Preparare l'Anschluss? Perché Lukashenka ha chiuso frettolosamente il confine con l'Europa


Il confronto tra la Bielorussia ei suoi vicini dell'Europa orientale e l'Ucraina, che si è unita a loro, è passato a un nuovo livello. Il presidente Lukashenko, la cui legittimità della rielezione è stata rifiutata dall'Unione europea, ha dato l'ordine di chiudere il confine di stato con tutti tranne la Russia. Cosa può indicare questo passaggio?


Alexander Grigorievich in realtà ha detto che prima dello scoppio di una "guerra calda" con la Bielorussia, l'Occidente aveva "pochissimi trucchi" rimasti:

Siamo costretti a ritirare le truppe dalle strade, a mettere sotto le armi l'esercito ea chiudere il confine di stato da Ovest, principalmente con Lituania e Polonia.


Guerra calda?


Una minaccia militare è un'affermazione molto seria, ma quanto è ragionevole? Sì, sia la Polonia che la Lituania e l'Ucraina hanno dato rifugio a molti fuggitivi dell'opposizione bielorussa. Vilnius è stata la prima a riconoscere il "Presidente Tikhanovskaya" e Varsavia ha regalato a Svetlana Georgievna una bella casa e si è offerta di essere nominata per il Premio Nobel. Sì, le proteste di massa contro Lukashenka sono coordinate in un modo o nell'altro dal territorio dei paesi vicini. Ma la guerra?

Vorrei ricordare che Mosca è collegata a Minsk non solo dal trattato sulla creazione dello Stato dell'Unione, ma anche nel quadro della CSTO. Qualsiasi attacco alla Bielorussia costringerà il Ministero della Difesa della RF in azione, e la Russia è una potenza nucleare, con cui qualsiasi aggressore dovrà fare i conti, non importa quanti carri armati o aerei possa avere.

Anschluss?


Non è un segreto che il Cremlino stia cercando una più profonda integrazione della Bielorussia nel quadro dello Stato dell'Unione, che fino a poco tempo fa ha causato seri timori allo stesso presidente Lukashenko. Alcuni bielorussi hanno percepito l'annuncio della chiusura dei confini con l'Europa come l'abbassamento della “cortina di ferro” da Minsk e la resa del Paese a Mosca. Ecco come ha commentato il social network notizie un lettore:

Tutto è chiaro, il garante dell'indipendenza ha firmato le ultime tabelle di marcia. Addio Bielorussia indipendente, lunga vita al distretto federale bielorusso ... Bene, russi, preparate pane e sale, ci trasferiremo nel vostro appartamento comune lungo la strada ...

Sembra abbastanza categorico, ma scopriamolo con calma. La legittimità del presidente Lukashenko è stata messa in dubbio dai paesi occidentali e sarebbe futile ignorarlo. Tutte le "road map" da lui firmate con uno status giuridico simile saranno contestate dai principali stati del mondo, quindi, la vera unificazione di Russia e Bielorussia fin dall'inizio inizierà con le sanzioni internazionali. Probabilmente il Cremlino dovrebbe capirlo.

"Annettere" la Bielorussia e trasformarla in un distretto federale della Russia è, nelle realtà odierne, l'idea più stupida che creerà molti nuovi problemi. No, sarebbe ancora più stupido rifiutare l'integrazione, ma è necessario un periodo di transizione. In primo luogo, tutto in Bielorussia deve "sistemarsi": sottoporsi alla riforma costituzionale e alla rielezione del presidente. Alexander Lukashenko deve lasciare volontariamente la carica di capo di stato, cedendola a un'altra persona, i cui poteri e termini in carica saranno seriamente limitati. A proposito, dopo le nuove elezioni, la signora Tikhanovskaya perderà il diritto di chiamarsi "la presidente bielorussa", il che eliminerà un altro problema. E solo dopo sarà possibile firmare una sorta di "road map".

stabilizzazione


Tenendo conto di quanto sopra, con la sua decisione di chiudere il confine con Polonia, Lituania e Ucraina, il presidente Lukashenko, a quanto pare, sta risolvendo una serie di compiti più banali.

In primo luogo, stabilisce un cordone per l'ingresso nel Paese di militanti addestrati dal territorio, ad esempio, dell'Ucraina, che potrebbero tentare di scuotere la situazione trasferendo la protesta bielorussa da una marcatamente pacifica a una violenta.

In secondo luogo, possiamo parlare dell'introduzione di un confine di stato unico e del regime del suo attraversamento. Ricordiamo che Minsk in precedenza consentiva agli stranieri di entrare nel paese senza visto, il che ha causato grande dispiacere a Mosca.

