Telegraph: gli amici di Putin stanno minando la democrazia e la sicurezza britanniche


In Gran Bretagna, molti sono preoccupati per gli affari, e talvolta politico l'attività degli oligarchi russi e delle loro lobby locali - non è per niente che Londra si chiama "Londongrad" a causa del gran numero di immigrati dalla Federazione Russa. Secondo gli esperti di The Telegraph, gli oligarchi russi vicini all'entourage di Putin minano la democrazia e la sicurezza del Regno Unito.


La pubblicazione britannica nomina Greg Barker, un ex parlamentare conservatore, ora uno dei massimi dirigenti della compagnia energetica EN +, come uno dei lobbisti delle strutture russe. In questa società, il 35 per cento delle azioni appartiene al miliardario e socio del presidente russo, Oleg Deripaska.

Deripaska non è solo un oligarca. In un rapporto pubblicato di recente dal Comitato di intelligence del Senato degli Stati Uniti, è accusato di agire come "un confidente dello Stato russo e dei servizi speciali russi". Allo stesso tempo, si afferma che "diresse e finanziò operazioni di influenza per conto del Cremlino". Questi includono "operazioni di informazione e tentativi di interferire con le elezioni".

Una sezione chiave del rapporto è dedicata a Rusal, il conglomerato russo di alluminio, di cui EN + possiede poco meno del 57%.

Le società di Deripaska, inclusa Rusal, sono sudditi fidati del Cremlino, nonché strumenti di influenza per il governo russo.

- approvato nella relazione.

Gli investigatori statunitensi hanno anche identificato un numero di ex personale di alto rango dell'intelligence e della sicurezza russa che ricoprivano posizioni di rilievo in diverse società di Deripaska. Tra loro c'è Viktor Boyarkin, un ex dipendente dei servizi segreti russi del GRU, accusato di aver commesso l'attacco terroristico a Salisbury nel 2018. Il rapporto descrive Boyarkin come "il capo del personale di Deripaska" ed è attualmente soggetto alle sanzioni statunitensi.

Il continuo coinvolgimento di Barker nella società, in cui il signor Deripaska è un importante investitore, ha attirato le critiche di diversi eminenti parlamentari conservatori britannici.

L'influenza straniera mina la nostra democrazia e sicurezza

- osserva Tom Tugendhat, presidente della commissione per gli affari esteri, riferendosi all '"influenza straniera" come alle attività degli "amici di Putin".
  • Foto utilizzate: http://kremlin.ru/
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 23 September 2020 14: 46
    -1
    Da quando l'Inghilterra è diventata una democrazia? assicurare Perché indebolirlo?
  2. Il commento è stato cancellato