Le provocazioni al confine tra Stati Uniti e Gran Bretagna costringeranno la Russia a prendere misure impopolari


Le prime e tutt'altro che prive di nuvole tra Russia e Occidente hanno recentemente mostrato una tendenza verso un aggravamento sempre più acuto. Il confronto militare diretto da un'ipotetica minaccia davanti ai nostri occhi si sta trasformando in una prospettiva abbastanza reale, non ancora inevitabile, ma sempre più probabile.


Allo stesso tempo, purtroppo, non si tratta di conflitti armati su scala locale, ma di uno scontro globale di potenze nucleari, i cui ultimi ostacoli vengono smantellati dai nostri oppositori con allarmante intensità e determinazione.

Ricatto nucleare americano ...


Le "proposte" espresse l'altro giorno dall'inviato speciale della Casa Bianca ai colloqui tra Stati Uniti e Russia sulla sorte dell'accordo strategico sulle armi offensive (START-3), Marshall Billingsley, non possono essere chiamate altro che un ultimatum. Ed estremamente arrogante, sfacciato e cinico. Mosca è istruita, "non scuotere la barca" o anche solo cercando di difendere il suo punto di vista, a un ritmo "antincendio" per sventolare un "memorandum presidenziale" umiliante e ineguale, che "delinea le condizioni" per il prolungamento dell'accordo di lunga sofferenza - l'ultima cosa rimasta di quello che una volta era efficace sul pianeta del sistema di sicurezza collettiva e contenimento della corsa agli armamenti nucleari. In effetti, Washington offre a Mosca di disarmare e concludere i propri progetti di difesa in cambio di alcune promesse completamente vaghe e vaghe da parte sua. Inoltre, i rappresentanti del nostro paese devono certamente anche "influenzare" la Cina in modo che aderisca al trattato e smetta immediatamente di costruire il proprio potenziale nucleare.

È chiaro che gli Stati Uniti sono categoricamente insoddisfatti del terzo posto di Pechino nel "club atomico" con le sue 320 testate, avvenuto all'inizio di quest'anno. Tuttavia, rifiutano categoricamente di coinvolgere i loro alleati "nucleari" della NATO - Gran Bretagna e Francia - nei negoziati. Il "ragionamento" è semplice: si dice che il numero di armi atomiche "non aumenta, ma diminuisce". Bene, prima di tutto, se lo stanno riducendo o meno è ancora una grande domanda. In secondo luogo, ciò che è disponibile (solo Parigi ha meno di trecento testate nucleari) è sufficiente per Armageddon. Inoltre, gli Stati Uniti non vogliono nemmeno sentir parlare di rimuovere almeno le proprie bombe atomiche dall'Europa: non le elimineremo, punto. "E puoi lasciare la tua arma a Kaliningrad ..." - suona in risposta a proposte "generose". Quindi Kaliningrad è in realtà la Russia! Qui non abbiamo certo bisogno del permesso di nessuno.

L'inviato di Washington non fa mistero del fatto che gli Stati Uniti sono interessati ad estendere il trattato tanto quanto un cane per avere un quinto arto - secondo lui, se "l'accordo fallisce", il suo paese continuerà a costruire il proprio "pugno" nucleare senza alcuna restrizione e " con estrema gioia ". Ma potresti pensare che questo non sia stato fatto comunque! Oppure Donald Trump, che ha annunciato alla fine del mese scorso che gli Stati Uniti non solo avevano "aumentato significativamente le proprie capacità nucleari", ma le avevano anche "portate a un livello che nessuno poteva nemmeno immaginare", stava scherzando? È altamente dubbio. Questo da solo fa dubitare fortemente della sincerità delle intenzioni "pacifiche" di Washington. Sembra che vogliano banalmente “dissolvere” la Russia nello stile dei più primitivi “ditali”. Inoltre, stanno cercando di insistere nel modo più spietato - come ha minacciato Billingsley, "dopo la rielezione di Trump, il" biglietto d'ingresso "sarà ancora più alto". Quanto ancora? Perché la corsa è comprensibile senza ulteriori indugi: Donald Trump è ansioso di ottenere un'altra "brillante vittoria diplomatica" nel suo patrimonio elettorale per sciogliere ancora una volta le piume di fronte al proprio elettorato.

