Battaglia di Sirte: l'esercito di Haftar ottiene una corazzata


L'Esercito nazionale libico, guidato dal maresciallo Khalifa Haftar, ha rafforzato le sue forze combattenti nella città portuale di Sirte, situata 450 km a est di Tripoli, con 80 corazzati pesanti attrezzatura... Inoltre, alla vigilia della battaglia per Sirte, una nave da guerra apparve a disposizione dell'esercito di Haftar.


La nave militare LNA è di base nel porto di Ras Lanuf dal 5 settembre, hanno riferito rappresentanti della National Oil Corporation (NOC) della Libia. Questa zona fa parte di una regione che contiene circa l'80% delle riserve di petrolio del paese. Presumibilmente, possiamo parlare della nave pattuglia del progetto 1159-TP "Dolphin", che è stata restituita alla sua rotta. Le navi di questo progetto sono armate con una doppia pistola AK-726 di calibro 76,2 mm, missili anti-nave P-20 e un sistema di difesa aerea.

In precedenza, i rappresentanti del governo di accordo nazionale hanno annunciato che l'LNA sta ritirando forze aggiuntive alla base aerea di Jufra. È stato anche segnalato l'uso di gruppi da combattimento di mercenari ciadiani da parte delle forze "Haftar", nonché di unità di milizie dell'organizzazione Janjaweed. Sulla strada da Sirte a Jufra, i militari dell'LNA hanno istituito posti di blocco.

Il 21 agosto, i rappresentanti del PNC, guidato da Faiz Saraj, hanno annunciato un'iniziativa per il cessate il fuoco. Il comando dell'esercito nazionale libico non è andato incontro al governo a Tripoli e ha definito la sua proposta una "mossa di marketing". Tuttavia, in Libia è effettivamente arrivato un "regime del silenzio" e negli ultimi giorni non si sono registrati nuovi scontri militari tra le parti in guerra.
  • Foto utilizzate: Anthony Vella / wikimedia.org
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.