La campagna polacca dell'Armata Rossa: "aggressione" o campagna di liberazione?


In connessione con il prossimo anniversario dell'ingresso dell'Armata Rossa dei lavoratori e dei contadini nel territorio dell'Ucraina occidentale e della Bielorussia, in Polonia, come al solito, c'è un fermento di menti e un ribollire di emozioni. La loro "mente" sta ribollendo indignata ... Il nostro paese, che è il successore legale dell'URSS, sta cercando di ricordare un altro "crimine del regime sovietico", presumibilmente commesso in quegli anni lontani, ma fino ad oggi non ha perso la sua attrattiva per alcuni come "materiale di propaganda" facendo esplodere Russofobia. Bene, proviamo, dopo aver soppesato tutti i fatti e le circostanze, a capire cosa accadde esattamente il 17 settembre 1939.


Nota: non sto nemmeno cercando di chiedere una considerazione "obiettiva e imparziale" della questione, di cui parleremo più avanti. È ora di ammettere finalmente che, riguardo a troppe cose, l'equidistanza assoluta dal punto di vista di due (o più) parti opposte è semplicemente impossibile. Anche loro, questi stessi punti, sono polari, opposti, si escludono a vicenda. Non può essere altrimenti - dopotutto, ognuna di esse si basa non solo sulla conoscenza e sulla fede ottenute dall'infanzia, si potrebbe dire, assorbite dal latte materno ... Per la Repubblica Popolare Cinese, Hong Kong e Taiwan sono le sue parti integranti, temporaneamente separate da Paesi e soggetti al ritorno "all'ovile", l'Occidente (e molti cinesi che vivono a Hong Kong e Taiwan) hanno un'opinione completamente diversa. Per Kiev, la Crimea è "terra primordialmente ucraina", ma la stessa Crimea non la pensa così.

Per i polacchi, i territori in cui l'Armata Rossa entrò nel 1939 sono "East Kresy", una parte importante della "Grande Polonia", che deve assolutamente estendersi "da uno a uno". I compagni Stalin e Vorosilov videro in loro le terre che erano state tagliate in modo vile negli anni '20, che erano appartenute al nostro paese da tempo immemorabile. E poiché i leader di Varsavia sono riusciti a dormire nel loro stato, dovrebbero essere rimossi con cura per tornare dai legittimi proprietari. Fino a quando i nazisti non hanno preso piede lì, devono ancora combattere. Come puoi vedere, ogni parte vede e ha sempre visto la situazione a modo suo e ha rispettato la sua posizione come l'unica corretta. Se non altro perché questa posizione si è basata su secoli di guerre e fiumi di sangue versati per il possesso di determinati spazi, oltre che su una visione speciale del ruolo e del posto del proprio popolo e del proprio paese nel mondo e nella storia.

"Sorpresa e tradimento" ... Ma lo erano?


In linea di principio, in questo numero non può esserci alcun "denominatore comune". Questa è solo un'altra spazzatura liberale, qualcosa come "valori umani universali" che non esistono in natura e simili sciocchezze. Pertanto, intendo esaminare le azioni dell'Unione Sovietica nell'autunno del 1939 proprio dal punto di vista dei suoi interessi statali. Ovviamente, fornendo lungo la strada altre opinioni e punti di vista, con commenti e valutazioni appropriati. Sì, forse inizierò con loro. Anzi, perché non considerare brevemente l'insieme delle accuse che vengono avanzate oggi contro i leader del partito e del governo sovietico, che presumibilmente "hanno inflitto una pugnalata insidiosa alle spalle della Polonia che ha combattuto eroicamente contro i nazisti"? Di solito, le lamentele su questo argomento iniziano con la "denuncia" dell'URSS alla conclusione del Patto di non aggressione del 23 agosto 1939, che "sciolse le mani di Hitler", con la Germania. Se non fosse stato per questo, i nazisti non avrebbero nemmeno toccato la Polonia ...

