"Intercettazione da Lukashenka": brutto scherzo o inizio di una nuova strategia?


Ora, quasi in tutto il mondo, si discute di una domanda estremamente scottante: cos'è veramente la registrazione di una presunta conversazione intercettata tra abbonati a Berlino e Varsavia, che è stata consegnata da Alexander Lukashenko per studio ai servizi speciali russi ed è già stata resa pubblica in Bielorussia. alla luce della vicenda dell '"avvelenamento" di Navalny?


Come ordinate che questa iniziativa del "padre" sia considerata - uno scherzo fallito (o, come si dice ora, uno scherzo) sull'Occidente, un tentativo goffo di aiutare l'unico alleato nella persona di Mosca, o è qualcos'altro, molto più serio?

La guerra elettronica bielorussa non è una patata!


Voglio subito affermare la mia personale opinione: anche se ipotizziamo che l'intero "scandalo delle spie" avviato da Alexander Grigorievich sia una messa in scena di acqua pura, allora non dovremmo ridere di lui, non prenderlo in giro, "disperdendo" su Internet foto di tuberi di patata con fili infilati dentro e la firma " Sistema di intercettazione radio bielorusso ", e applaudire il" papà "intelligente e pieno di risorse! E applaudire stando in piedi e di cuore - in modo che il suono rimanga, come è ora nelle orecchie dei nostri "sostenitori" occidentali per lo schiaffo in faccia ricevuto da Minsk. E, a proposito, quelli che generano e pubblicano immagini con patate intrecciate con fili, distribuendole oltre le capacità dell'esercito bielorusso e dei servizi speciali, o non sanno assolutamente nulla dell'argomento in cui sono entrati o, molto probabilmente, mentono deliberatamente. È proprio Minsk, nello spazio post-sovietico, che è meritatamente considerata una delle ammiraglie dello sviluppo della guerra elettronica.

I complessi bielorussi "Optima" e "Groza" (quest'ultimo presenta almeno quattro diverse modificazioni) sono da tempo riconosciuti dagli specialisti come mezzi più che efficaci e moderni di guerra elettronica, rappresentando un serio pericolo anche per i decantati prodotti del complesso militare-industriale americano. Almeno - per UAV, sistemi di comunicazione e navigazione. Quindi queste sono solo le informazioni disponibili, per così dire, di pubblico dominio ... Pertanto, negare le capacità tecniche dei bielorussi di intercettare le "voci nemiche", almeno, non è corretto. Questi possono. E, a proposito, ecco un'altra cosa: chi, infatti, può garantire che il canale "Pool of the First" abbia suonato esattamente la registrazione che, su suggerimento di Lukashenko, "partì" per Mosca, per il GRU e l'FSB? È possibile che sia stata pubblicata la sua "traduzione interlineare", "adattata" per le grandi masse, una breve sinossi, dalla quale si liberano alcuni dettagli e momenti comprensibili solo agli iniziati?


La cosa principale che ci fa seriamente pensare all'autenticità, se non del testo pubblicato, in quanto tale, quindi il fatto stesso dell'intercettazione radiofonica, a seguito della quale i servizi speciali bielorussi (e ora russi) sono finiti con materiali che non avrebbero assolutamente dovuto ottenere loro, è una reazione a incidente dell'Occidente. Se il passo di "papà" fosse stato un pagliaccio puro, non degno di uno scherzo maledettamente brutto (come alcune persone stanno cercando di affermare oggi), sarebbe semplicemente ignorato - a Berlino oa Varsavia. Ma no! I funzionari di entrambi i paesi, che sono perdutamente nello scandalo, stanno ora gonfiando le guance con forza e principale e facendo discorsi infuocati nello stile di: "Non sono colpevole!" La Polonia, il cui Ministero degli Affari Esteri ha già sollevato l'obiezione più forte alle parole di Lukashenka: "Rifiutiamo i rapporti bielorussi!" Questo non potrebbe essere perché non potrebbe mai essere ...

La Germania, dove il portavoce del governo Steffen Seibert insiste ostinatamente sul fatto che la conversazione intercettata sia "fittizia", ​​ripete la stessa canzone. Se è fittizio, perché sei così teso, Herrs e Panov ?! Ebbene, si offrirebbero di creare una commissione internazionale di esperti che, dopo aver esaminato questi "falsi" record, metterebbe Lukashenka in una pozzanghera - con un botto, con uno schianto, con vergogna! Si sarebbero comportati come la Russia, che non solo nega fermamente qualsiasi "avvelenamento", ma chiede di fornire prove di tale per uno studio ponderato e stabilire la loro autenticità. Il sospetto più forte si insinua nel fatto che se Berlino e Varsavia non avanzano le stesse richieste riguardo ai "nastri di Lukashenka", allora ... non sono così falsi! In ogni caso, in Occidente sanno che tali conversazioni sono state condotte e, quindi, avrebbero potuto davvero essere intercettate, quindi non vogliono rischiare.

Per battere il nemico con la propria arma? Perchè no?


