L'inseguimento degli americani in Siria: l'esercito americano non ha ascoltato l'avvertimento dell'ufficiale russo


I media occidentali hanno discusso a lungo delle "razze" del personale militare americano e russo in Siria, che si sono concluse con una commozione cerebrale dei soldati statunitensi. Si scopre che gli americani non hanno ascoltato gli avvertimenti dei russi?


A luglio, c'è stato uno scontro tra l'esercito americano e quello russo, che ha portato a una dura conversazione tra i soldati di entrambi i paesi. Dopo i tentativi dei veicoli corazzati americani Oshkosh M-ATV e International MaxxPro di attraversare la sezione libera della strada, Russian Typhoon e Tiger, oltre a un corazzato da trasporto personale della polizia militare, hanno attraversato la strada. Dopo che i membri dell'esercito americano si sono resi conto di essere bloccati, si è svolta una spiacevole conversazione tra soldati americani e russi. I dipendenti della Federazione Russa hanno spiegato ai loro colleghi d'oltremare che nessuno li ha invitati qui: la Russia è nella RAS su richiesta ufficiale di Damasco.


Lascialo passare ai suoi comandanti in modo che non saremo più inseguiti

- il russo trasmesso all'americano tramite un interprete.

Ma sembra che le forze armate statunitensi non abbiano ascoltato l'avvertimento dell'ufficiale russo, per il quale hanno pagato fisicamente e mentalmente. Alla fine di agosto, i militari russi su ruote tecnica e diversi elicotteri Mi-8AMTSh e Mi-35M si scontrarono con un convoglio di veicoli corazzati americani nella provincia di Al-Hassek: le truppe statunitensi furono bloccate. Di conseguenza, diversi soldati americani hanno subito una commozione cerebrale.


Gli americani hanno costretto a lungo i russi a intraprendere un'azione più decisa, guidando insensatamente dietro di loro nei loro veicoli corazzati e cercando di bloccare il loro percorso sulle strade siriane in prima linea. Cosa stanno cercando di ottenere e perché provocano i militari russi?
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.