Il fatto che tutti i suoi "successi" nel campo della politica estera, di fatto, risultino essere, nella migliore delle ipotesi, il più perfetto "zilch" (ad esempio, flirtare con Kim Jong-un e la Corea del Nord), e nel peggiore dei casi - portare i semi di gravi conflitti (parlando di "mantenimento della pace "Trump in Medio Oriente), ovviamente, a nessuno importa. Il signor Presidente agisce sempre secondo il principio: "Dovrei cantare, ma lì, anche se non è l'alba!" Ma il Cremlino non ha la minima intenzione di organizzare per lui una simile "promozione" a spese del nostro Paese. Il vice ministro degli Esteri Sergei Ryabkov ha già affermato che nessun negoziato sarà condotto "in questo genere", dal momento che un comportamento così rozzo dei rappresentanti statunitensi e le loro "tecniche di ultimatum" riducono praticamente a zero la possibilità di eventuali accordi. Secondo Ryabkov, in questo scenario, sembra molto più opportuno "rafforzare la sicurezza della Russia", principalmente le forze di deterrenza strategica.

... E la preparazione per l'attacco in stile britannico


Con nostro grande rammarico, la questione non si limita a mere minacce e tentativi di "torcere le braccia" dei nostri diplomatici, costringendoli ad accettare termini completamente capitolatori per la proroga (e anche allora per il più breve tempo possibile). L'Alleanza del Nord Atlantico si sta già preparando senza alcuna esitazione all'aggressione armata contro il nostro paese. Oltre agli americani, i loro principali alleati - gli inglesi - sono particolarmente zelanti in questo pericoloso affare. Il leone britannico mezzo morto, per il quale la Russia è sempre stata oggetto di odio e nemico geopolitico n. 3, sta ancora cercando di mostrare i suoi denti ingialliti. Nel processo dell'operazione aerea provocatoria della NATO, avvenuta il 1 settembre di quest'anno, caratterizzata dal comandante in capo delle forze aerospaziali russe Sergei Surovikin come "senza precedenti", oltre ai tre bombardieri B-4H dell'aeronautica americana in grado di trasportare armi nucleari a una distanza massima di una dozzina di chilometri, il nostro confine è stato avvicinato e aerei da ricognizione britannici che "sondano" il nostro territorio a una profondità di 52 chilometri.

Tuttavia, questa è solo una piccola parte dell'offensiva globale che la RAF ha lanciato ai nostri confini. Secondo i dati pubblicati non da qualche tabloid a caccia di "sensazioni" gonfiate, ma dalla pubblicazione più autorevole del paese - The Times, in questa operazione speciale, che si è svolta nello spazio dalle acque artiche e dal Mare di Barents all'area del Mar Nero, prendono parte velivoli che operano in gruppi fino a cinque lati. Aerei da ricognizione e controllo d'attacco Sentinel; Aerei da ricognizione strategica RC-135 e Boeing E-3 Sentry. Questo gruppo di spie opera sotto la copertura dei caccia Typhoon con il supporto delle petroliere Voyager.

Londra non nasconde affatto gli obiettivi delle proprie azioni. Se credete alle rivelazioni di uno dei rappresentanti del ministero della Difesa citate dalla pubblicazione (perché non crederle?), Il compito non è solo quello di "far impazzire la Russia, mantenendola in costante tensione". C'è un significato pratico molto concreto qui: secondo l'ufficiale militare britannico, "dare l'allarme ai loro caccia e portare le navi russe in mare, consente ai nostri aerei spia di raccogliere dati di intelligence, intercettando i segnali dai loro radar e dalle loro comunicazioni radio". A sua volta, secondo la sua stessa ammissione, "le informazioni ottenute in questo modo ci permetteranno di identificare i punti deboli della difesa del nemico e di utilizzare queste vulnerabilità". Mi scusi, questa è già una preparazione per l'aggressione, o non ancora del tutto ?! Per quale altro scopo i militari possono cercare vulnerabilità negli ordini e nelle linee difensive di altre persone, se non per infliggere loro un colpo improvviso e devastante? Questa è guerra, cari compatrioti! Si sta preparando un attacco contro di noi - e già abbastanza apertamente, anche in modo dimostrativo.