Ebbene, il delirio franco è la cosa più difficile da confutare, ma ci proverò. Prima di tutto, Varsavia ha firmato un accordo simile con il Terzo Reich molto prima di Mosca (e la prima in Europa, tra l'altro) - nel 1934. Pan Pilsudski allora si considerava quasi una figura pari a Hitler e sognava che la Polonia si sarebbe mossa fianco a fianco con la "grande Germania" per distruggere i "moscoviti" e i "comunisti" che odiava, e allo stesso tempo derubava un po 'dei suoi vicini. A proposito, i polacchi sono riusciti a fare qualcosa in questa direzione: hanno rosicchiato la regione di Teshin dalla Cecoslovacchia dilaniata dai nazisti e non si sono accigliati. Anche il mio appetito è aumentato. Varsavia vedeva solo la Russia e l'Unione Sovietica come il loro nemico principale, inconciliabile e immutabile, e si stavano preparando a combatterla esclusivamente contro di essa - ci sono molte prove documentali di ciò. Non c'erano affatto piani operativi per la difesa del paese in direzione occidentale, quasi prima dell'inizio dell'invasione della Wehrmacht - questo è un dato di fatto.

In questo caso, i "conquistatori" polacchi sono stati riassunti da due caratteristiche che hanno rovinato il loro gioco e portato il paese alla catastrofe per secoli: lo sbuffo e l'arroganza. E parlando in russo e culturalmente: presunzione esagerata e richieste esorbitanti. Ebbene, era necessario pensarci: per lanciare reclami a Berlino sul territorio di tutta l'Ucraina, e anche con accesso al Mar Nero! Ma era proprio questa lista dei desideri che il capo del ministero degli Esteri polacco, Józef Beck, si espresse in tutta serietà al suo collega berlinese Joachim von Ribbentrop, proprio quello che avrebbe poi firmato il famigerato Patto di non aggressione con Mosca. Si può solo indovinare che tipo di espressioni oscene usava il super emotivo Herr Hitler quando gli venivano espressi gli stessi appetiti dei polacchi, che, in linea di principio, non considerava persone. Solo in Polonia hanno preferito non accorgersi di questa relazione, fino a quando non era troppo tardi. Il cosiddetto "Patto Molotov-Ribbentrop" è stato concluso quando Stalin e tutti gli altri hanno finalmente capito il fatto che non ci sarebbe stata una "guerra comune europea" contro la Germania sulla Polonia.

E a proposito, dopo che Varsavia per la centomillesima volta ha rifiutato anche la minima possibilità di passare le truppe sovietiche attraverso i propri confini per affrontare la Wehrmacht che rotola verso est. Cosa è stato annunciato allora? "Non un solo soldato dell'Armata Rossa attraverserà i confini dello stato polacco!" Quindi, in generale, è successo: l'Armata Rossa è entrata in Ucraina occidentale e Bielorussia quando, perdonami, le corna e le gambe sono rimaste dall'esercito e dal sistema statale di Varsavia in generale. In effetti, ha ripulito con zelo terre completamente prive di proprietario. Ma si sono offerti di difendere loro (e tutta la Polonia!) Dai nazisti! Rifiutato indignato? Ebbene, come dicono gli stessi polacchi: "yak htse pan ..."

"Un campo conveniente per tutti i tipi di incidenti ..."


Alcuni "storici" cercano di incolpare l'Unione Sovietica per il fatto che ci fosse anche un Patto di Non Aggressione tra essa e la Polonia, concluso nel 1932 e prolungato due anni dopo fino al 1945. È così, ma l'accordo era con il governo della Polonia, e dal 17 settembre 1939 questo già abbondantemente ungeva i talloni con lo strutto e si stava preparando, nelle parole dell'allora presidente del paese Ignacy Moscicki, "a trasferire la sua residenza nel territorio di uno degli alleati" ( dove saranno ammessi). I sostenitori della versione dell '"aggressione sovietica" obiettano a ciò che il presidente al momento dell'inizio dell'offensiva sovietica "era ancora sul territorio della Polonia". Ebbene, sì, lo ero - con una gamba, si potrebbe dire.

Rivolgendosi ai suoi compatrioti, accusando l'URSS di "calpestare principi morali eterni" e definendosi "barbari senz'anima", non si trovava affatto a Varsavia (da lì è scappato il 1 settembre), ma nel minuscolo villaggio di Kuta - più vicino al confine rumeno, attraverso il quale si è precipitato Torna a casa la sera del 17 settembre. Poche ore dopo, il comandante in capo del suo esercito, il maresciallo Edward Rydz-Smigly, lasciò il paese. Sì, alcune unità e suddivisioni dell'esercito polacco stavano ancora cercando di combattere i tedeschi, sperando disperatamente nell '"arrivo degli alleati", cioè inglesi e francesi. Ma la Polonia, come stato, non esisteva più. Allo stesso tempo, dobbiamo rendere omaggio al governo sovietico, che ha sostenuto una pausa necessaria "per decenza", nonostante la forte pressione che Berlino ha cercato di esercitare sul Cremlino. Lì, a partire dal 4 settembre, hanno chiesto al nostro paese di inviare truppe in Polonia. Tuttavia, fino a un certo punto, Stalin ha preferito contenere i fronti bielorusso e ucraino già pronti per l'offensiva e pienamente schierati. Molto probabilmente, Joseph Vissarionovich aveva paura di una sottile trappola che avrebbe potuto essere tesa all'Unione Sovietica in questa situazione.

