Scienziato politico russo: Lukashenko trascina Putin fino in fondo


Quasi tutti i capi delle agenzie per gli affari esteri dei paesi dell'Unione Europea hanno dichiarato il proprio disaccordo sui risultati delle elezioni presidenziali in Bielorussia, considerando Alexander Lukashenko un presidente illegittimo. Ora non ha dove andare se non inchinarsi a Putin a costo di una più stretta integrazione della Repubblica di Bielorussia nello Stato dell'Unione con la Federazione Russa. Il blogger e politologo russo Anatoly Nesmiyan, noto con lo pseudonimo di El Murid, ne discute.


Dal punto di vista dell'UE, lo Stato dell'Unione di Bielorussia e Russia sarà illegittimo quanto DPR e LPR - dopotutto, gli europei considerano Lukashenko un capo di stato "falso". Per Vladimir Putin, il potere unito della Repubblica di Bielorussia e della Federazione Russa può significare un'estensione della loro permanenza al potere, ma qui ci sono alcune insidie.

Se lo Stato dell'Unione non è riconosciuto come entità legittima, il significato dell'intera struttura viene perso. Putin diventerà una specie di Pushilin - o come si chiama il presidente di qualche Abkhazia?

- ci crede il politologo russo, dicendo che l'unione con Lukashenko trascina praticamente Putin in fondo al mondo politica e la storia.

Così, l'attuale capo della Bielorussia sta diventando una figura tossica per Mosca: il Cremlino potrebbe pensare di sostituirlo con qualcun altro e già con il nuovo presidente, perché ha senso firmare un accordo sulla vera creazione dello Stato dell'Unione con un leader che non solo gode del sostegno della popolazione , ma non solleva nemmeno interrogativi sulla legittimità in Occidente.
  • Foto utilizzate: http://kremlin.ru/
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Cyril Офлайн Cyril
    Cyril (Cyril) 23 September 2020 11: 47
    -6
    Se la leadership russa sceglie l'opzione di sostituire Lukashenko con un presidente meno "tossico", ciò significherà un'interferenza diretta negli affari interni di uno stato sovrano. Mi chiedo cosa risponderanno i patrioti sciovinisti locali, che rimproverano l'Occidente per lo stesso?
  2. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 23 September 2020 11: 50
    -7
    Certo, il politologo ha ragione, la "salvezza" forzata di G. Lukashenka lavora a lungo termine per allontanare i bielorussi dalla Russia, come alleato del dittatore emarginato ... o andare in pensione, qualunque cosa accada ...
    1. molotkov60mkpu Офлайн molotkov60mkpu
      molotkov60mkpu (Yury) 23 September 2020 16: 39
      +5
      L'atteggiamento nei nostri confronti dipende solo dalla nostra politica nei nostri confronti. A quella indistinzione con cui costruiamo (non è chiaro cosa), ci muoviamo (non è chiaro dove), sperperiamo risorse, fiducia delle persone, sviluppi nella scienza, nell'istruzione, nella medicina, nella produzione, difficilmente arriverà nessuno. Comunque non siamo attraenti, anche senza Luke.
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 23 September 2020 11: 52
    -6
    Oh, un altro blogger sconosciuto è stato arruolato in esperti ...
    Ma Old Man, ho sentito, era già segretamente allusivo ...

    Finora, è leader in tutti i sensi, sia in miliardi che tra i civili oppressi ..
  4. Ioan-e Офлайн Ioan-e
    Ioan-e (Boris) 23 September 2020 12: 21
    +9
    L'Occidente non ha mai riconosciuto le estinzioni tribali come parte dell'URSS, significava qualcosa per qualcuno? Questo "politologo" sta portando una bufera di neve!
  5. Caro esperto di divani. 23 September 2020 13: 12
    +6
    Alla Russia non dovrebbe importare niente dell'opinione dell'Occidente ostile.
    La non interferenza in un colpo di stato sponsorizzato dall'Occidente in Ucraina non ha liberato la Russia da sanzioni e altri attacchi. Piuttosto nalborot.
    Ripeterlo, sulla questione con la Bielorussia, è assolutamente insensato e controproducente.
    La Russia deve e sarà guidata esclusivamente dai propri interessi geopolitici.
  6. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 23 September 2020 13: 21
    -5
    Scienziato politico russo: Lukashenko trascina Putin fino in fondo