A proposito, l'affermazione di Seibert è molto più interessante dell'ostinata negazione dell'autenticità della scandalosa registrazione, è la riserva del rappresentante ufficiale del governo che "i materiali pubblicati a Minsk non cambiano l'atteggiamento di Berlino nei confronti della situazione stessa". Pensaci - in questo momento un alto funzionario sembra chiarire: una vera intercettazione o meno, che ci siano stati negoziati per mettere in scena l '"avvelenamento" o meno, ma faremo comunque pressione su Mosca, chiedendo "riconoscimento" e "pentimento"! E inoltre - continueremo a fare il prepotente a Lukashenka, avanzandogli richieste assolutamente assurde sul trasferimento del potere all '“opposizione” “trascinata sotto banco” per lungo tempo, demoralizzata e scoraggiata. “Rus, lascia perdere! Belorusen, capitolatorio! " Per quanto tempo lo tollereremo ?!

Sì, anche se l'intera conversazione è una produzione, onore e lode a coloro che l'hanno creata. Come, dimmi, questo è diverso dagli attacchi informativi alla Russia su "interferenze nelle elezioni americane", "aggressione nel Donbass", il Boeing malese abbattuto, "avvelenamento da Skripal", "l'uso di armi chimiche in Siria" e la stessa vile storia con Navalny ? Perché gli Stati Uniti, l'Unione Europea ei loro scagnozzi si permettono di "portare il naso" alla Russia sugli ovvi falsi inventati da loro, ma non possiamo applicare una tale tecnica in risposta? Siamo "al di sopra di questo"? In questo caso, dovresti rispondere in un modo diverso: espellendo i diplomatici, chiudendo i rapporti, economico sanzioni. Che ne dici di rendere permanentemente vietato al ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas di entrare nel nostro paese, che si è permesso di dichiarare ad alta voce che "ci sono molti segni del coinvolgimento dello stato russo nell'avvelenamento di Navalny?" Quali sono esattamente i segni ?! Si prenda la briga di elencarli, signor capo diplomatico. Bene, nominane almeno uno ...

Naturalmente, non c'è specificità nelle dichiarazioni di Maas, che improvvisamente ha iniziato a ordinare ciò che è in Bielorussia, ciò che è in Russia, come a casa. Il capo della diplomazia tedesca chiede, insiste, minaccia. Bielorussia - con la continuazione e l'espansione delle sanzioni, se Alexander Lukashenko non consegna immediatamente a Tikhanovskaya e alla sua gang-leika su un piatto d'argento con pieni poteri nel paese. Russia - Non è chiaro quali siano le "conseguenze", se non si mette in frustrazione di fronte all'Occidente, non ammette un altro "avvelenamento da Novichok", ma continuerà a "fare vaghe dichiarazioni", che, secondo il ministro degli Esteri tedesco, sono "un'ulteriore indubbia prova colpa. " Tedesco politica Stanno giocando con forza e forza, cercando di stuzzicare Mosca con i piani per sospendere o fermare completamente la costruzione del Nord Stream 2, fingendo di non essere affatto interessati a questo progetto. Boris Johnson ed Emmanuel Macron si stanno grattando la lingua su un filo diretto e, come se i loro paesi non avessero altri problemi, discutono vividamente del non avvelenato "oppositore", dopo di che si degneranno in una dichiarazione congiunta di chiedere (non chiedere, ma esigere) dalla Russia “nel modo più urgente spiega come Navalny è stato avvelenato con l'aiuto di Novichok.

Un'eccellente formulazione della domanda - né il fatto stesso di "avvelenamento", né l'uso di armi militari sono nemmeno messi in discussione. Iniettate, bastardi, pentitevi, dannati barbari! Per quanto tempo sopporteremo una tale disgrazia universale ?! Forse, dopo tutto, la Germania e la Polonia forniranno spiegazioni: perché diavolo i loro servizi speciali stanno organizzando provocazioni in Russia? Oppure lascia che dimostrino che non c'è stata conversazione. Non lo proveranno? Allora lasciali andare all'inferno con le loro accuse. Nel frattempo, li biasimeremo per qualcos'altro: incendi boschivi, un incidente all'oleodotto Druzhba, tentativi di interferire con le nostre elezioni (tanto più che sono più che reali), siccità, raccolti insufficienti e scarsa produzione di latte a Burenok a Uryupinsk. Lasciali spiegare il prima possibile!