Immagina per un momento che l'URSS, senza aspettare un giorno dopo l'inizio dell'offensiva tedesca (il fatto che l'esercito polacco non avrebbe resistito per un po 'di tempo alla Wehrmacht fosse chiaro prima che il primo colpo fosse sparato), ma inizi a entrare in truppe immediatamente. E qui Berlino e Varsavia concludono un armistizio ... Non c'è dubbio che i polacchi non avrebbero assolutamente voluto sopportarci - ed è stato qui che l'Unione Sovietica avrebbe potuto entrare in guerra con l'intero Occidente. È chiaro che a quel tempo eravamo ancora meno pronti che nell'estate del 1941. La nota, che è stata consegnata all'ambasciatore polacco Václav Grzybowski a Mosca la mattina del 17 settembre, diceva che "lo stato e il governo locali hanno cessato di esistere" e la Polonia "si è trasformata in un campo conveniente per tutti i tipi di incidenti ... minacciando l'URSS". Le truppe sovietiche stanno attraversando il confine per "prendere sotto la protezione dei consanguinei ucraini e bielorussi abbandonati da loro in balia del destino". Dov'è la menzogna, la fregatura o l'ipocrisia? Grzybowski, secondo l'usanza dei suoi compatrioti, iniziò a "accendere il buffone" e rifiutò di accettare questo biglietto come "falso". Niente: dopo il suggerimento appropriato, lo ha accettato come carino e persino al ricevimento.

Le stesse parole sono risuonate nel discorso radiofonico, subito pronunciato dal commissario del popolo agli affari esteri del Paese Vyacheslav Molotov: “nella situazione attuale, dobbiamo dare una mano ai nostri fratelli - bielorussi e ucraini”. E ancora, parlando di questa campagna dell'Armata Rossa come di una campagna di liberazione, il Cremlino non ha travisato. La situazione della popolazione bielorussa e ucraina nei territori occupati dalla Polonia nel 1921 era spaventosa. Per i polacchi non erano persone, ma "bestiame", soprattutto coloro che professavano l'ortodossia. Ho già citato queste cifre in un altro articolo, ma lasciatemi ripetere: più chiese ortodosse in Polonia furono distrutte e chiuse negli anni '20 e '30 che nell'URSS "senza Dio"! Questo è un fatto storico. Così come, tra l'altro, i più veri campi di concentramento per ebrei, bielorussi e ucraini come la famigerata Bereza-Kartuzskaya. Quando l'Unione Sovietica ha definito la Polonia uno "stato fascista", allora, davvero, non ha esagerato!

"Non abbiamo bisogno di un centimetro della terra di qualcun altro, ma non rinunciamo neanche al nostro centimetro ..."


Pochi lo sanno, ma queste parole, ampiamente conosciute come versi della meravigliosa "Marcia dei carri armati sovietici", sono in realtà la citazione più vera di Stalin. Parlando al 1939 ° Congresso del Partito Comunista di tutta l'Unione (bolscevichi), ha letteralmente detto quanto segue: “Non vogliamo un solo centimetro di terra straniera. Ma non cederemo la nostra terra, nemmeno una punta della nostra terra a nessuno ". Fu allora che Boris Laskin riuscì a intrecciarli nel testo della canzone ... Gli eventi del 196 non furono altro che un'incarnazione pratica di questo principio di Joseph Vissarionovich, che stava lentamente restaurando la Russia come impero, in tutta la sua forza e potere, anche se sotto una bandiera rossa. Non c'è dubbio che le terre sequestrate da Varsavia tornerebbero comunque nell'URSS, con o senza i tedeschi. Era solo che in quel momento non era più possibile rimandare ulteriormente: la Wehrmacht uscì a Lvov e la fortezza di Brest, che i nazisti iniziarono a guardare in modo molto professionale. Ne avevamo bisogno? Permettetemi di ricordarvi che con l'introduzione di truppe nell'Ucraina occidentale e in Bielorussia, l'Unione Sovietica non ha solo ottenuto il controllo di un'area di 200 mila chilometri quadrati. Il confine occidentale del paese è stato spostato indietro di 300-XNUMX chilometri.

