MW: L'Egitto non ha mai ordinato un MiG-35 dalla Russia, ma potrebbe presto farlo


Dopo il rovesciamento del governo islamista filo-occidentale e l'avvento al potere dei militari, la Repubblica d'Egitto ha stipulato una serie di importanti contratti di armi con la Russia. Il Cairo non ha ancora ordinato gli ultimi caccia multifunzionali MiG-35, come molti credono, ma potrebbe presto farlo, scrive l'American Military Watch.


Nel gennaio 2017 sono iniziati i test di volo del MiG-35 e un mese dopo il Ministero della Difesa egiziano ha effettuato un ordine per l'acquisto di circa 50 pezzi di caccia russi di generazione 4 ++. Ma il MiG-35 non è stato ancora adottato dalle forze aerospaziali russe, per non parlare dell'esportazione, quindi gli egiziani hanno acquistato 46 pezzi del MiG-29M della generazione precedente, che oggi rimangono gli aerei più pronti al combattimento dell'aeronautica militare egiziana.

Il MiG-29M è significativamente più economico del MiG-35. Hanno buone prestazioni e un ottimo rapporto qualità-prezzo. Ogni veicolo da combattimento è costato agli egiziani 43 milioni di dollari, inclusi addestramento del personale, infrastrutture, manutenzione, pezzi di ricambio e un'ampia gamma di munizioni avanzate. Da allora, l'Egitto ha i suoi primi missili aria-aria moderni.

Ma il MiG-35 è un velivolo molto più avanzato sotto tutti gli aspetti. Ha motori più potenti, un vettore di spinta variabile, l'ultimo sistema di guerra elettronica e radar con un array a fasi attivo. Tecnologico la superiorità del MiG-35 rispetto al MiG-29M è molto significativa, mentre gli ultimi caccia possono utilizzare l'infrastruttura creata per la generazione precedente, lo stesso vale per il personale di terra e le armi. Ciò riduce significativamente i costi e rende il MiG-35 più attraente.

Attualmente, l'85% dell'aeronautica militare egiziana è rappresentato da Mirage 2000 e Mirage 5 francesi obsoleti, J-7 cinese e MiG-21 sovietico, nonché F-16 americani, che non hanno subito ammodernamenti e riarmi da molto tempo a causa delle sanzioni statunitensi. Pertanto, c'è un'alta probabilità che nei prossimi 10 anni l'Egitto acquisirà definitivamente il MiG-35, nonostante il recente ordine di oltre 20 pezzi di caccia Su-35 super manovrabili multiuso dalla Russia.

Resta da vedere quale paese sarà il primo acquirente del MiG-35. L'Egitto, l'India, l'Iran, l'Azerbaigian, la Malesia e un certo numero di altri stati mostrano interesse per esso. Ma il Cairo è potenzialmente in grado di effettuare un grosso ordine e persino di avviare la produzione su licenza.
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. Alexzn Офлайн Alexzn
    Alexzn (Alexander) 20 September 2020 16: 35
    0
    Dopo il rovesciamento del governo islamista filo-occidentale

    Guarda come va a finire! Mursi era filo-occidentale, e apparentemente As-Sisi era ... Cosa c'è da non riconoscere.
    Possiamo dire che Morsi è salito al potere (come Hamas a Gaza) grazie all'idiozia di Obama, ma i fratelli musulmani non sono mai stati filo-occidentali.
    1. Michael I Офлайн Michael I
      Michael I (Michele I) 23 September 2020 08: 05
      0
      Qualcuno chiaramente non capisce i rapporti di forza sulla BV.