    - Sì, anche senza questo politologo, è chiaro che la Russia (il nostro garante) è molto fortemente sostituita., Comunicare con la legge ... - Che tipo di comunicazione può esserci con la legge, un governante che non poteva resistere e non poteva garantire elezioni normali ... - Perché il nostro garante ha persino accettato la legge a livello ufficiale ???
    - Avrebbe dovuto avere un luogo di residenza ... solo "come Yanukovich" ... -questo è tutto ...
    -E ora ci sono così tanti problemi a causa di questa Lo ... - e guarda, che diserterà a Ovest ... - Per questo, ai suoi ordini, verrà provocato un conflitto armato con le vittime ... -e poi Lo si rivolgerà urgentemente all'Occidente per chiedere aiuto e chiederà di inviare truppe per "stabilizzare la situazione" ... - E allo stesso tempo accuserà Mosca di rifiutarsi di aiutare la Bielorussia ...
    -Lo ha urgente bisogno di essere eliminato; rimuovere il presidente dall'incarico; arresto; mettere agli arresti domiciliari; esportare a Mosca o altrove ...
    -Al momento Law è così pericoloso che si accontenterà di tutto ... anche solo di restare sul suo trono ...
    1. molotkov60mkpu Офлайн molotkov60mkpu
      molotkov60mkpu (Yury) 23 September 2020 16: 42
      0
      Hanno difeso Luka per non consegnare la Bielorussia all'Occidente. Non c'era altra opzione. Dopo la stabilizzazione, ci sarà progresso senza cedere posizioni all'Occidente e non in un'atmosfera di caldo Maidan.
  7. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 23 September 2020 13: 32
    +4
    Se qualcuno fa qualcosa di contrario ai desideri dell'Occidente "collettivo" e degli Stati Uniti, allora questo compagno è sulla strada giusta, e non importa quanto questi signori siano isterici per il suo non riconoscimento, Lukashenko è il presidente della Repubblica di Bielorussia. E gli Stati Uniti hanno riconosciuto l'URSS solo nel 1933, e niente, siamo sopravvissuti.
  8. King3214 Офлайн King3214
    King3214 (Sergio) 23 September 2020 13: 49
    +1
    E da quando uno Stato sovrano o un'unione di Stati sovrani ha bisogno dell'approvazione esterna delle proprie azioni?
    Signori, non siamo schiavi! Non abbiamo un Maestro (tutti quelli che volevano essere il nostro Maestro - abbiamo ucciso tutti) che decide cosa possiamo e cosa non possiamo. Svegliati !!!
  9. 123 Офлайн 123
    123 (123) 23 September 2020 14: 50
    0
    ha senso firmare un accordo sulla creazione reale dello Stato dell'Unione con un leader che non solo gode del sostegno della popolazione, ma che non solleva questioni di legittimità in Occidente.

    Il blogger si offre di andare a Bruxelles perché regni una scorciatoia? assicurare Etit madrid, cittadino di El Murid.
  10. molotkov60mkpu Офлайн molotkov60mkpu
    molotkov60mkpu (Yury) 23 September 2020 16: 35
    +1
    Da quando ho capito l'idea principale dell'articolo, noi, i "sei", dobbiamo approvare (approvare) la volontà del popolo alle elezioni per l'entrata in vigore con l'approvazione dei leader occidentali? Non mi interessa la loro opinione. Abbiamo i nostri interessi e non dobbiamo abbandonare i nostri. Un amico dovrebbe essere, indipendentemente dalle circostanze e le difficoltà dovrebbero essere sopportate insieme, senza tradimenti.
  11. Il commento è stato cancellato
  12. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
    Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) 24 September 2020 07: 14
    -2
    Citazione: San Valentino
    E gli Stati Uniti hanno riconosciuto l'URSS solo nel 1933, e niente, siamo sopravvissuti.

    E questo è corretto perché è vero. L'URSS è crollata già nel 1990.
  13. Yurets Офлайн Yurets
    Yurets (Yury) 25 September 2020 04: 34
    +1
    Nessuno trascina nessuno in fondo! Lukashenko è eletto dal popolo! D'altra parte, quando l'Occidente ha preso una posizione oggettiva: una bugia e una bugia. Il bene e il vero stanno dalla parte della Russia e della Bielorussia! Quindi, avanti a tutta velocità! Per quanto riguarda le proteste, ciò avverrà nel 2024, poiché, a mio avviso, la nostra leadership non trae conclusioni dagli eventi in Bielorussia. E, prima di tutto, è necessario lavorare con i giovani (il volontariato non conta), è necessario bloccare le risorse informative del nemico, è necessario decidere con l'élite politica, che ha immobili e conti nel campo nemico, ed è pronta a unire la Russia in qualsiasi momento !!!