Contrariamente alle affermazioni di alcuni "ricercatori" molto intelligenti, il lavoro su vasta scala per rafforzare queste nuove frontiere è stato avviato quasi immediatamente: sono state erette aree fortificate profonde 5-15 chilometri. Successivamente, la loro lunghezza è stata pianificata per essere aumentata in alcuni punti e fino a cinquanta chilometri. Questo è alla domanda che "Stalin non si è preparato per la guerra". Preparato, e quanto accuratamente! L'unica cosa con cui, ahimè, il futuro Comandante Supremo ha commesso un errore è stato il tempo assegnato per la preparazione. Tuttavia, se non fosse per le azioni estremamente strane, molto più reminiscenti del tradimento della solita incompetenza, di alcuni alti funzionari dell'Armata Rossa nel giugno 1941, la Wehrmacht sarebbe bloccata nella stessa Bielorussia per molte settimane, se non mesi, e non per pochi giorni. Ma questo fu dopo ... Nel 1939 tutto fu fatto correttamente, dal punto di vista degli interessi strategici dell'Unione Sovietica.

C'è un'altra cosa che la Polonia non vuole menzionare categoricamente. Il motivo è semplice: in effetti, milioni di polacchi hanno tutte le ragioni per ringraziare eternamente Stalin per il fatto che il 17 settembre 1939 l'Armata Rossa ha attraversato il confine del loro paese. Si tratta dei discendenti di coloro che allora vivevano nei territori occupati dall'Armata Rossa e compresi nell'URSS. Un'alternativa a questo era la creazione di un fantoccio "Stato ucraino occidentale" sulle stesse terre sotto il patrocinio del Terzo Reich. In ogni caso, tali promesse furono fatte ai rappresentanti dell'Organizzazione dei nazionalisti ucraini (in particolare, ad Andrey Melnik, che sostituì Yevgeny Konovalets, che fu liquidato per ordine di Stalin), non solo da alti funzionari del ministero degli Esteri imperiale tedesco, ma anche dallo stesso Wilhelm Canaris, sotto la cui stretta guida l'OUN operò per molti anni.

In realtà, Konovalets ha lavorato per l'Abwehr dal 1922 e con l'ascesa al potere dei nazisti, questo pubblico ha sentito solo nuove prospettive, e non senza motivo. Il "Memorandum Canaris", che stipula l'uso della feccia dell'OUN per "distruggere i polacchi e gli ebrei", è un documento storico riconosciuto in tutto il mondo che figurava come prova al Processo di Norimberga. Non c'è dubbio che se le sue disposizioni fossero state attuate, orrori come il massacro di Volyn non sarebbero iniziati nel 1943, ma molto prima e sarebbero stati su scala molto più ampia. Dal 1939 al 1941, la marmaglia nazionalista, abbastanza diradata e pressata strettamente dall'NKVD, sedeva, per la maggior parte, più tranquilla dell'acqua, sotto l'erba. Ma sotto i tedeschi, si sarebbero voltati meravigliosamente e il sangue polacco sarebbe fluito come un fiume. Per la maggior parte, le "repressioni comuniste" inverosimili e molte volte esagerate in questi territori sarebbero state certamente superate molte volte.

Tuttavia, non c'è dubbio che nessuno nella Varsavia odierna abbia abbastanza buon senso per ammettere questo fatto del tutto ovvio. È molto più facile gridare di "pugnalata alla schiena", che in realtà non esisteva. La Polonia prebellica non era minimamente né un alleato né un gentile vicino dell'Unione Sovietica. Entrambi i paesi si stavano preparando a convergere in guerra prima o poi. Tuttavia, anche con tutto questo in mente, nell'estate del 1939, Mosca offrì l'assistenza di Varsavia per respingere l'aggressione di Hitler. Rifiutato? Disdegnato? Quindi incolpa te stesso. L'Armata Rossa ha restituito ciò che doveva restituire - prima nel 1939, e poi finalmente - nel 1944. Il sogno di un "grande impero", parte del quale si estenderebbe attraverso le terre russe da Lvov e Smolensk al Mar Nero e al Caucaso, ha più di una volta portato i polacchi alle conseguenze più tragiche. Prima la seppelliranno finalmente, meglio sarà per loro.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
26 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 19 September 2020 11: 01
    +1
    è riuscito a dormire troppo il proprio stato