La Russia non ha assolutamente nulla da perdere nelle sue relazioni con l'Occidente. Non molto tempo fa, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha ricevuto una lettera piuttosto formale da un gruppo di senatori democratici. E sai cosa chiedono questi leader a Stephen Mnuchin? Ebbene, naturalmente, - "Imporre immediatamente sanzioni contro funzionari e aziende privati ​​e governativi in ​​Russia". Questa non è una novità ... Tuttavia, il punto culminante qui sta nella ragione delle nuove restrizioni: il nostro paese viene offerto di essere "portato sul chiodo" per ... "intenzioni e aspirazioni di interferire nelle elezioni americane del 2020"! Cioè, non ci sono azioni reali - inoltre, a Capitol Hill capiscono perfettamente che non sono state e non saranno. Ciò significa che i russi devono essere puniti per le loro intenzioni! Fortunatamente, non è necessario dimostrare nulla qui. Accusato - e vai! Per la pratica legale mondiale, il caso è assolutamente senza precedenti, senza precedenti, oltraggioso. Una persona può essere condannata per un atto, per un tentativo in tal senso (espresso, ancora, in alcune azioni specifiche), ma non per aspirazioni che non sono suscettibili di alcuna definizione e valutazione giuridica. In questo contesto, la dichiarazione del presidente del Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti John Eliot secondo cui la parte americana "insieme agli alleati" avvierà nuove sanzioni anti-russe per l '"avvelenamento" di Navalny suona in qualche modo abbastanza familiare e persino quotidiana. Se Washington arriva al punto di provare a punire Mosca per pensieri "sbagliati" e "intenzioni" che stanno chiaramente cadendo nella follia per i politici, allora questo sarà il punto finale di qualsiasi relazione USA-Russia. E, molto probabilmente, sarà così.

Quindi il know-how di Alexander Grigorievich nella situazione attuale arriva al momento giusto. È tempo di chiarire all'Occidente che né la Russia né i suoi alleati non giocheranno più obbedientemente il ruolo di "frustatori", sempre scusandosi e dimostrando che il bianco è bianco, e due volte due fa quattro. Non abbiamo un posto dove ritirarci, sicuramente non saremo in grado di risolvere il caso "in modo amichevole" ... A giudicare dalle parole di Dmitry Peskov che "i rappresentanti dei servizi speciali si occupano dei materiali forniti", il Cremlino non è ancora giunto a una decisione definitiva sull'uso dei "nastri di Lukashenka". Tuttavia, le azioni dell'Occidente non lasciano molta scelta qui. Chi semina il vento deve raccogliere la tempesta.
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 8 September 2020 12: 13
    +2
    Ho tirato un gufo su un globo ...
    1. Dubina Офлайн Dubina
      Dubina (Dubina) 8 September 2020 13: 12
      -2
      Sono d'accordo con te. Un articolo stupido fenomenale. Il compagno non distingue tra il sistema di guerra elettronica (che avrebbe intercettato la conversazione) e l'RTR (radio dell'intelligence tecnica). E Varsavia e Berlino sono costrette a reagire alle chiacchiere di Lukashenka, perché (chiacchiere) erano a livello ufficiale. I disgraziati agitatori filo-Cremlino andavano a scuola, o qualcosa del genere.
  2. Cyril Офлайн Cyril
    Cyril (Cyril) 8 September 2020 14: 25
    +1
    E applaudire stando in piedi e di cuore - in modo che il suono rimanga, come è ora nelle orecchie dei nostri "sostenitori" occidentali per lo schiaffo in faccia ricevuto da Minsk.

    L'unica reazione a questo "nastro intercettato" è la vergogna spagnola per Lukas.
    1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
      Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 8 September 2020 20: 50
      0
      Non è una vergogna per la menzogna su Abu Ghraib, per i milioni di civili uccisi, non si vergogna, ma si vergogna delle parole dei leader dei paesi NATO, che si sono guadagnati la forca 10 volte per crimini contro l'umanità, e sulla stessa corda su cui è stato impiccato Saddam.
      1. Cyril Офлайн Cyril
        Cyril (Cyril) 8 September 2020 21: 02
        0
        Sei deluso. La vergogna spagnola per Lukash non sono io (non sono affatto abituato a vergognarmi degli altri), ma i funzionari del Cremlino :)
        1. Oyo Sarkazmi Офлайн Oyo Sarkazmi
          Oyo Sarkazmi (Oo Sarcasmi) 8 September 2020 21: 06
          0
          Dalle capriole del Vecchio, il Cremlino non prova vergogna, ma nausea. Una sorta di presidente dell'Honduras, che pretende rispetto come imperatore della Cina. Ha chiesto anche Poroshenko. Ora Ze chiede. E il leader si fa avanti - Klitschko! Se oggi si tenessero le elezioni presidenziali in Ucraina, il 60% dei kieviti voterebbe per lui.
          1. Cyril Офлайн Cyril
            Cyril (Cyril) 8 September 2020 21: 07
            0
            Dalle capriole del Vecchio, il Cremlino non prova vergogna, ma nausea.

            La nausea è una manifestazione somatica della vergogna spagnola)
  3. lavoratore dell'acciaio 8 September 2020 15: 19
    -2
    Ben fatto papà !! Lascia che l'Occidente si giustifichi ora! Un vero alleato !!
  4. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 8 September 2020 19: 16
    +1
    "Intercettazione da Lukashenka": brutto scherzo o inizio di una nuova strategia?

    Piuttosto, è un riflesso dell'idea di Alexander Grigorievich del mondo che lo circonda. È così che immagina il dialogo degli tsrushniki.
    1. Cyril Офлайн Cyril
      Cyril (Cyril) 8 September 2020 21: 09
      0
      Probabilmente indossa esclusivamente abiti neri, occhiali scuri e con la pistola obbligatoria nel diplomatico li rappresenta.