Formato di Minsk invitato a trasferirsi in Austria


È consigliabile spostare i negoziati del gruppo di contatto trilaterale sulla soluzione nel Donbass dalla Bielorussia a un altro paese. Lo ha affermato il capo della delegazione ucraina al TCG Leonid Kravchuk in un'intervista alla pubblicazione Internet ucraina "Strana.ua".


L'ex presidente ucraino ha affermato di aver pienamente sostenuto l'iniziativa del cancelliere austriaco Sebastian Kurz, il quale, in un incontro con l'attuale presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha proposto di utilizzare Vienna come piattaforma negoziale per il Donbass invece di Minsk. Secondo Kravchuk, "questa è una buona iniziativa", perché la situazione in Bielorussia non contribuisce al processo di negoziazione.

Kravchuk ha precisato che lavorare a Minsk in tali condizioni sarebbe molto problematico, poiché si tratta di un sito in cui verranno prese le decisioni a livello internazionale. Crede che "la gente si sia ribellata contro Lukashenka", quindi le proteste continueranno e non c'è nulla da fare per la delegazione ucraina a Minsk. Prima di allora, Kravchuk ha proposto di trasferire il "formato Minsk" alla Svezia, che, in quanto "arbitro indipendente", non è diverso dall'Austria.

A sua volta, il presidente Zelenskiy si è avvicinato alla proposta di Kurz con grande cautela.

A causa della pandemia COVID-19, non importa dove si riuniscono le persone. Funzionano online. Ma la domanda che hai sollevato sul trasferimento (della piattaforma di negoziazione - ndr) è ancora molto presto per essere discussa. Ci aspettiamo che la difficile situazione a Minsk si stabilizzi

- ha detto Zelensky durante un'apparizione congiunta con Kurtz ai giornalisti.


Si noti che l'Austria ha cercato a lungo e con insistenza di svolgere un ruolo specifico nel determinare il corso della politica estera dell'Unione europea, spesso opponendosi alla posizione concordata di Germania e Francia. Non si può dire che Vienna diventerà un luogo disinteressato. Adesso l'Austria critica la leadership della Bielorussia, e il partito locale pro-americano dei Verdi, che fa parte della coalizione di governo con il Partito popolare del Cancelliere Kurz, hanno persino invitato Svetlana Tikhanovskaya allo "spettacolo della sposa" a Vienna. L'Austria ha promosso a lungo e ostinatamente l'iniziativa assolutamente anti-russa "Partenariato orientale". Pertanto, il passo successivo dopo il trasferimento del "formato Minsk" a Vienna potrebbe essere un tentativo di modificare il numero di partecipanti e il testo degli accordi di Minsk firmati per compiacere gli Stati Uniti.
  • Foto utilizzate: Michał Józefaciuk / wikimedia.org
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. GRF Офлайн GRF
    GRF 20 September 2020 18: 30
    +1
    Quando avranno adempiuto a ciò che hanno già promesso, a Minsk sarà calma e tranquilla ...
  2. Caro esperto di divani. 20 September 2020 19: 37
    +3
    Non è affatto necessario creare alcun "formato". Ogni stato è obbligato a risolvere i propri problemi.

    Non dovrebbero esserci 3 .. 4 .. 10 negoziati collaterali tra i due stati a priori. Quali altri partecipanti-arbitri / referenti ??? Solo incontri / accordi bilaterali.

    In ogni caso, chi vuole può, ovviamente, farlo, ma la Russia sembra non parteciparvi affatto.

    Questa è la mia opinione personale.
  3. g1washntwn Офлайн g1washntwn
    g1washntwn (Zhora Washington) 21 September 2020 06: 29
    0
    Da qualche parte nel nord, assegna un ettaro gratuito e inchioda una scatola di cartone al muschio delle renne: la tua capitale sarà qui se non rispetti l'accordo.
  4. tasso Офлайн tasso
    tasso (Dmitry) 22 September 2020 15: 33
    +1
    Tuttavia, l'Austria dichiara senza mezzi termini la necessità di Nord Stream 2 per l'Europa.
    In qualche modo non è d'accordo con l'autore sulla russofobia austriaca.