    Quale frase è corretta. Questo vale anche per l'URSS. E perché il nemico non sarà mai un amico, se non altro nei film. E Stalin lo capì perfettamente, e quindi attraversò il confine il 17 settembre, non il 4. Si è assicurato. E ciò che per noi contemporanei offre questo esempio di storia. Per la nostra élite al potere, sembra che sia stato fatto a parole, ma in pratica è stato un tradimento. Quando la famiglia e gli affari sono con i nemici e dipendono dai nemici! È quello che chiamano interessi nazionali? Pertanto, nessuno considera la Russia, quindi reclami e sanzioni. I nemici attendono il tradimento dall'interno, poiché Stalin fu tradito nel 1941. Pertanto, la guerra è ancora possibile.

    L'Armata Rossa ha restituito ciò che doveva restituire - prima nel 1939, e poi finalmente - nel 1944.

    D'accordo, Putin non attira il collezionista di terre russe. Altrimenti, insieme alla Crimea, l'Ucraina e la Transnistria tornerebbero nel loro "porto d'origine" e molto altro ancora.
    È un peccato che non ci siano articoli del genere nei libri di testo scolastici. In quale altro modo educare la gioventù patriottica? Solo nelle lezioni di storia !!
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 19 September 2020 16: 49
      0
      Dopo l'aggressione polacca nel 1920. la domanda nel titolo del post è generalmente irrilevante.
      Questo, se non scavi più a fondo.
  2. Igor Pavlovich Офлайн Igor Pavlovich
    Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 19 September 2020 13: 33
    -3
    La verbosità è un sintomo di un logo. Quando provo a leggere le opere di questo "autore" sono ancora una volta convinto della correttezza dell'anamnesi ...
  3. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 19 September 2020 17: 25
    -1
    Non ci possono essere due opinioni qui, ovviamente aggressività.
    Nel 1933, su iniziativa dell'URSS, fu adottata una convenzione sulla definizione di aggressione

    Articolo II

    In base a ciò, lo Stato che per primo intraprenderà una delle seguenti azioni sarà riconosciuto come attaccante in un conflitto internazionale, fatto salvo l'accordo in vigore tra le parti in conflitto:

    1. Dichiarazione di guerra a un altro Stato;

    2. L'invasione delle sue forze armate, almeno senza dichiarare guerra, nel territorio di un altro Stato;

    3. Attacco da parte delle proprie forze terrestri, marittime o aeree, almeno senza dichiarare guerra, sul territorio, su navi o aerei di un altro Stato;

    4. Blocco navale delle coste o dei porti di un altro Stato;

    5. Sostegno prestato a bande armate che, formandosi sul suo territorio, invaderanno il territorio di un altro Stato, o rifiuto, nonostante la richiesta dello Stato soggetto ad invasione, di prendere, sul proprio territorio, tutte le misure in suo potere per privare le bande nominate di qualsiasi aiuto o patrocinio.

    Articolo III

    Nessuna considerazione di un ordine politico, militare, economico o altro può servire come scusa o giustificazione per l'aggressione, previsto nell'Articolo II (vedere l'Appendice per un esempio).
    1. Ivancarafuto Офлайн Ivancarafuto
      Ivancarafuto (Ivano) 20 September 2020 16: 07
      +1
      Impara la storia. Prima i confini della Polonia di Pilsuda, e poi, come l'esercito polacco, finirono a Kiev.
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 20 September 2020 17: 32
        -2
        Quale articolo di questa convezione non ti è chiaro? Ancora

        Articolo III

        Nessuna considerazione di un ordine politico, militare, economico o altro può servire come scusa o giustificazione per l'aggressione, previsto nell'Articolo II (vedere l'Appendice per un esempio).

