futuro ci è stato portato via.

    E chi ti ha portato via questo paese? Non è forse la leadership dello stesso partito che Stalin ha effettivamente creato? E a proposito, questo paese non ti è stato portato via con il tuo tacito consenso? E perché non ti piacciono i valori umani universali? Stalin li ha prescritti nella Costituzione dell'URSS.

    Citazione: Alexander Necropny
    .. cos'è lo Stato, i suoi interessi e i suoi nemici, cos'è il potere, i suoi limiti e le sue tentazioni.

    Anche questo è divertente, poiché l'obiettivo finale del movimento comunista era il rifiuto dello stato (questa idea fu ereditata dai comunisti dai loro antenati, i libertari), cioè i comunisti erano nemici dello stato. Pertanto, alcuni (ad esempio, il rispettato Bakht) sostengono che Stalin non fosse un comunista.
    1. Nikolay Malyugin Офлайн Nikolay Malyugin
      Nikolay Malyugin (Nikolay Malyugin) 29 August 2020 06: 37
      +1
      Spesso ci viene detto delle "persone profonde". Questo è tutto inverosimile. Ma una profonda opposizione in Russia è esistita per tutta la sua esistenza. Vale la pena esaminare la storia del nostro paese.
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 29 August 2020 22: 24
        -1
        Citazione: Nikolay Malyugin
        Spesso ci viene detto delle "persone profonde".

        Surkov sbagliò la stupidità e tutti ripetono.

        Citazione: Nikolay Malyugin
        Ma una profonda opposizione in Russia è esistita per tutta la sua esistenza.

        Non so quanto sia profondo, ma cosa c'è di sbagliato nell'opposizione? Inoltre, dove c'è potere, c'è sempre opposizione.
  7. Netyn Офлайн Netyn
    Netyn (Netin) 31 August 2020 09: 34
    0
    Citazione: Necropic
    Dalla prossima settimana dovrebbe apparire in quasi tutte le reti di libri. A Mosca e San Pietroburgo - di sicuro.

    Grazie, monitorerò
  8. Netyn Офлайн Netyn
    Netyn (Netin) 22 September 2020 18: 06
    0
    Citazione: Necropic
    Dalla prossima settimana dovrebbe apparire in quasi tutte le reti di libri. A Mosca e San Pietroburgo - di sicuro.

    In read-town, nemmeno nel database
  9. Netyn Офлайн Netyn
    Netyn (Netin) 23 September 2020 19: 32
    0
    Citazione: Netyn
    In read-town, nemmeno nel database

    Labirinto del libro - no
  10. nehoroshih48 Офлайн nehoroshih48
    nehoroshih48 (alex) 1 October 2020 21: 57
    +1
    La grandezza di Stalin sta nel suo rispetto per il popolo russo. È stato il popolo russo a dare a Stalin la possibilità, nel difficile periodo della Grande Guerra, di acquisire le qualità di un vero leader dello stato sovietico. Tutti i suoi pensieri e le sue azioni in futuro erano finalizzati a costruire uno stato SOLO socialmente orientato.
  11. Compagno Stalin, perdonateci, idioti - abbiamo profilato la vostra creazione - l'URSS!