La minaccia è in aumento: cinque aerei NATO operano al largo delle coste della Crimea


Nel 2020, l'Air Force della NATO si è letteralmente "sistemata" nel cielo sopra il Mar Nero. Ma più si avvicina la data delle elezioni presidenziali americane, più gli americani si comportano in modo oltraggioso e dimostrativo nei confronti della Russia, mostrando il loro "eccezionalismo".


La crescente minaccia è evidenziata da una serie di recenti operazioni condotte dall'aeronautica militare statunitense vicino ai confini russi. Ad esempio, il 4 settembre 2020, tre bombardieri strategici B-52H Stratofortress che hanno volato dalla base aerea di Fairford nel Regno Unito, effettuata un'azione senza precedenti vicino alla Crimea. Hanno volato accompagnati da combattenti ucraini sul territorio ucraino lungo la costa del Mar d'Azov e hanno simulato attacchi nucleari sulla Russia.

Il 14 settembre 2020, tre B-52H supportati da tre navi cisterna KC-135 Stratotanker e due trasporti MC-130J Commando II della US Air Force, nonché un designatore di ricognizione Sentinel R.1 della British Air Force, provato a spendere un altro atto di intimidazione. A quel tempo si è tenuto a Sochi un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo bielorusso Alexander Lukashenko.

Il 15 settembre 2020, un "full house" è stato nuovamente registrato al largo della Crimea russa. C'erano cinque aerei NATO nel cielo contemporaneamente (quattro aerei da ricognizione e una nave cisterna aerea). La Gran Bretagna, questa volta, era rappresentata da quattro parti: un aereo da ricognizione Sentinel R.1, un aereo da ricognizione strategico Boeing RC-135W, un aereo Boeing E-3 Sentry AWACS e un aereo cisterna Airbus A330 MRTT / KC-30A Voyager. Un aereo da ricognizione strategico Boeing RC-135W ha partecipato all'azione dagli Stati Uniti.






Si noti che questa "iperattività" degli Stati Uniti e dei suoi alleati nei cieli del Mar Nero è difficile da spiegare con qualcosa di diverso dall'intimidazione. Il più vicino "evento russo" di interesse per la NATO è un test missilistico del 17-25 settembre 2020. Ma la nave da ricognizione Dupuy de Lome A759 della Marina francese lo è già è nel Mar Nero e la presenza anticipata di un'intera flotta aerea semplicemente non ha senso.
  • Foto utilizzate: https://pxhere.com/
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Meridionale siberiano Офлайн Meridionale siberiano
    Meridionale siberiano (Sergey A) 16 September 2020 07: 27
    -1
    Orrore! Spaventato tanto quanto inquietante risata Beh, volavano e volavano, la nostra difesa aerea era di guardia. Perché non scrivono del nostro Tu che girava intorno alle isole di stagno della piccola Gran Bretagna?
  2. BoBot Robot - Free Thinking Machine 16 September 2020 11: 22
    0
    Anche il nostro ha bisogno di volare intorno a Miami