        Sì, in generale i bolscevichi persero quella guerra con la Polonia e fecero concessioni territoriali. Ma l'URSS ha riconosciuto la Polonia all'interno di quei confini e non ha avanzato alcuna pretesa.
        1. Ivancarafuto Офлайн Ivancarafuto
          Ivancarafuto (Ivano) 22 September 2020 10: 30
          +2
          Fingi deliberatamente come un gallo cedrone su una corrente di non capire di cosa si tratta?
          Rispondo per i dotati: la campagna dell'Armata Rossa nel 1920 era dovuta all'aggressione della Polonia. Per quanto riguarda la campagna di liberazione del 1939, te lo ricordo. Che lo stato della Polonia aveva cessato di esistere il 17 settembre 1939. A questo proposito, la tua definizione di aggressività e altri è sconfessata. Mancavano tutti i segni dello stato. Questo è formale, visto che sei un tale avvocato. Quanto al resto, la Russia, come un altro Stato, aveva il diritto di tornare nei suoi penali violentemente e ingiustamente(a seguito dell'intervento straniero, la linea Curzon) respinse le ex province imperiali.
          1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
            Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 22 September 2020 12: 46
            -1
            Quanti anni hai? "Sono stati i primi ad iniziare", "violentemente e ingiustamente", che tipo di scuola materna? La guerra è finita, le parti hanno firmato un trattato di pace, il confine è stato delimitato, nessuno fa reclami. Punto. La guerra del 39 è una nuova guerra, non una continuazione di quella vecchia.
            Inoltre, nella guerra polacca sovietica fa parte della guerra civile e chi è stato il primo a iniziare l'oscura questione.
            Quali obiettivi si erano prefissati i bolscevichi?

            Citazione: Ivancarafuto
            Per quanto riguarda la campagna di liberazione del 1939, te lo ricordo. Che lo stato della Polonia aveva cessato di esistere entro il 17 settembre 1939. Mancavano tutti i segni dello stato.

            Su quali basi l'hai determinato? Fantasia?
            Come un gallo arrosto beccato il 22 giugno 41, il governo polacco si è ripreso come una fenice e con esso è stato concluso un trattato e la questione territoriale è stata lasciata aperta. Leggi l'accordo Sikorsky-Maisky.
    2. isofat Офлайн isofat
      isofat (isofat) 29 September 2020 14: 30
      0
      Oleg Ramover, si scopre che potrebbero esserci altre opinioni! amiamo

      Questa convenzione non ha ricevuto ampia diffusione e il numero di paesi che vi hanno aderito è insignificante, pertanto la volontà delle parti della Convenzione sull'universalità delle norme in essa contenute rimane una finzione giuridica, non una realtà.

      Bukhmin S.V .: Aggressione: aspetti legali internazionali, Vestnik TSU, numero 4 (36) 2004
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 29 September 2020 23: 30
        0
        Diamo un'occhiata all'elenco dei "paesi in via di adesione". La Polonia si è riunita, anche l'URSS. Il 17 settembre 39 almeno un partito ha ritirato le firme? No. Per i governi di entrambi i paesi, i segni di aggressione sono elencati in questa convezione. L'articolo in realtà parla di qualcos'altro.
        Suggerisci un'altra definizione di aggressività, discuteremo.
        1. isofat Офлайн isofat
          isofat (isofat) 29 September 2020 23: 49
          0
          Citazione: Oleg Rambover
          Non ci possono essere due opinioni qui, ovviamente, aggressività.

          Oleg Ramover, queste sono le tue parole. Ho trovato un'opinione diversa. Mi scusi Necropny, ma tu non consideri affatto la sua opinione. Si scopre che ho già trovato la terza opinione.

          Ora la tua seconda dichiarazione sull'incondizionato ...

          Citazione: Oleg Rambover
          Suggerisci un'altra definizione di aggressività, discuteremo.

          Posso presumere che con assoluta certezza eri anche di fretta?
          1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
            Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 30 September 2020 00: 47
            0
            Questo articolo dice che la campagna polacca dell'Armata Rossa non è aggressione?
            1. isofat Офлайн isofat
              isofat (isofat) 30 September 2020 15: 04
              0
              Citazione: Oleg Rambover
              Questo articolo dice che la campagna polacca dell'Armata Rossa non è aggressione?

              Oleg Ramover, è scritto in questo articolo che sei una persona perbene? No. Quale conclusione traiamo usando la tua logica?
              1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
                Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 1 October 2020 09: 57
                0
                Citazione: isofat
                Quale conclusione traiamo usando la tua logica?