In terzo luogo, il rischio di una minaccia militare esterna dal blocco NATO fornisce un motivo in più per espandere la presenza militare russa in Bielorussia. Sono già state annunciate regolari esercitazioni congiunte del Ministero della Difesa della Federazione Russa e della Repubblica di Bielorussia. Forse appariranno nuovi oggetti di infrastruttura militare, che dovrebbero diventare garanti di sicurezza sia da un attacco dall'esterno che da una situazione pacifica all'interno di un Paese amico.
16 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 18 September 2020 13: 20
    +1
    Non è ancora chiaro come si esprima (o si esprima) la chiusura / rafforzamento delle frontiere.
    Al confine ucraino, tutto è immutato.

    https://strana.ua/news/290399-usilenija-na-hranitse-belarusi-s-ukrainoj-ne-nabljudaetsja.html

    Non si sa nulla del resto.
  2. 123 Офлайн 123
    123 (123) 18 September 2020 13: 32
    +3
    Alcuni dei giornalisti di Schreibikusa amano così tanto usare parole tedesche come Anschluss. In relazione alla Bielorussia, ciò viene fatto con invidiabile persistenza e regolarità. È interessante notare che, in relazione ai Balcani e ad altri paesi assorbiti dall'Europa, questo termine viene utilizzato? Apparentemente no no (se non è corretto, fai un esempio). Dopotutto, è necessario creare un certo atteggiamento, tracciare dei parallelismi ..... Chiedo un premio ... sai come. Bravo Sergey, bravo strizzò l'occhio
    Il testo non è diventato una questione di principio da leggere, ed è così chiaro, tutto è come al solito.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 18 September 2020 13: 43
      +2
      È interessante notare che, in relazione ai Balcani e ad altri paesi assorbiti dall'Europa, questo termine viene utilizzato?

      Ad esempio, il GDR. Non un referendum, non un singolo pezzo di carta legalmente valido ...
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 18 September 2020 15: 34
        -1
        Ad esempio, il GDR. Non un referendum, non un singolo pezzo di carta legalmente valido ...

        Non capisci, questo è diverso. Come puoi tirare un barile sulla madre della democrazia europea e imprecare con parolacce? assicurare Il diploma non verrà più consegnato.
    2. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 19 September 2020 07: 30
      -1
      Citazione: 123
      Il testo non è diventato una questione di principio da leggere, ed è così chiaro, tutto è come al solito.

      Quindi sii coerente nella tua "adesione ai principi" e risparmiami i tuoi commenti risata
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 19 September 2020 12: 02
        +1
        Quindi sii coerente nella tua "adesione ai principi" e risparmiami i tuoi commenti

        Puoi fare lo stesso e non leggere i miei commenti. strizzò l'occhio
        Meglio cambiare la tua professione o almeno il tuo pubblico, provare a trasmettere ai Balts o all'Ucraina, ora c'è un tale "contenuto" in grande considerazione.
  3. Maxim Bukshtunovich Офлайн Maxim Bukshtunovich
    Maxim Bukshtunovich (Maxim Bukshtunovich) 18 September 2020 13: 42
    +2
    L'autore, il fatto che l'Unione Europea non abbia riconosciuto le elezioni, assolutamente sul tamburo, ha anche definito illegali gli emendamenti alla costituzione russa, e il loro mancato riconoscimento non ha conseguenze politiche per Minsk e Mosca. Pertanto, la Russia potrebbe non riconoscere affatto il crollo dell'Unione Sovietica come illegale e dichiarare che tutti gli accordi conclusi dalle ex repubbliche dopo il crollo sono illegali. L'Europa, al contrario, con tali dichiarazioni accelera solo il processo di integrazione di Russia e Bielorussia.
    1. A.Lex Офлайн A.Lex
      A.Lex (Informazioni segrete) 18 September 2020 20: 44
      -1
      Maxim ... Beh, scrivi le parole Unione Sovietica con una piccola lettera ... richiesta negativo.
    2. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 19 September 2020 07: 31
      0
      Citazione: Maxim Bukshtunovich
      L'autore, il fatto che l'Unione Europea non abbia riconosciuto le elezioni, assolutamente sul tamburo, ha anche definito illegali gli emendamenti alla costituzione russa, e il loro mancato riconoscimento non ha conseguenze politiche per Minsk e Mosca.

      Immagino che tu non sia un avvocato e che tu sia incompetente a parlare di queste cose.
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 19 September 2020 12: 03
        +1
        Immagino che tu non sia un avvocato e che tu sia incompetente a parlare di queste cose.

        Chi lo direbbe strizzò l'occhio
  4. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 18 September 2020 14: 36
    -1
    Avrebbe potuto essere scritto in breve: il regime di esenzione dal visto per gli stranieri è stato cancellato. Se è così, ovviamente, ma non c'è conferma di ciò. Tutto il resto blab palla blah ...
  5. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 18 September 2020 14: 56
    +2
    Ecco come un lettore ha commentato la notizia su un social network.

    E un altro lettore ha commentato che la Polonia vuole annettere la Bielorussia e creare la Rzeczpospolita ...
  6. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 18 September 2020 15: 54
    0
    Forse il papà vuole, semmai, catturare i vicini. Non c'è da stupirsi che abbia iniziato le manovre ai confini!
  7. Meridionale siberiano Офлайн Meridionale siberiano
    Meridionale siberiano (Sergey A) 18 September 2020 18: 48
    +6
    I bielorussi sono i benvenuti! Entra e vivi, ci sarà abbastanza spazio per tutti, non tutto è così male qui come parlano nell'UE, puoi vivere. risata
    1. A.Lex Офлайн A.Lex
      A.Lex (Informazioni segrete) 18 September 2020 20: 45
      +1
      E questo è sicuro!
  8. Arthur Yazovskikh Офлайн Arthur Yazovskikh
    Arthur Yazovskikh (Arthur Brestsky) 1 October 2020 08: 00
    0
    In quanto Bielorussia, non vorrei far parte della Russia. Certo, c'è un fratello maggiore con un grande appartamento, e noi siamo con un piccolo ma pur sempre il nostro appartamento.