Le proteste a Berlino si sono quasi concluse con l'assalto al Reichstag


Lo scorso fine settimana nella capitale della Germania si sono svolte massicce proteste contro le misure anti-coronavirus adottate dal governo tedesco. Una folla di dissidenti ha sfondato le recinzioni metalliche vicino al Reichstag e si è avvicinata all'ingresso dell'edificio.


Le proteste a Berlino si sono quasi concluse con l'assalto al Reichstag a causa del fatto che alcuni degli agenti di polizia in servizio presso l'edificio sono stati trasferiti all'ambasciata russa in Unter den Linden Street - ci sono state azioni di disobbedienza su larga scala. Certo, sono partiti dalla necessità di proteggere l'edificio del Reichstag, ma all'ambasciata russa sono state lanciate pietre e bottiglie, sono rimasti feriti e circa duecento dei manifestanti più attivi sono stati arrestati. Pertanto, è stato necessario trasferire le forze. Ma tutto questo dovrà essere analizzato per evitarlo in futuro.

- ha osservato il senatore della capitale tedesca sull'interno politica Andreas Geisel.


Alle porte a vetri dell'ingresso del Reichstag c'erano solo tre poliziotti senza caschi protettivi, che cercavano di sbarrare la strada alla folla, che cercava di entrare nell'edificio. Successivamente, altre forze di polizia hanno spinto i manifestanti aggressivi lontano dall'ingresso.


I tre agenti delle forze dell'ordine che hanno trattenuto le persone all'ingresso del Reichstag incontreranno successivamente il presidente della Repubblica federale di Germania Frank-Walter Steinmeier. Probabilmente saranno nominati per i premi.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 31 August 2020 14: 43
    +5
    Se questi fossero "radicali di estrema destra", come li chiama la propaganda tedesca, sarebbero già al Reichstag. risata