                La conclusione suggerisce che tu stia scrivendo commenti sotto l'influenza di alcuni farmaci. Con la tua decenza, tutto è stato chiaro da tempo. Sei il gadget dell'ispettore? In che modo le indagini rivelano la mia identità? Hai imparato a cercare in Internet?
                1. isofat Офлайн isofat
                  isofat (isofat) 1 October 2020 13: 17
                  0
                  Citazione: Oleg Rambover
                  La conclusione suggerisce che tu stia scrivendo commenti sotto l'influenza di alcuni farmaci

                  Oleg Rambover, Mi scusi, per favore! Forse mi sono sporcato con il "Newbie".
  4. Ivancarafuto Офлайн Ivancarafuto
    Ivancarafuto (Ivano) 20 September 2020 16: 06
    0
    La campagna polacca dell'Armata Rossa: "aggressione" o campagna di liberazione?

    - l'autore sembrava aver dimenticato che prima la Polonia aveva invaso il territorio del cosiddetto. Ucraina e catturato Kiev. Per me, questa è la risposta all'aggressività
  5. lavoratore dell'acciaio 20 September 2020 22: 41
    +1
    Nel 1933, su iniziativa dell'URSS, fu adottata una convenzione sulla definizione di aggressione

    Come hai deciso di mostrare la tua mente? Lasciami tifare anche io. Nessuno ha annullato il referendum sulla conservazione dell'URSS, quindi l'URSS esiste. Questo è tutto dal maligno. Il 1933 e il 1939 sono due grandi differenze e il tempo è già diverso, e l'Europa è già diversa.
    1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
      Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 21 September 2020 00: 17
      -2
      Citazione: acciaio
      Come hai deciso di mostrare la tua mente?

      Non importa, ma conoscenza della storia sì. Provalo, potrebbe piacerti anche a te.

      Citazione: acciaio
      Nessuno ha annullato il referendum sulla conservazione dell'URSS, quindi l'URSS esiste.

      Qual è la connessione tra questi due eventi?

      Citazione: acciaio
      Il 1933 e il 1939 sono due grandi differenze e il tempo è già diverso, e l'Europa è già diversa.

      Qual è la differenza? Che cosa, durante questo periodo, l'aggressività ha cessato di essere aggressività? L'URSS ha ritirato le sue firme da questa convenzione? Cosa le fa pensare che la convenzione non sia più valida? La moderna definizione di aggressione approvata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite non differisce molto da quella proposta dall'URSS nel 33.

      Capisco, ti do chewing gum da miti e leggende sulla grandezza e la perfezione della Russia in tutte le sue forme, ma purtroppo questo non sempre corrisponde a fatti storici. Puoi continuare a nascondere la testa sotto la sabbia, ma non posso aiutarti in questo.
      1. isofat Офлайн isofat
        isofat (isofat) 29 September 2020 17: 43
        0
        Citazione: Oleg Rambover
        La moderna definizione di aggressione approvata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite non differisce molto da quella proposta dall'URSS nel 33.

        Oleg Ramover, sarebbe utile se potessi formulare e presentare prove per le tue affermazioni. La Convenzione del 1933 contiene segni di aggressione solo per il periodo dei conflitti internazionali.
        1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
          Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 30 September 2020 01: 52
          0
          Definizione di aggressività
          Approvato dalla risoluzione dell'Assemblea Generale 3314 (XXIX) del 14 dicembre 1974

          Articolo 3

          Qualsiasi delle seguenti azioni, indipendentemente dalla dichiarazione di guerra, soggetta e in conformità con le disposizioni dell'articolo 2, si qualificherà come un atto di aggressione:

          a) l'invasione o l'attacco delle forze armate di uno stato sul territorio di un altro stato o qualsiasi occupazione militare, non importa quanto temporaneo possa essere, derivante da tale invasione o attacco, o qualsiasi annessione mediante la forza del territorio di un altro stato o parte di esso;

          b) il bombardamento da parte delle forze armate di uno stato sul territorio di un altro stato o l'uso di qualsiasi arma da parte di uno stato contro il territorio di un altro stato;

          c) blocco dei porti o delle coste di uno stato da parte delle forze armate di un altro stato;

          d) un attacco da parte delle forze armate di uno stato alla terra, alle forze marittime o aeree, o alle flotte marittime e aeree di un altro stato;

          e) l'uso delle forze armate di uno stato situato nel territorio di un altro stato previo accordo con lo stato ospitante, in violazione delle condizioni previste nell'accordo o qualsiasi continuazione della loro permanenza in tale territorio al momento della risoluzione dell'accordo;

          f) l'azione dello stato, che consente al suo territorio, che ha messo a disposizione di un altro stato, di essere utilizzato da quell'altro stato per commettere un atto di aggressione contro un terzo stato;

          g) l'invio da parte o per conto dello stato di bande armate, gruppi, forze irregolari o mercenari che compiono atti dell'uso della forza armata contro un altro stato che sono così gravi che ciò equivale agli atti di cui sopra, o la sua significativa partecipazione ad essi.