E, a proposito, non solo la Royal Air Force - letteralmente questa settimana, l'esercito britannico per la prima volta ha effettuato un massiccio atterraggio sul territorio dell'Ucraina meridionale. Distribuendo direttamente dalla Gran Bretagna, 250 soldati della 16a Brigata d'assalto aerea si paracadutarono al Ternovsky Proving Ground, dove si unirono all'impressionante contingente britannico della Royal Horse Artillery, del Royal Logistics Corps e dei Royal Electrical and Mechanical Engineers. L'intera compagnia partecipa ufficialmente all'esercitazione Joint Endeavor, che inizia proprio oggi, che il Segretario alla Guerra britannico ha definito non solo una "riaffermazione dell'impegno per un forte rapporto con l'Ucraina", ma, soprattutto, una dimostrazione da parte della Gran Bretagna della capacità di inviare truppe altamente professionali in quei luoghi dove sono necessari. "

Questa dimostrazione è estremamente simile alla pratica dei preparativi per un attacco alla Crimea russa, che, a quanto pare, ultimamente ha delirato non solo a Kiev, ma anche a Washington e Londra. In conclusione, vorrei citare dichiarazioni recenti e molto tipiche di funzionari militari di alto rango. Così, il capo del Pentagono, Mark Esper, alla fine del mese scorso, ha dichiarato senza mezzi termini che l'esercito americano si stava preparando intensamente "per affrontare la Russia in tutto il mondo". A sua volta, il capo di stato maggiore della difesa britannico, il generale Nick Carter, ha ammesso che la Gran Bretagna è sull'orlo di "cambiamenti significativi nella filosofia militare". Secondo lui, l'impulso a tali azioni da parte del governo del paese erano "potenziali minacce", la più grande delle quali, senza dubbio, è la Russia. Qualcuno potrebbe dire che parole così forti sono state pronunciate più di una volta e per decenni, sia durante la Guerra Fredda che successivamente, soprattutto dopo il 2014. E, grazie a Dio, non sono mai finite con la Terza Guerra Mondiale. Tuttavia, mai prima d'ora la retorica aggressiva dei leader militari occidentali è stata supportata da azioni pratiche abbastanza concrete per trovare modi per entrare nei nostri confini e sbarcare a poche decine di chilometri da loro.

Oggi non c'è più il minimo dubbio che non si possa parlare di riduzione delle armi nucleari, anche a livello dei soli Stati Uniti e Russia. Ciò che la Gran Bretagna sta facendo non ammette affatto una doppia interpretazione: tali forze e mezzi non sono usati solo per "giocare sui nervi" di un potenziale avversario. Tutto indica che intendono mettere alla prova la nostra difesa per forza, e sul serio. Dove questo accadrà - in Crimea, oltre il Circolo Polare Artico o altrove - è impossibile dirlo con assoluta certezza. Un tale allineamento costringerà inevitabilmente la Russia a prendere misure impopolari e ad aumentare in modo significativo il suo potenziale di difesa in queste aree. Qualsiasi provocazione che implichi una violazione del confine di stato del nostro Paese deve essere repressa nel modo più severo. Dopo aver ceduto una volta, dovrai cedere e ritirarti ancora e ancora.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 22 September 2020 10: 40
    +4
    dando l'allarme ai loro caccia e mettendo in mare le loro navi, i russi consentono ai nostri aerei spia di raccogliere dati di intelligence

