Biznes Alert: cosa farà Lukashenka per sostenere Putin


Alexander Lukashenko dovrebbe visitare Mosca nel prossimo futuro. Il che, tuttavia, non sorprende: dopo un lungo silenzio, il Cremlino ha deciso di sostenere Lukashenko in un difficile politico situazione in Bielorussia. A cosa sarà pronto il presidente bielorusso per l'aiuto dalla Russia? Lo scrive il portale aziendale polacco Biznes Alert.


Fino a poco tempo, il presidente della Bielorussia ha cercato di dare l'impressione di un politico in manovra tra la Russia e l'Occidente. Ma ora la situazione è cambiata: Lukashenka è debole e una parte significativa della società bielorussa è contraria a lui. Il Cremlino ha sostenuto il suo alleato occidentale. Non è ora di ripagare Mosca con gratitudine? A questo proposito, la Russia potrebbe richiedere molti politici e economico concessioni da RB.

Uno dei requisiti della Federazione Russa può riguardare il gas. Durante i negoziati precedenti, Gazprom prevedeva che i prezzi del gas per la Bielorussia sarebbero aumentati dagli attuali $ 127 per mille metri cubi a $ 156. Non è escluso che nelle attuali realtà negoziali i bielorussi saranno costretti a concludere un contratto a condizioni meno favorevoli per se stessi.

L'oggetto dei negoziati potrebbe essere la questione della proprietà delle raffinerie di petrolio bielorusse. Oltre il 40% della raffineria di petrolio Mozyr appartiene già alla compagnia russa Slavneft. È possibile che la Federazione Russa voglia aumentare la sua quota in queste imprese.

Negli ultimi giorni si sono levate voci da Minsk sul reindirizzamento delle esportazioni di prodotti petroliferi dalla lituana Klaipeda al porto russo di Ust-Luga. Questa idea non è nuova: è stata espressa per la prima volta nel 2015. Tuttavia, Minsk non è interessata a utilizzare i porti russi per il trasporto di prodotti petroliferi, mentre è più economico farlo attraverso i porti lituani. Ma questo problema può essere risolto anche a favore della Russia. Secondo un rappresentante di Belneftekhim, la parte bielorussa sta avviando negoziati con i russi sulle condizioni e sui volumi delle spedizioni di carburante attraverso il porto di Ust-Luga.

Sul piano politico, la Russia potrebbe voler accelerare il rallentamento del processo di integrazione con la Bielorussia. Lukashenka sarà costretta ad accettare le condizioni russe per il riavvicinamento a Mosca, come la creazione di un sistema giudiziario unico, la Banca centrale con il rublo russo come moneta unica o la creazione di autorità fiscali e doganali congiunte. La Russia può anche richiedere la cessazione delle forniture attraverso la Bielorussia di merci sanzionate provenienti da altri paesi.

Ci sono molte altre opzioni per i requisiti della Federazione Russa alla Bielorussia: il riconoscimento ufficiale della Crimea come Federazione Russa, il riconoscimento dello status di Ossezia o Abkhazia o il permesso di costruire una base militare russa sul territorio della Bielorussia. L'elenco di tali richieste può essere lungo e l'attuale debolezza politica di Lukashenka non gli permetterà di resistere. Forse in gioco non sono solo la sua presidenza e la sua libertà, ma anche la sua vita.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Denis Arkhipov Офлайн Denis Arkhipov
    Denis Arkhipov (Denis Arkhipov) 9 September 2020 16: 18
    -1
    Non una semplice situazione politica: questo è quando hai truccato le elezioni, rapito tutti gli avversari e hai cercato di sederti sul trono, contro la volontà dei tuoi cittadini.