          1933 Definizione di Convenzione sull'aggressione

          Articolo II

          In base a ciò, lo Stato che per primo intraprenderà una delle seguenti azioni sarà riconosciuto come attaccante in un conflitto internazionale, fatto salvo l'accordo in vigore tra le parti in conflitto:

          1. Dichiarazione di guerra a un altro Stato;

          2. L'invasione delle sue forze armate, almeno senza dichiarare guerra, nel territorio di un altro Stato;

          3. Attacco da parte delle proprie forze terrestri, marittime o aeree, almeno senza dichiarare guerra, sul territorio, su navi o aerei di un altro Stato;

          4. Blocco navale delle coste o dei porti di un altro Stato;

          5. Sostegno prestato a bande armate che, formandosi sul suo territorio, invaderanno il territorio di un altro Stato, o rifiuto, nonostante la richiesta dello Stato soggetto ad invasione, di prendere, sul proprio territorio, tutte le misure in suo potere per privare le bande nominate di qualsiasi aiuto o patrocinio.

          Approvato dalla risoluzione dell'Assemblea Generale 3314 (XXIX) del 14 dicembre 1974

          Articolo 5
          1. Nessuna considerazione di natura, politica, economica, militare o altro, può giustificare l'aggressione.

          2. La guerra aggressiva è un crimine contro la pace internazionale. L'aggressività comporta una responsabilità internazionale.

          3. Nessuna acquisizione territoriale o beneficio speciale derivante dall'aggressione è e non può essere riconosciuto come lecito.

          1933 Definizione di Convenzione sull'aggressione

          Articolo III

          Nessuna considerazione di natura politica, militare, economica o di altro tipo può servire come scusa o giustificazione per l'aggressione prevista nell'Articolo II (vedi Appendice per un esempio).
          1. isofat Офлайн isofat
            isofat (isofat) 30 September 2020 13: 29
            0
            Oleg Ramover, tranne come scuotere le dichiarazioni sei capace di qualcos'altro?

            Per gli inibiti, se si vuole accusare qualcuno di un crimine, mostrare al pubblico la legislazione non basta.
            1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
              Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 1 October 2020 10: 05
              0
              Sei una persona strana. Tu stesso hai chiesto di "formulare e fornire prove delle tue affermazioni". Ti è stato dato, come al solito, stai scivolando in una banale rozza. Sembra che tu sia organicamente incapace di discussioni ragionate.
              1. isofat Офлайн isofat
                isofat (isofat) 1 October 2020 13: 11
                0
                Oleg Ramover, Penso di capire la tua opinione su quegli eventi, ma non ne sono del tutto sicuro.

                Prima di criticare i tuoi argomenti ... l'affermazione:

                Non ci possono essere due opinioni qui, ovviamente, aggressività.

                - sbagliato. Spero di essere riuscito a convincerti di questo.

                Per quanto riguarda i tuoi "argomenti" come parte del testo dei documenti 33 e 74 ... non mi è chiaro come vuoi usarli? Personalmente ho la mia idea di aggressività e non ho firmato questi documenti.

                PS... Si prega di non provare a pubblicare i documenti per intero, li ho già letti.
                Eppure, non devi assolutamente dimostrare la tua opinione.
                1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
                  Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 3 October 2020 17: 37
                  0
                  Citazione: isofat
                  - sbagliato. Spero di essere riuscito a convincerti di questo.

                  Hai provato a convincermi? Non lo avevo notato. C'era un riferimento a un articolo sui problemi della valutazione giuridica dell'aggressione, ma non è chiaro come si rapporta agli eventi del 39.

                  Citazione: isofat
                  Personalmente ho la mia idea di aggressività e non ho firmato questi documenti.

                  La tua presentazione è ovviamente infinitamente importante, ma ... Avresti dovuto firmare?
                  1. isofat Офлайн isofat
                    isofat (isofat) 3 October 2020 18: 03
                    0
                    Citazione: Oleg Rambover
                    Hai provato a convincermi? Non lo avevo notato.

                    Oleg Rambover, Dio ti ha punito! amiamo
                    1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
                      Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 3 October 2020 19: 11
                      0
                      Comunicazione con te? Probabilmente.