Mosca ha reagito al desiderio della Danimarca di riconsiderare la sua posizione su Nord Stream 2


La Russia ha reagito alla volontà di Copenaghen di riconsiderare la propria posizione sul progetto di trasporto del gas Nord Stream 2, dopo la ripresa delle discussioni in materia nell'Unione Europea. A Mosca la proposta della dirigenza danese, rappresentata dal capo del governo, Mette Frederiksen, è stata accolta con schietto sconcerto e critica.


Il ministero degli Esteri russo ritiene che proposta Le autorità danesi non sono dettate dalla preoccupazione per il leader dell'opposizione russa Alexei Navalny, in cura a Berlino, ma dal desiderio di esercitare pressioni sugli interessi di Washington. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti sono coinvolti in una concorrenza sleale e ostacolano la costruzione di questo gasdotto solo per il desiderio di fornire il proprio GNL al mercato europeo.

Tale iniziativa (dalla Danimarca - ndr) è quantomeno sconcertante. Voglio solo ricordarvi che la costruzione del gasdotto è nella fase finale.

- ha detto il rappresentante ufficiale del dipartimento Maria Zakharova in un briefing.

Zakharova ha ricordato che ci sono tutti i documenti necessari per completare la costruzione, compreso il permesso della stessa Danimarca. Il diplomatico ha spiegato che il tentativo di trascinare la situazione con Navalny al gasdotto è infondato.


Si noti che il 17 settembre 2020 il Parlamento europeo è intervenuto bruscamente negli affari interni della Russia. Il legislatore ha adottato una risoluzione in cui proponeva alle istituzioni dell'UE di adottare una “strategia di democratizzazione” della Russia (sostegno ai “dissidenti”, alle ONG e altre azioni). Allo stesso tempo, il capo della diplomazia dell'UE, Josep Borrell, voleva imporre un regime di sanzioni "Navalny" contro la Russia, simile al "Magnitsky act" negli Stati Uniti.
  • Foto utilizzate: https://www.pikist.com/
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. pischak Офлайн pischak
    pischak 17 September 2020 21: 14
    +3
    Non mi sono mai interessato a questo Navalny, anche se dalla Russia sono arrivate notizie di una figura del genere tra il liberalismo "militante" mangiatore di sovvenzioni.
    Ma ora, Volens-Nolens, leggendo notizie e commenti sulle risorse Internet russe, ha appreso di questo subchik con occhi di pesce perennemente perplessi e del suo "cerchio interno" in modo più dettagliato.
    Ora anche il "Sigillo di Caino" ("Premio Nobel per la Pace") è offerto dagli Zapadoid per essere consegnato ad Alexei "Nedo-avvelenato"?!
    Quindi ho pensato, perché il "giovane combattente contro il regime" bielorusso, "Sveta10%" (Pilipchuk-Tikhanovich), non è uscito su questo "Premio Nobel" di Caino con il muso, ma non sarà vinto da il "combattente" russo del Che, "pilota in coma" Lyaksey, era già stato promesso in anticipo?! strizzò l'occhio
    I bielorussi e il "tavrovannoe" Nobel "non buono" Alexievich avranno abbastanza "per gli occhi", forse, l'egemone-"gente comune" ha deciso così, perché minare la Russia è più importante per loro - "OnvamneLekhu per la presidenza" ? !
    È interessante notare che le ragazze ballano, nel senso del danese, "con ridotta responsabilità sociale", perché nulla è stato provato in tribunale, e sono già pronte ad accusare falsamente la Russia e i russi di un crimine così efferato (da cui le orecchie di Washington e Londra sporgono in alto!) E rifiutano i loro obblighi internazionali, ignorando completamente l'immagine "negoziabile" del loro paese ??!
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 18 September 2020 09: 59
      +4
      ... dopotutto, nulla è stato dimostrato in tribunale, ...

      E nessuno si farà carico di un approccio legale al business. La cosa principale è promuovere l'odio qui e ora.
      C'erano tribunali su Navalny, su Litvinenko? A loro è bastato il tribunale nel caso Boeing malese, non sanno come districarsi. E poi il caso Milosevic, che prima è stato scartato e poi ha scoperto che non c'è nulla da accusare.