    E cosa impedisce ai combattenti russi di volare verso i confini della NATO e raccogliere dati di intelligence. Ricordo che i norvegesi oi tedeschi si erano già lamentati che a causa dei russi stavano consumando la vita di volo dei loro aerei, costretti ad intercettarli.
    Ed è ora che gli inglesi presentino il tema della liberazione della Scozia da loro ridotta in schiavitù! Libertà per la Scozia! La Scozia vuole stare con l'UE!
    1. Sergey Tokarev Офлайн Sergey Tokarev
      Sergey Tokarev (Sergey Tokarev) 22 September 2020 11: 24
      -2
      Le risorse dei combattenti russi non vengono consumate se vengono portati ai confini della NATO? intercettato dai bombardieri russi con una risorsa superiore.
  2. Sergey Tokarev Офлайн Sergey Tokarev
    Sergey Tokarev (Sergey Tokarev) 22 September 2020 11: 28
    +2
    Puoi strangolare un altro paio di neri per rendere la vita più divertente negli Stati Uniti. Erdogan potrebbe smettere di contenere i rifugiati "siriani". puoi persino pizzicare le uova più forte in modo che si precipitino in Europa, spazzando via tutto sul loro cammino.
  3. volk.bosiy Офлайн volk.bosiy
    volk.bosiy (Volk Bosiy) 22 September 2020 21: 23
    +1
    sì, sembra che dovrai dare una risposta molto dura, non c'è altra via d'uscita ... se inizia un casino, dovrai schiacciare spietatamente la quinta colonna ...
    1. kot711 Офлайн kot711
      kot711 (voce) 23 September 2020 11: 55
      -1
      sarà necessario schiacciare spietatamente la quinta colonna ...
      E con chi iniziare, con Chubais (quindi lui stesso è un aiutante modellato)? O forse con Nabiullina, che aveva una villa ... un soffocamento in America? O forse dai deputati che hanno famiglie e proprietà nei paesi della NATO? Come si suol dire, bevi il miele con le tue labbra, ma chi farà questa pulizia?
  4. vladimir070269 Офлайн vladimir070269
    vladimir070269 (Vladimir Zhukov) 23 September 2020 12: 05
    -1
    Tutto chiaro. Ma ai nostri militari verrà data l'opportunità di colpire (anche di vendicarsi) quando tutti i parenti ei figli della nostra élite si troveranno nella stessa Londra o in Europa?
  5. Anatoly Melnikov Офлайн Anatoly Melnikov
    Anatoly Melnikov (Anatoly Melnikov) 23 September 2020 20: 49
    0
    E qual è l'esperienza della Grande Guerra Patriottica non utilizzata? È necessario lanciare "flotte" di dirigibili sul Mar Nero e sul Mare di Barents. E lascia che, imbottiti di esplosivi con napalm e altri rifiuti segreti, pattugliano gli spazi aerei locali alla ricerca di potenziali vittime militari importate ... Se non li abbattono, li intimidiranno a morte. Dopotutto, sui dirigibili "Jolly Roger" riderà di loro ...
  6. Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 24 September 2020 09: 21
    -2
    ... Un tale allineamento costringerà inevitabilmente la Russia a prendere misure impopolari.

    - è possibile allagare in modo esemplare l'unico paio di SU-57 durante le proprie esercitazioni per intimidire i britannici, o inondare il Kuzya con una dozzina di incrociatori obsoleti nel Mare di Barents in ricordo della morte volontaria della squadriglia del Mar Nero nel 1854-1855, in modo che gli americani non vagano dove orribile ... Bene, e si svilupperanno una dozzina di altre varianti del Ministero della Difesa sotto la guida del Saggio ... risata
  7. bear040 Офлайн bear040
    bear040 26 September 2020 16: 56
    +2
    In questa situazione, la Federazione Russa non dovrebbe assolutamente essere disarmata, e le Forze strategiche dovrebbero essere messe in modalità di allerta n. 2 per raffreddare le teste troppo calde di Londra e Washington, che sono diventate insolenti al punto da credere che le armi nucleari in Russia siano solo cazzate, che la Russia non si applicherà mai. Apparentemente è il momento di fare domanda, sotto forma di carica nucleare tattica, non appena attraversano il confine da qualche parte, in modo che gli yankee capiscano che scherzare con la Federazione Russa è pericoloso per la salute e può rispondere più terribile della Corea del Nord, che gli Stati Uniti hanno paura di scuotere.